Lingua   

Le rondini bianche

Aldo e i Falisci
Lingua: Italiano

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Come by Here, Martin Luther King
(Kristin Lems)
Mounting Castles in the Blood Red Sky
(Sieges Even)
Americans
(Janelle Monáe)


1968
aldo e i fallisci

Un disco italiano noto probabilmente soltanto a pochi collezionisti. Il titolo del 45 giri, datato ovviamente 1968, è Le rondini bianche (sul retro Preludio alla fine) e gli esecutori sono Aldo e I Fallisci. Il nome del complesso nasceva dalla zona di provenienza dei suoi componenti (Civita Castellana, in precedenza Falerii, abitata dai Falisci, popolo dell’Alto Lazio ai tempi dei Latini). Il disco dedicato al leader nero è l’unico di questo gruppo di cui abbiamo trovato sia pur scarne notizie; non sappiamo se i componenti del complesso abbiano proseguito la carriera musicale.

http://www.ciociari.com/eco65/luterking.htm
Volano nel cielo nero le rondini bianche
e i fucili ora sparano contro le anime;
l’anima non ha colore,
le rondini son bianche,
quando volano contro il sole
e il cielo non ha colore.
Volano nel cielo nero le rondini bianche
e i fucili ora sparano contro le anime;
l’anima non ha colore,
le rondini son bianche,
quando volano contro il sole
e il cielo non ha colore.
Era su nel cielo nero una rondine bianca,
ora non vola più,
l’ha colpita un fucile nella notte nera
Era su nel cielo nero una rondine bianca,
ora non vola più,
l’ha colpita un fucile nella notte nera

inviata da DonQuijote82 - 21/9/2011 - 20:42


Civita Castellana, dopo 47 anni, sabato 10 novembre, tornano Aldo e i Falisci. “Che emozione tornare a cantare”.



Il complesso si esibirà sabato 10 novembre presso il Cinema Florida, in occasione della Settimana della Cultura Civitonica.

Dopo 47 anni torna ad esibirsi il complesso beat che ha fatto molto parlare di se: “Aldo e i Falisci”, lo storico gruppo musicale di Civita Castellana. Il gruppo, composto da Goffredo Chiodi alla chitarra ritmica, Aldo Angeletti prima al basso poi voce solista del complesso, Marco Manoni alla chitarra solista e Franco Spitoni alla batteria, inizia la propria carriera musicale nel 1965, con pochi strumenti ma tanta passione per la musica. Il complesso ottiene da subito un notevole successo che lo porta ad esibirsi nelle varie serate danzanti di Civita Castellana e di tutto il viterbese.

Dal 1967 il gruppo inizia a cantare non solo a Civita Castellana e nelle zone della provincia viterbese, ma anche in diverse piazze italiane ed estere. Poi, nel 1968, arriva il primo disco “Le rondini bianche” dedicato a Martin Luther King scomparso da poco. Sono gli anni dei pregiudizi razziali e, sulla scia degli altri brani buonisti del periodo, la canzone parla proprio di popoli senza colore che vogliono vivere liberi. Inoltre, il brano viene lanciato da Renzo Arbore nella trasmissione “Per voi giovani”. Ottiene un grande successo al punto che il Presidente della Repubblica Saragat e il Papa Paolo VI si complimentarono con lui e con “Aldo e i Falisci”.

Il gruppo chiude nei primi anni ’70 con le ultime esibizione per i Santi Patroni Giovanni e Marciano di Civita Castellana e le feste carnevalesche. La passione per la musica non è, però, tramontata in loro. Dopo 47 anni tornano infatti ad esibirsi in occasione della serata conclusiva della Settimana della Cultura Civitonica, il 10 novembre presso il Cinema Florida.

“È un’emozione grande per noi tornare ad esibirci dopo tanto tempo nel nostro paese – afferma Marco Manoni, chitarra solista del gruppo – è come se fosse di nuovo una prima volta, visto che la nostre ultime esibizioni risalgono a più di quaranta anni fa. La nostra passione per la musica non è mai terminata ed è proprio questa passione che ci ha spinto a cantare, dopo tutto questo tempo, in occasione della Settimana della Cultura Civitonica. È un po’ come tornare ai bei vecchi tempi”.



Monica Arigoni.

25/10/2012

www.altolazionotizie.it

gianfranco - 30/12/2016 - 18:13


versione originale (Bentler, BE/NP 5041) di Armando Stula, autore dl testo e della musica, la canzone fu poi ripresa dal gruppo di Civita Castellana e lanciata con successo nel 1968 dalla trasmissione radiofonica, condotta da Renzo Arbore, "Per voi giovani"

Ispirata alle vicende di Robert Kennedy e Martin Luther King, la canzone fu lodata in una lettera inviata ad Armando Stula dall'allora Presidente della Repubblica Saragat, che ringraziò l'autore "per la sua intensa interpretazione". Anche il Santo padre Paolo VI, secondo la stampa dell'epoca, ne rimase commosso.



notare il riferimento a Robert Kennedy (che compare anche nel video col fratello John)

notizie in : https://it.wikipedia.org/wiki/Armando_Stula




ciao a tutti buon anno

gianfranco - 1/1/2017 - 11:33


altrimenti non si spiega la frase precedente di Monica Arigoni:

Inoltre, il brano viene lanciato da Renzo Arbore nella trasmissione “Per voi giovani”. Ottiene un grande successo al punto che il Presidente della Repubblica Saragat e il Papa Paolo VI si complimentarono con lui e con “Aldo e i Falisci”.

(lui chi ?)

1/1/2017 - 11:38



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org