Lingua   

Les collines de Rabiah

Salvatore Adamo
Lingua: Francese

Lista delle versioni e commenti


Ti può interessare anche...

Salvatore Adamo: Pauvre Liberté
(GLI EXTRA DELLE CCG / AWS EXTRAS / LES EXTRAS DES CCG)
La colombe
(Salvatore Adamo)
Le monde a mal
(Salvatore Adamo)


Una canzone dedicata al ricordo di Beirut prima della guerra civile che la insaguinò per vent'anni, riducendola ad un cumulo di macerie, e a com'è quando il cantante la rivede, distrutta, alla televisione...
J'ai la mémoire qui chante
Quand, dans Beyrouth, je me revois
La démarche insouciante
J'étais personne et j'étais roi

J'ai la mémoire qui danse
Sur les collines de Rabiah
Quand le soleil, en transparence
Dessine mille magnolias, mille magnolias

Beyrouth était alors un rêve
J'en cueillais ma petite part
La paix ne s'appelait pas trève
la guerre était pour bien plus tard

Au cœur des magnolias
Sur les collines de Rabiah
Au cœur des magnolias
Sur les collines de Rabiah

J'ai la mémoire qui pleure
Quand, sur l'écran, je te revois
En images qui écœurent
Pauvre Liban, j'ai mal pour toi

J'ai la mémoire qui saigne
Du sang versé par tes enfants
Et tes soleils soudain s'éteignent
Et plus personne ne comprend, personne ne comprend

Que l'on massacre l'innocence
Comme d'amour ou châtie-la
Qu'on vienne d'Amérique ou de France
Mourir au nom de quel Allah

Que pour se partager tes ruines
Au plus sanglant, reste le mien
Et c'est la paix qu'on assassine
Qu'on écartèle entre tes dieux

Au cœur des magnolias
Sur les collines de Rabiah
Au cœur des magnolias
Sur les collines de Rabiah.

inviata da Riccardo Venturi - 20/11/2004 - 13:30



Lingua: Italiano

Versione italiana di Riccardo Venturi
21 novembre 2004
LE COLLINE DI RABIAH

Mi canta la memoria
quando a Beirut mi rivedo
camminare spensierato
non ero niente ed ero un re

Mi danza la memoria
sulle colline di Rabiah
quando il sole, in trasparenza
disegna mille magnolie, mille magnolie

Beirut era, allora, un sogno
e ne coglievo la mia piccola parte
la pace non si chiamava tregua,
la guerra era per assai dopo

In mezzo alle magnolie
sulle colline di Rabiah
in mezzo alle magnolie
sulle colline di Rabiah

Mi piange la memoria
quando ti rivedo sullo schermo
in immagini strazianti,
povero Libano, ho pena per te

Mi sanguina la memoria
con il sangue versato dai tuoi figli
e i tuoi soli si spengono all'improvviso
e più nessuno capisce, nessuno capisce

che si massacra l'innocenza
come per amore, o la si punisce [*],
che si venga dall'America o dalla Francia
per morire in nome di chissà quale Allah

che per spartirsi le tue rovine
al più sanguinoso resta ciò che è mio,
ed è la pace che si assassina,
che si squarta fra i tuoi dèi

In mezzo alle magnolie
sulle colline di Rabiah,
in mezzo alle magnolie
sulle colline di Rabiah.

21/11/2004 - 10:08


Magnifica !!!
ADAMO, un vero poeta.

Vittorio - 6/3/2005 - 19:12


Ho scoperto in questa notte Santa questa magnifica canzone e me ne sono innamorato x l'intensità delle parole e per la musica che strazia il cuore. Ho rivolto il mio pensiero a tutte le vittime innocenti delle guerre e ho pianto lacrime di sangue, come da tempo non mi accadeva. Complimenti Adamo! By Marco

Marco Pestarino - 27/12/2007 - 03:53


seguo le canzoni di salvatore adamo dai primi anni 60 e per
me è il n°1 al mondo,peccato che in italia troppo resto si
siano dimenticati di lui ed in tv portano cantanti a dir poco insignificanti.Ciao a tutti

giovanni - 15/7/2012 - 15:47



Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org