Lingua   

Northbound Blues

Maggie Jones
Lingua: Inglese


Ti può interessare anche...

Talking Birmingham Jam
(Phil Ochs)
Southern Man
(Neil Young)
Jim Crow
(Almanac Singers)


‎[1925]‎

White Only


Il blues non esisterebbe senza “Jim Crow”. ‎
Con questo nome viene indicato il sistema istituzionale legislativamente fondato sul presupposto ‎della disuguaglianza e segregazione razziale che fu in vigore negli States dal 1876 (ma di fatto dalla ‎loro costituzione) al 1965 e che ha reso la vita un inferno per gli afro-americani specialmente negli ‎Stati del sud. Il nomignolo "Jim Crow" è da far risalire a "Jump Jim Crow", canzonetta popolare del ‎‎1828 di tal Thomas Dartmouth (T.D.) "Daddy" Rice, un cabarettista bianco che la interpretava ‎truccato da afroamericano.‎
In questo vecchio blues Maggie Jones canta della speranza di tutti i neri di fuggire al nord, oltre la ‎Mason-Dixon, una linea di demarcazione risalente al 700 e che idealmente separava gli Stati del sud ‎schiavista da quelli del nord abolizionista.‎
Al proposito si vedano anche I Don't Want No Jim Crow Coffee e Jim Crow.‎
Got my trunk and grip all packed
Goodbye, I ain't coming back
Going to leave this Jim Crow town
Lord, sweet pape, New York bound

Got my ticket in my hand
And I'm leaving dixieland

Going north child, where I can be free
Going north child, where I can be free
Where there's no hardships, like in Tennessee

Going where they don't have Jim Crow laws
Going where they don't have Jim Crow laws
Don't have to work there, like in Arkansas

When I cross the Mason Dixon Line
When I cross the Mason Dixon Line
Goodbye old gal, yon mama's gonna fly

Going to daddy, got no time to lose
Going to daddy, got no time to lose
I'll be alone, can't hear my northbound blues

inviata da Bartleby - 13/9/2011 - 09:21



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org