Lingua   

Cântec pentru pace

Cleopatra Stratan
Lingua: Rumeno

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Cântec pentru pace
(Valeriu Sterian)
Golan post-mortem
(Cristian Paţurcă)


[2007]
Muzica / Musica / Music: Marian Cioacă
Versuri / Testo / Lyrics: Marian Cioacă
Album: La vârsta de cinci ani

Cleopatra Stratan.
Cleopatra Stratan.


Cleopatra Stratan è nata il 6 ottobre 2002; ha quindi appena compiuto dieci anni. All'età di poco più di tre anni, questa bambina moldava di Chişinău partecipava assieme al padre, Pavel Stratan, un noto cantante del suo paese, a una trasmissione televisiva; doveva cantare una canzone per bambini intitolata Mama (credo non ci sia bisogno di traduzione). La bambina, ad un certo punto, strappò il microfono al babbo e si mise a cantarla lei: era nato il “fenomeno Cleopatra Stratan”. Notorietà planetaria, fino in Giappone (dove la canzone Ghiţă ha spopolato -cantata in rumeno!). Registrazione immediata del primo album intitolato, tanto per ribadire il concetto, La vârsta de trei ani (“All'età di tre anni”, come fosse un album di fotografie di una bimba qualsiasi). Concerti dovunque. Stracciato il record di Shirley Temple come più giovane artista che si sia mai esibita in scena; e con questo Cleopatra ha avuto pure il suo posto nel “Guinness dei Primati”.

Sbagliereste se pensaste che mi stia per lanciare nel solito pistolotto moral-politico. All'età di Cleopatra vi sono non poche bambine che fanno, e da tempo, le fotomodelle per le più note riviste; all'età di Cleopatra vi sono non poche bambine che sono mandate a lavorare per due centesimi. All'età di Cleopatra vi sono non poche bambine che vengono stuprate e ammazzate; e allora, su, ben venga una bambina che canta. Da dire, a onore di suo padre, che dopo la prima “ondata” ha impedito che continuasse a tenere concerti, l'ha mandata a scuola e le ha fatto fare una vita normalissima da bimba della sua età, fino alla registrazione del secondo album (intitolato, ovviamente, La vârsta de cinci ani “All'età di cinque anni”; Cleopatra, invece che con le foto, viene seguita nella crescita da album di canzoni). Sicuramente ha guadagnato (o meglio, ha fatto guadagnare ai genitori) un bel po' di soldini; che li impieghino bene. Insomma, così va. Cleopatra, del resto, non è una Nikka Costa che a nove anni cantava canzoni torbide; è una bambina e canta canzoni per bambini. Niente di più e niente di meno. Come uno “Zecchino d'Oro” che ha avuto (e continua a avere) successo mondiale. Magari diventerà una grande cantante, o magari non lo diventerà; comunque sia, mi permetto di augurarle solo tanta felicità nella vita. Con le sue canzoncine a base di papà, mamma, gattini, cagnolini, altri bambini, Gesù Bambino e, why not, pace nel mondo.

Appunto, questa canzone. Non gliela ha scritta, peraltro, un chissacchì, perlomeno nei paesi di lingua rumena: Marian Cioacă è un poeta abbastanza noto, autore -pensate un po'- di epigrammi. Ma certo che è la classica canzoncina di “pace sulla terra”, amore profuso a cucchiaiate, religiosità ad usum puerorum eccetera; ma c'è persino un accenno agli arabi e agli ebrei. Insomma, per farla breve, 'na strunzàta come poche. Ma pazienza, e lo dico con un sorriso. Il problema è quando strunzate ben peggiori le scrivono e le cantano tizi e tizie che l'età infantile la hanno passata da un bel pezzo, e in questo sito ne abbiamo non pochi esempi. Forza, Cleopatra, non sarò io, non saremo noi a fare i cattivacci, stasera. Stasera, eh. [RV]
Eu am venit din alte lumi,
Eu am venit să cânt aici,
Că să-nvataţi să fiţi mai buni
Cum sunt copii când sunt mici.

Eu am venit să cânt la voi
Şi să vă spun să vă iubiţi,
Să nu mai mergeţi la război,
Cu toţii-n pace să traiţi.

