Lingua   

Terra, zeru e mari

Stranos Elementos
Lingua: Sardo

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Avvidecci la me fata
(anonimo)
Attenti a lu cani
(Stranos Elementos)
Osdhini pubriggu
(Stranos Elementos)


Album : Resuggontu
Anno: 2009
Resuggontu
Rit// x 2

Terra, zeru e mari
Sicari attentani a lu pianeta pà contu di multinazionali
Aria, eba, terra
Tuttu và un presgiu candu la vida si iscontra cun chisti jogghi di guerra
chi è peggiu.

1 Strofa – ZIANU (Terra)

In custa terra
Si gioga a faghe gherra
Cun sa mama de sa natura
Disagio chenza misura
Arrecamu condizione fea
De sopravivenza no intrea
Ma pianu pianu un’agonia
I sas tirannias
Chi aplicamu po faghe sofrire
Solu noi podimu impedire
Ma ogni die
Andamus in colassu e pro chie?
Solu pro sos pagos
Lamentendesi rio-mare-lago
Chelos chi pianghene acido
Mare chi diventan pallidos
E de sa terra sun sa lacanas
Una triade magica
Ca una senza s’attera no rende
Ca totta tre sun sofrende
Sun sos pago chi poden difendere
In custa terra chi è pianghende
Ma su contu a noi este arrivende
Finindela
De lu trattare male
Ca Su mundu
a bisonzu de un’aggiudu…
ed è siguru.

Rit// x 2

Terra, zeru e mari
Sicari attentani a lu pianeta pà contu di multinazionali
Aria, eba, terra
Tuttu và un presgiu candu la vida si iscontra cun chisti jogghi di guerra
chi è peggiu.

2 Strofa - RD (Zeru)

In chisthu zeru calu un velu pietosu
ogni nuvola è una tumba pà ga zescha lu riposu
un casdhu afosu sciogli li lagrimi ni l’aria
fara una pioggia acida
una nova foima di malaria
astrhu chi parietaria non vi so più li quattro stagioni
lu sori adareddu le sbarre di una prigioni
fatti di fummu e vapori
parimmu in matrix un mondu cun lu microcip
di un solu culori ti lu dizzi rd
dezzi,centu, milli arcobaleni e un soru tono
nieddu pirigu cumenti lu buco nell’ozono
In biligu tra l’oro effimeru e
lu controllo climaticu
di chisthu mondu stitigu chi so rendendi staticu
cun un profilu criticu
pà l’emissioni di co2
missioni segrete cumenti la p2
tra mani tesi ma non pà dà l’aggiudu a ga è caggiuddu
ma pà sasdhà lu debidu chi no è mai ischaduddu
lu debidu cu lu terzo mondu
candu si è in debiddu cun lu primmu
e si continua a girà in tondu
fondu la teoria cun la pratica ma
conta più la fama di la fammi in Africa
pà chisthu lampu rime in cagiudda libara
chi lassani lu segnu cumenti una scia chimica.

Rit// x 2

Terra, zeru e mari
Sicari attentani a lu pianeta pà contu di multinazionali
Aria, eba, terra
Tuttu và un presgiu candu la vida si iscontra cun chisti jogghi di guerra
chi è peggiu.

3 Strofa - OKIO (Mari)

In chistha terra
In chisthu zeru
In chisthu mari
Fattu di lagrimi e sari
indi piu affondu zi fari
candu la vidda no vari
lu tantu candu
una mariggiadda a fattu all astrha
ni la rocca lassa finza ki l’ isthampu
candu diventa campu santu
pa ga a riva no e arrividdu
pa ga aggiuddu no l ha daddu
pa ru pesciu a la diossina
un pischadori rassignaddu
ki ni ra peddi arregga segni di ru tempu
chi pesdhi lu terreno pa lassa loggu a casi fatti cimentu
soru un mamentu di un pinsamentu pa ru dumani
candu… la rima chi ti vozzu arrivi sotto foimma di Tsunami
cosa rimani di chisthu ammentu
pa un mari troppu mannu chi
muddu si ni sthazzi ammaraddu drentu
tra zeru e terra pà un movimentu
eu sthoggu attentu intantu vedi lu mondu
tra gherra mosthi e inquinamentu.

