Lingua   

Fino a dieci

Ania
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

A Sante Caserio, o La ballata di Sante Caserio
(Pietro Gori)
Cermis
(Ania)


(Moreno Bocedi)
Ali di cera
ali di cera
Conteremo fino a dieci prima di spararti in fronte
Giusto il tempo di mirare e godersi quei secondi
Nei tuoi occhi c'è la luce e la paura di chi muore
E riflette dentro ai miei la gioia di farti saltare
Spara uomo spara e chiedi solo dopo quel silenzio
Se t'inginocchierai davanti a quel comandamento
Qui una donna ha un fazzoletto bianco e lo sventola a saluto
Come madre a messo in croce
Un foglio morto che ha perduto

Parla ora parla adesso parla finchè ti è concesso
Poi piangere implorare ma imprecare non ti è ammesso
Nel rancore le ferite stanno ancora sanguinando
e i tuoi giorni da carogna ad uno ad uno stan finendo

Ora il cielo si è comprato il tuo ultimo peccato
Hai recitato la tua parte nel teatro della morte
Nei rimpianti avrò solo di quel dieci mai contato
In quel giorno più di un altro
Di non averti mai sparato

inviata da DonQuijote82 - 31/8/2012 - 10:51



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org