Lingua   

He Had a Long Chain On

Jimmy Driftwood
Lingua: Inglese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Il Pescatore
(Fabrizio De André)
Don't Ever Take Away My Freedom
(Peter, Paul and Mary)


‎[1960]‎
Album “The Westward Movement”‎
Ripresa da Peter, Paul & Mary nel loro album del 1963 intitolato “In The Wind”‎

The Westward Movement

Un testo che può essere interpretato come una sorta di parabola evangelica ed anche antiautoritaria, ‎quella di un uomo che, senza fare domande, accoglie e sfama un fuggiasco, un evaso, un braccato, ‎uno schiavo in fuga, un povero Cristo, Cristo stesso, un po’ come ‎‎Il pescatore di De André, ma che, ‎leggendo una nota dello stesso autore (riportata su ‎‎Mudcat Café) potrebbe anche raccontare una ‎piccola storia vera di piccoli uomini che ebbero il coraggio di opporsi alla guerra. Infatti Jimmy ‎Driftwood racconta di una storia risalente alla Guerra Civile secondo cui, dalle parti dove lui ‎nacque, nella contea di Stone in Arkansas, molti uomini si rifiutarono di combattere sia contro le ‎giacche blu dell’Unione sia contro i loro amici sudisti. Per questo i confederati – i loro amici – li ‎arrestarono e li trascinarono via in catene per imprigionarli. Uno di questi “renitenti”, nonostante ‎fosse quasi impossibilitato a muoversi da una grossa catena con relativa palla di ferro fissata alla ‎caviglia, riuscì comunque e miracolosamente a fuggire e non fu più rintracciato…‎
One night as I lay on my pillow
Moon shining bright as the dawn
I saw a man come-a-walkin'
He had a long chain on

I heard his chain a clankin'
It made a mournful sound
Welded around his body
Dragging along on the ground

He had a long chain on
He had a long chain on
He had a long chain on

He came up to my window
He looked at me and he said
‎"I am so tired and hungry
Give me a bite of your bread"

He did not look like a robber
He didn't look like a thief
His face was all covered in sadness
He had a voice full of sorrow and grief

He had a long chain on
He had a long chain on
He had a long chain on

I went into my kitchen
Got him a bowl full of meat
A drink and a pan of cold biscuits
That's all I had for him to eat

And though he was tired and hungry
A bright light came over his face
He bowed his head on his bosom
He made a beautiful grace

He had a long chain on
He had a long chain on
He had a long chain on

‎(Long chain, long chain, long chain)
‎(He had a long chain on)
‎(Long chain, long chain, long chain)
‎(He had a long chain on)

I fetched my chisel and hammer
Offered to set him free
He shook his head and said sadly
‎“Guess we had best let it be”

When he had finished his supper
He thanked me again and again
And though it's been years since I saw him
I still hear the rattle of his chain

He had a long chain on
He had a long chain on
He had a long chain on

He had a long chain on
He had a long chain on
He had a long chain on

inviata da Bartleby - 18/1/2012 - 10:29



Lingua: Italiano

Tentativo di traduzione italiana di Bartleby.
EGLI TRASCINAVA UNA LUNGA CATENA

Una notte mentre stavo prendendo sonno ‎
e la luna splendeva luminosa come l'alba ‎
vidi venire un uomo
che trascinava una lunga catena.‎

Sentii il clangore della sua catena
faceva un rumore lugubre
chiusa intorno al suo corpo
e trascinata a terra.‎

Egli trascinava una lunga catena‎
Egli trascinava una lunga catena
Egli trascinava una lunga catena

Quell’uomo venne alla mia finestra
mi guardò e disse
‎“Sono così stanco ed affamato‎
Dammi un po’ del tuo pane”.‎

Non sembrava un rapinatore
non aveva l’aspetto di un ladro
il suo viso era un maschera di tristezza
e la sua voce colma di pena e di dolore.‎

Egli trascinava una lunga catena
Egli trascinava una lunga catena
Egli trascinava una lunga catena

Lo feci entrare in cucina
gli diedi un piatto pieno di cibo
qualcosa da bere e delle gallette
questo è quanto gli diedi da mangiare.‎

E benchè fosse stanco ed affamato
una luce vivida gli comparve sul viso
ed egli chinò il capo
e mormorò una preghiera di ringraziamento.‎

Egli trascinava una lunga catena
Egli trascinava una lunga catena
Egli trascinava una lunga catena

Presi uno scalpello ed un martello
e mi offrii di liberarlo
ma egli scosse la testa e tristemente disse
‎“Facciamo meglio a lasciar stare”.‎

Poi finì il suo pasto
Mi ringraziò ancora e ancora
Per quanto siano passati anni da quando lo ‎incontrai
ancora sento il rumore della sua catena.‎

Egli trascinava una lunga catena
Egli trascinava una lunga catena
Egli trascinava una lunga catena…‎

inviata da Bartleby - 8/2/2012 - 13:04



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org