Rit// x 2

Terra, zeru e mari
Sicari attentani a lu pianeta pà contu di multinazionali
Aria, eba, terra
Tuttu và un presgiu candu la vida si iscontra cun chisti jogghi di guerra
chi è peggiu.

inviata da DoNQuijote82 - 17/4/2012 - 18:18



Lingua: Italiano

Versione italiana dal sito ufficiale
Terra, cielo e mare

Rit// x 2

Terra, cielo, mare
Sicari attentano al pianeta per conto di multinazionali
Aria, acqua, terra
Tutto ha un prezzo
Quando la vita si scontra con questi giochi di guerra
È peggio

1 Strofa – ZIANU (Terra)

In questa terra
si gioca a fare la guerra
con madre natura
disaggi senza misura
arrechiamo brutte condizioni
di una sopravivenza e non intera
ma pian piano un’agonia
nelle tirannie
che applichiamo per fare soffrire
solo noi le possiamo impedire
ma ogni giorno
andiamo al collasso e per chi?
Solo per i pochi
Lamentandosi fumi mari e laghi
Celi che piangono acidi
Mari che diventano pallidi
E della terra sono i confini
Sono una triade magica
Perché una senza l’altra non rende
Perché tutte e tre stanno soffrendo
Sono i pochi che possono difenderle
In questa terra che sta piangendo
Ma il conto a noi sta arrivando
Finiscila
Di trattarla male
Perché il mondo
Ha bisogno di un aiuto
Ed è sicuro.

Rit// x 2

Terra, cielo, mare
Sicari attentano al pianeta per conto di multinazionali
Aria, acqua, terra
Tutto ha un prezzo
Quando la vita si scontra con questi giochi di guerra
È peggio

2 Strofa - RD (Cielo)

In questo cielo calo un velo pietoso
ogni nuvola è una tomba per chi cerca il riposo
un caldo afoso scioglie le lacrime nell’aria
scende una pioggia acida
una nuova forma di malaria
altro che Parietaria non ci sono più le mezze stagioni
il sole dietro le sbarre di una prigione
fatta di fumo e vapori
sembriamo in Matrix un mondo con il microchip
di un solo colore, te lo dice RD
dieci, cento, mille arcobaleni e un solo tono
nero sporco
come il buco dell’ozono in bilico
tra l’oro effimero e il controllo climatico
di questo mondo stitico che stanno rendendo statico
con il profilo critico per le emissioni di co2
missioni segrete come la P2
in mezzo a mani tese ma non per dare aiuto a chi è caduto
ma per far saldare il debito che non è mai scaduto
il debito con il terzo mondo
quando si è in debito con il primo e si continua a girare intorno
fondo la teoria con la pratica
ma conta più la fama che la fame in africa
per questo getto rime in caduta libera
che lasciano il segno come una scia chimica.

Rit// x 2

Terra, cielo, mare
Sicari attentano al pianeta per conto di multinazionali
Aria, acqua, terra
Tutto ha un prezzo
Quando la vita si scontra con questi giochi di guerra
È peggio

3 Strofa - OKIO (Mare)

In questa terra
In questo cielo
In questo mare
Fatto di lacrime e sale
Dove più a fondo ci scendi
Quando la vita non ne vale la pena
Quando una mareggiata dietro l’altra
Lascia i segni sulla roccia
Quando diventa cimitero
Per chi a riva non è arrivato
Per chi aiuto non gli ha dato
Per il pesce alla diossina
Un pescatore rassegnato
Che sulla pelle porta i segni del tempo
Che perde il terreno per dare spazio a case fatte di cemento
Solo il momento di un pensiero per il domani
Quando…la rima che faccio arriva sotto forma di Tsunami
Cosa rimane di questo ricordo
Per un mare troppo grande
Che in silenzio rimane ammalato dentro
Tra cielo e terra per un movimento
Io resto attento intanto vendo il mondo
Tra guerra morti e inquinamento.

Rit// x 2

Terra, cielo, mare
Sicari attentano al pianeta per conto di multinazionali
Aria, acqua, terra
Tutto ha un prezzo
Quando la vita si scontra con questi giochi di guerra
È peggio

inviata da DQ82 - 17/4/2012 - 18:19



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org