Lingua   

Vi canteremo la favola

Collettivo del Contropotere
Lingua: Italiano


Ti può interessare anche...

Coi comunisti nel governo
(Collettivo del Contropotere)
Dove nel maggio splendono
(Collettivo del Contropotere)
Individuare il nemico da battere
(Collettivo del Contropotere)


[1976]
L'estate dei poveri
Dal foglio ciclostilato allegato alla musicassetta de "L'estate dei poveri".
Riprodotto da "La musica dell'altra Italia".
"Cantare, Anarchia, Lottare"
(Canzoniere anarchico e libertario
Da Pietro Gori a Léo Ferré, pp. 40-42)


L'estate dei poveri


estapov


Il 33 giri "L'estate dei poveri - Dalla realtà di classe al progetto libertario" del Collettivo del Contropotere, edito dal Circolo di Cultura Popolare di Massa nel 1976, fu il primo LP prodotto e realizzato da gruppi del Movimento anarchico. In origine fu diffuso per finanziare Radio Popolare Massa, l'emittente radiofonica del movimento comunista libertario massese.

- Il nostro maggio
- Individuare il nemico da battere
- Se da diecimila anni
- Andare avanti sempre
- Vi canteremo la favola
- Coi comunisti nel governo
- Anche lo Stato
- E allora sai
- Ma non riusciranno
- Avanza senza sosta
- Dove nel maggio splendono
Vi canteremo la favola del ricco e del povero,
di chi da molti millenni lavora e non ha da mangiar;
vi narreremo la storia d'un mondo misconosciuto
e di una bestia che rantola ma uccide prima di morir

...e questa bestia è il capitale,
e questa bestia sono i padroni,
e questa bestia sono i burocrati e i generali,
i preti, le monache e i reazionari.

Da mille e mille secoli i padroni del vapore
ci han strappato l'esistenza, ogni voglia di pensare,
in mille modi, in cento tempi han tolto ai proletari
il sapore di creare, la volontà di costruire,
ed hanno messo in piedi le galere e i manicomi,
le scuole, le caserme, i tribunali,
immensi carceri di stato per i lavoratori.

Per ogni bimbo donna vecchio uomo,
un binario stabilito, una strada già fissata,
e tutto questo è solamente parte di un sistema,
un'umanità repressa e violentata;
rapina, sfruttamento, oppressione, isolamento,
sangue, lutto, guerra, morte e miseria
è il concime per far crescere e ingrassare
i padroni del vapore
...mentre il figlio del proletario proletario rimarrà.

Ma c'è la scuola cultura per tutti
bambini belli e bambini brutti,
ma non è questa la divisione,
resta soltanto la selezione
e la selezione sceglie chi saranno i dirigenti
...mentre il figlio del proletario proletario rimarrà.

inviata da Riccardo Venturi - 24/9/2005 - 18:31



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org