Lingua   

È già domenica

Statuto
Lingua: Italiano

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Le due storie
(Rocco Hunt)
Vamos a la playa
(Righeira)
Piazza Indipendenza
(Assalti Frontali)



Gabriele Sandri

dall'omonimo album del 2010
L'11 novembre 2007, dodicesima giornata di campionato, un nuovo grave lutto colpisce il calcio italiano: Gabriele Sandri, un tifoso della Lazio, viene ucciso in una stazione di servizio nei pressi dello svincolo autostradale di Arezzo da un colpo di pistola sparato dall'agente di polizia Luigi Spaccarotella, che si trovava dall'altra parte della carreggiata e la cui attenzione era stata richiamata da una rissa tra tifosi laziali e juventini[1]. Gabriele Sandri muore colpito da un proiettile al collo mentre era seduto sul sedile posteriore dell'automobile a bordo della quale stava viaggiando.

Spaccarotella verrà accusato di omicidio volontario e condannato il 14 luglio 2009 in primo grado per omicidio colposo a una pena di 6 anni di reclusione. In appello la condanna viene aggravata ad omicidio volontario con una pena di 9 anni e 4 mesi, successivamente confermata anche in Cassazione.
La notizia si diffonde immediatamente, e durante la stessa giornata cominciano a scatenarsi violenze ultras in tutta Italia: rinviata immediatamente Inter-Lazio per motivi di ordine pubblico; a Bergamo, viene sfondato un vetro divisore a colpi di tombino, ed i giocatori in campo vengono minacciati di ritorsioni se la gara non venisse sospesa, obbligando l'arbitro ad ordinare il "tutti a casa" dopo pochi minuti di gioco; a Taranto, parte una fitta sassaiola in campo che costringe l'arbitro a seguire l'esempio di Bergamo. In tutti gli altri campi viene osservato un minuto di silenzio, ma molti ultras protestano e chiedono le sospensione delle gare, che però vengono giocate.
Nonostante il rinvio del posticipo Roma-Cagliari per motivi di ordine pubblico in serata centinaia di ultras laziali e romanisti attaccano la stazione di polizia di via Guido Reni, il Commissariato in via Ferdinando Fuga, gli uffici del CONI e la caserma dei carabinieri di Ponte Milvio. Per gli ultras arrestati viene in seguito formulata, ma poi archiviata, anche l'accusa di terrorismo. L'11 novembre 2007 diventa il titolo del libro dello scrittore romano Maurizio Martucci che parlerà dell'uccisione di Gabriele Sandri come di "una giornata buia della Repubblica".

(DQ82)

Emozioni splendide la felicità sei tu
sentimenti puri che
cresceranno ancor di più
dormi sorridendo dormi dolce come sei
lunga notte è l’alba ormai
sembra fatta apposta per sognar
un istante un attimo
un momento sogni e poi chissà
dormi sorridendo dormi dolce come sei

Il cielo è azzurro sopra noi
è già domenica
le ali spiegherai
e ovunque tu sarai un aquilotto in volo
sempre più in alto s’alzerà

Sanguina il cuore adesso
e nessuno sa perchè
voglio la tua musica il tuo ritmo e la tua età
dormi sorridendo dormi dolce come sei

Il cielo è azzurro sopra noi
è già domenica
le ali spiegherai
e ovunque tu sarai un aquilotto in volo
sempre più in alto s’alzerà

inviata da DonQuijote82 - 29/9/2012 - 18:03


La canzone è bruttina, fa un po' troppo coro da stadio, e visto che personalmente non concepisco tutto questo interesse per il calcio che non è altro che un modo per sviare gli interessi del popolo per le cose importanti (la più grande polemica nei confronti di Monti c'è stata quando ha proposto di chiudere il campionato di calcio per un paio d'anni), ancora meno sopporto la violenza (speso oltretutto di matrice neofascista) che agli stadi è legata. Però Gabriele Sandri è una di quelle vittime della respressione di un potere che si crede onnipotente e crede di poter sparare da una parte all'altra dell'autostrada.

DoNQuijote82 - 30/9/2012 - 22:14



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org