Eu am venit la voi să cânt
Că voi cu toţii sunteţi frăţi
Şi e nevoie pe Pământ
Să vă iubiţi şi să iertăţi,

Că voi sunteţi cu toţii una
Cum sunt şi frunzele la pom
Şi cum piciorul şi cu mână
Formeaz-acelaşi trup la om.

Voi aţi uitat că nu sunteţi
Doar masca ce-o purtăţi de zor,
Că-n adevăr sunteţi măreţi
Şi-aveţi puteri de Creator.

Eu văd Lumina cum pulsează
Şi cum în inimi prinde forţă,
Cum fiecare luminează
Şi fiecare e o torţă.

Şi-n marea asta de Lumină,
Voi vă treziţi acum din vis
Şi-aflăţi că-n propria grădină
Puteţi crea un Paradis.

Pământul nu e doar mormânt
Pentru parinţi ţi pentru frăţi,
Ci vi s-a dat acest Pământ
Cu el mai sus să vă-nalţăţi.

Eu am venit la voi sa cânt
Şi împreuna să cantăm:
"Să fie pace pe Pământ!"
Şi-n hora păcii sa jucăm.

Veniţi cu toţi: arabi, evrei
Si neamuri toate, câte sunt,
Să-ncingeţi cu românii mei
O hor-a păcii pe Pământ!

Eu vă iubesc pe toţi aşa
Cum îl iubesc pe tatăl meu,
Cum o iubesc pe mama mea,
Cum îl iubesc pe Dumnezeu!

Eu vă iubesc pe toţi aşa
Cum îl iubesc pe tatăl meu,
Cum o iubesc pe mama mea,
Cum îl iubesc pe Dumnezeu!

inviata da Riccardo Venturi - 2/1/2013 - 18:52



Lingua: Italiano

Traduzione italiana di Riccardo Venturi
2 gennaio 2013

E così come il famoso poeta s'è scomodato a scrivere il testo di una canzone per la celebre bimbetta, RV si scomoda a fare la traduzione italiana. Non succederà più, promesso. Sia mai che, fra un po', in Rete comincino ad apparire cose del tipo: "Riccardo Venturi, famoso traduttore dello Zecchino d'Oro moldavo". [RV]
CANZONE PER LA PACE

Son venuta da altri mondi,
son venuta a cantar qui
per insegnarvi ad esser più buoni
come sono i bimbi quando son piccini.

Son venuta da voi a cantare
e a dirvi di volervi bene,
di non andare più in guerra,
di vivere tutti in pace.

Son venuta da voi a cantarvi
di essere fratelli di tutti,
e c'è bisogno sulla Terra
che vi amiate e perdoniate.

Che siate tutti uniti
come i rami con l'albero,
così come il piede e la mano
forman lo stesso corpo umano.

Avete scordato che non siete
solo la maschera che portate in fretta,
ma che invece siete magnifici
e avete poteri di Creatore.

Vedo la Luce come pulsa
e come prende forza nei cuori,
come ognuno illumina
ed ognuno è una torcia.

E in questo mare di Luce
vi svegliate ora dal sogno
e vi accorgete che nel vostro giardino
potete creare un Paradiso.

La Terra non è solo una tomba
per i genitori e i fratelli,
ma questa Terra vi è stata data
per innalzarvi più su assieme ad essa.

Son venuta da voi a cantare
e cantiamo insieme:
“Pace sulla Terra!”
E giochiamo al girotondo della pace!

Venite tutti: arabi, ebrei
e tutti i popoli quanti sono
a fare un cerchio coi miei rumeni,
un girotondo di pace sulla Terra!

Io voglio bene a tutti, così
come lo voglio al mio babbo,
come lo voglio alla mia mamma
e come lo voglio a Dio!

Io voglio bene a tutti, così
come lo voglio al mio babbo,
come lo voglio alla mia mamma
e come lo voglio a Dio!

2/1/2013 - 19:43


La bambina è cresciuta. Se la qualità delle canzoni sia migliorata ve lo lascio decidere guardando questo video (4 milioni di visualizzazioni su Youtube nella prima settimana)

18/11/2018 - 18:29


fra l'altro il video di questa canzone non si trova ma si trova il video di un'altra canzone omonima di un gruppo rock rumeno (1985) niente male. Introvabile il testo.

Lorenzo - 18/11/2018 - 18:45



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org