Lingua   

Wargames

Paz
Lingua: Italiano



[2006]
Progetto provvisorio di canzone di Edoardo "Edi" Morello. Non appena la canzone sarà stata composta con il testo definitivo, questo verrà naturalmente inserito.
La filastrocca dovrebbe essere in Swahili, e vorrebbe dire: "Salta salta salta e ora siediti"; ma non è ancora del tutto certo.
Ruka Ruka Ruka subama ka...

Così guardò verso quella radura
da dove un ciuffo d'alberi spuntava
e prendere la mira era difficile
come dare un senso a quello che faceva

E pensò che fra le braccia di sua madre
era bello addormentarsi sotto il sole
e pensò che aveva appena dieci anni
e nemmeno tanta voglia di morire

Da quel giorno che assalirono il villaggio
per costringerlo a giocare un altro gioco
da quel giorno aveva perso il suo sorriso
e imparato che una vita... vale poco.

Ruka Ruka Ruka subama ka

Imitò il passo veloce del ghepardo
la ferocia disumana delle jene
applicò quella ferocia ad ogni sguardo
per scacciare la paura quando viene

Il kalashnikov ha un suono tutto suo
e si impara a non confonderlo con niente
quando intorno senti spargersi l'odore
di una morte che ti lascia indifferente

Madre, aspettami al tramonto di ogni giorno
è a quell'ora che mi vedi ritornare
con la palla che rimbalza tutto intorno
è a quell'ora che ritorno...per giocare

Ruka Ruka Ruka subama ka

Nella casa dove un saggio mi ha insegnato
a distinguere parole disegnate
sopra un foglio un pò ingiallito e spiegazzato
su quel foglio c'era scritto "andate in pace"

E un signore che veniva da lontano
a spiegarci chi mai fosse il creatore
dell'antilope del corvo e del tafano
non ci ha detto chi permette questo orrore

Madre, aspettami al tramonto di ogni giorno
è a quell'ora che mi vedi ritornare
con la palla che rimbalza tutto intorno
è a quell'ora che ritorno...per giocare.

inviata da Riccardo Venturi - 18/1/2006 - 11:13



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org