Lingua   

U programma do Governu rivoluzionariu

Francesco "Ciccio" Giuffrida
Lingua: Siciliano

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Ora è ‘mpiraturi
(Giuseppe Schiera)
L’amanti miu
(Francesco "Ciccio" Giuffrida)
Sfracelli d’Italia
(Francesco "Ciccio" Giuffrida)


[1969?]
Scritta sull'aria di una tarantella popolare siciliana.
Chiudeva sia il 1° che il 2° tempo dello spettacolo " Ci ragiono e canto n.3 " di Dario Fo, 1973.
Testo trovato su Il Deposito

Credo che questa canzone risenta a pieno dell’appartenenza a quell’epoca di Giuffrida all’area dei marxisti-leninisti di “Servire il Popolo”. Ma mentre il leader di quella formazione, Aldo Brandirali, è oggi un acceso berlusconiano, Ciccio Giuffrida il popolo continua a servirlo veramente e degnamente con le sue canzoni.
Sta 'mpazzennu lu parrinu
lu patruni si fa lariu
po programma bellu e finu
do governu rivoluzionariu

co governu rivoluzionariu
cu travagghia ora cumanna
e lu riccu e l'agrariu
ca si pigghia la cunnanna

La cunnanna si la pigghia
cu non voli fari nenti
e lu riccu chianci e ragghia
ci livamu ' appartamenti

Li palazzi ci livamu
non si pava cchiù l'affittu
tutti pari 'ntettu avemu
non c'è riccu e derelittu

Non c'è riccu e derelittu
ca u travagghiu c'è ppi tutti
u travagghiu è nu dirittu
ca ppo populu su i frutti

Ppi lu populu li frutti
fatti ccu li so sururi
ca finenu i tempi brutti
de patruni ora c'è amuri

Sì c'è amuri 'ntra nuatri
cu travagghia è na famigghia
tutti i vecchi su me patri
tutti i fimmini me figghia

E me figghia va o travagghiu
li nicuzzi su a jucari
la maestra ci sta attagghiu
chista è vita di campari

Di campari chista è vita
non c'è cchiù cu non fa nenti
li parrini e l'industriali
ora azzappunu cuntenti

E si poi non su' cuntenti
a zappari stanu u stissu
gnutti amaru e strinci i denti
ca lu to distinu è chissu

Chissu senza alternativa
ca lu populu vincìu
vita sana collettiva
non c'è cchiù nè to' e nè miu

E nè to' e nè miu cchiù c'è
ca finenu i nostri vai
non cumanna u riccu o u re
ma u guvernu 'i l'operai.

inviata da Bartleby - 24/5/2011 - 10:16



Lingua: Italiano

Traduzione italiana da Il Deposito
IL PROGRAMMA DEL GOVERNO RIVOLUZIONARIO

Sta impazzendo il prete
il padrone si fa brutto in viso
per il bel programma
del governo rivoluzionario

Col governo rivoluzionario
chi lavora ora comanda
e il ricco e l'agrario
che si prendono la condanna

La condanna se la prende
chi non vuole fare niente
e il ricco piange e raglia
gli leviamo gli appartamenti

I palazzi gli leviamo
non si paga più l'affitto
tutti abbiamo una casa
non c'è ricco e derelitto

Non c'è ricco e derelitto
il lavoro c'è per tutti
il lavoro è un diritto
perchè i frutti vanno al popolo

Per il popolo i frutti
fatti col suo sudore
perchè sono finiti i tempi brutti
dei padroni, ora c'è amore

Sì c'è amore fra noialtri
chi lavora è una famiglia
tutti i vecchi sono mio padre
tutte le femmine mia figlia

E mia figlia va a lavorare
i bambini sono a giocare
la maestra gli sta accanto
questa è vita da campare

Da campare questa è vita
non c'è più chi non fa niente
e i preti e gli industriali
ora zappano contenti

E se poi non sono contenti
vanno a zappare lo stesso
inghiotti amaro e stringi i denti
perchè il tuo destino è questo

Questo senza alternativa
perchè il popolo ha vinto
vita sana collettiva
non c'è più nè tuo e nè mio

E nè tuo e nè mio più c'è
sono finiti i nostri guai
non comanda il ricco o il re
ma il governo degli operai.

inviata da Bartleby - 24/5/2011 - 10:16



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org