Language   

Fel Shara

Anonymous

List of versions



FEL SHARA: L'INCOMPRENSIONE

A volte si cerca grazia e si trova*giustizia. Sono due parole ma la seconda a volte può riservare sorprese non proprio simpatiche.

"Cerco la morbidezza della tolleranza e trovo l'affilatezza di un rifiuto"

È difficile essere compresi nelle intenzioni, ancora più difficile se le parole non sono capienti.

Fel Shara è una canzone popolare turca dell'800, ma ripresa da vari musicisti del secolo scorso in varie lingue, racconta proprio del dramma dell'incomprensione. Una storia semplice, un dramma che diventa commedia.

Lui sta camminando per fatti suoi, non pensa a niente, è al termine di una bella giornata, non ha altro da chiedere a se stesso se non la nicotina che assorbe dalla cicca che ha in bocca. Qualcuno racconta che lo ha sentito anche fischiettare. Il sole è caldo e scalda il corpo e l'anima nelle strade di Ankara, il sole quieto del tardo pomeriggio quello che ti sta salutando per domani.

All'intrasatta, Fel Shara, gli occhi neri stupendi della Signorina hanno l'effetto dell'eclissi, il sole scompare, comincia a piovere, la luna è il suo viso che riporta la luce nella la strada.

Lui spegne la sigaretta, capite spegne la sigaretta, e domanda "Signorina, ma tu sei Luna, o raggio di Luna, o marea provocata da Luna o sei solo Luna e io non posso che aspettare la notte a incantarmi..." (cerca la grazia dell'Amor)

La Signorina, uno scatto improvviso, inatteso, inaspettato, lo colpisce col suo ombrello in mezzo... (trova la giustizia)

il dramma dell'incomprensione tra persone e popoli: si va con buone intenzioni ma poi....

La canzone nasce turca ma poi diventa un mix di turco, spagnolo, arabo, italiano, inglese, francese e ....ancora altre lingue
Fel Shara canet betet masha
la signorina aux beaux yeux noirs
come la luna etait la sua facia
qui eclairait le boulevard

Volevo parlar shata metni
because her father was a la gare
y con su umbrella darabetni
en reponse a mon bonsoir

Perche' my dear tedrabini
kuando yo te amo kitir
and if you want tehebini
il n'y a pas lieu de nous conquerir

Totta la notte alambiki
et meme jusqu'au lever du jour
and every morning ashtanaki
pour le voue de notre amour...

Contributed by Vincenzo Russo Traetto - 2022/5/12 - 19:47



Language: English

Traduzione in italiano
FEL SHARA

Stava camminando sulla strada
la signorina con gli stupendi occhi neri
come la luna era il suo viso
che schiariva la strada

Volevo parlare con lei
perché suo padre era alla stazione
e lei mi colpì col suo ombrello
in risposta al mio "buona sera"

Perché mia cara mi colpisci
quando io ti amo così?
e se tu vuoi mostrarmi il tuo amore
non è possibile conquistarci

Attenderò tutta la notte
anche fino al nascere del giorno
ed ogni giorno sarò lì
per il voto del nostro amore

2022/5/13 - 08:27



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org