Language   

A la molina no voy más

Víctor Jara
Language: Spanish

List of versions


Related Songs

Lamento borincano
(Víctor Jara)
War In The City
(Gang)
Gwerz Victor C'hara
(Gilles Servat)


Canto popolare peruviano.
Oltre alla versione di Victor Jara, la canzone è stata interpretata dal gruppo The Gang nel'album "il seme e la speranza".

Víctor Jara


Ramón Castilla è stato uno dei presidente del Perú, durante i suoi mandati (1845-1851 e 1855-1862) abolì la tratta di schiavi e promulgò una Costituzione democratica.
Baba baba bababa
Para partirita samurengue

Yuca de San Borja
samorengue sa
para ir a saña
hay que rico esta
Yuca de San Borja
samorengue sa
para ir a saña
hay que rico esta

A la molina no voy màs
porque echan azote sin cesar.

La comai’ Tomaza
y el compai’ Pascual
tuvieron treinta hijos
jesu’ que barbaridad,
que fueron esclavos
sin su voluntad,
por temor que’l amo
los fuera a azota’

A la molina no voy más
porque echan azote sin cesar.

Anda burritito anda
es demonio de borrico
que no quiere caminar
por culpa de’ste borrico
el patron me va a azota’

Y sufrieron tanto
los pobres negritos
porque al poco comen
y al mucho trabajar
hasta que del cielo
vino pa’ toitos
don Ramon Castilla
santa libertad.

A la molina no voy más
porque echan azote sin cesar.

Contributed by Marcia Rosati - 2007/10/26 - 10:52



Language: Italian

versione italiana da www.uplyrics.com
AL MULINO NON VADO PIU'

Baba baba bababa
Para partirita samurengue

Luca de San Borga
samorengue sa
per andare alla “danza”
oh, com’è bello!
Luca de San Borga
samorengue sa
per andare alla “danza”
oh, com’è bello!

Al mulino non vado più
perché ci picchiano sempre.

La comare Tommasa
e il compare Pasquale
hanno avuto trenta figli
mio Dio che roba!
che sono stati schiavi
senza volerlo
per timore che il padrone
li prendesse a botte

Al mulino non vado più
perché ci picchiano sempre.

Cammina asinello, cammina
che razza di asinello
che non vuole camminare!
per colpa di questo asinello
il padrone mi picchierà

E hanno sofferto così tanto
i poveri negretti
hanno così poco da mangiare
e tanto da lavorare
finché dal cielo
è arrivato per tutti
Don Ramòn Castilla
santa libertà.

Al mulino non vado più
perché ci picchiano sempre.

Contributed by Marcia Rosati - 2007/10/29 - 15:59



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org