Language   

Bosser huit heures

Trust
Language: French

List of versions


Related Songs

Uccidiamo il lavoro di massa
(Underground Life)
Prima noi
(Il Buio)


[1979]
Album / Albumi: Trust

birth


La canzone esce nel 1979 nell'album eponimo dei Trust, contenente dei brani storici tra cui questo Bosser huit heures, “Sgobbare otto ore”. Si tratta di una critica radicale del lavoro abbastanza rara nell'ambiente punk-rock francese: ”Hai proprio voglia a sgobbare otto ore / Il tuo salario è il salario del sudore / Hai proprio voglia a sgobbare otto ore / Il tuo salario è il salario della paura”. Una chiara, limpida e rabbiosa invettiva contro la tortura quotidiana. Il tripalium, lo sfruttamento dell'uomo da parte dell'uomo, è il fondamento della società capitalista. Quanti gruppi politici ci girano intorno, limitandosi a punzecchiare gli “eccessi” del Capitale, senza però battere il ferro dove il dente duole, vale a dire sul lavoro? I Trust ci andarono diretti, invece: si lavora unicamente per la paura di perdere il proprio impiego, l'unico modo per sopravvivere, mangiare, abitare, vestirsi, spostarsi.... si perde la propria vita per cercare di guadagnarsela. La società del capitale è terroristica. Bosser huit heures contiene anche una precisa critica al sindacalismo, rivolta in particolare contro due importanti figure del sindacalismo francese dell'epoca: Georges Séguy (1927-2016), segretario generale dal 1967 al 1982 della CGT (Confédération Génerale du Travail), ex deportato a Mauthausen e esponente del PCF, e Edmond Maire (1931-2017), altro importante capo sindacale e segretario generale dal 1971 al 1988 della CFDT (Confédération Française Démocratique du Travail). Fatte le debite differenze, ma non troppe, per rendere un'idea basta sostituire ai loro nomi francesi quelli italiani dei Luciano Lama, dei Pierre Carniti, dei Bruno Trentin. Secondo i Trust (e non solo secondo loro, visti gli sviluppi storici e sociopolitici fino ai giorni nostri), l'attività dei sindacati è controrivoluzionaria, dato che essi difendono i nostri “diritti” di andare a farsi sfruttare.

[L'introduzione è, in parte, la traduzione della relativa introduzione alla canzone in Chants de Lutte, da cui è ripreso anche il testo. - RV]
Ouvre grand tes yeux autour de toi
Le syndicat se moque de toi
Regarde Séguy rempli de vinasse
Il ne t’arrive pas à la godasse
Les autres eux ne sont pas sérieux
C’est à celui qui te baisera le mieux
Le patronat je t’en parle même pas
Il n’est bon que pour les coups bas

T’as bien raison de bosser huit heures
Ton salaire c’est le salaire de la sueur
T’as bien raison de bosser huit heures
Ton salaire c’est le salaire de la peur

Quant aux manifs t’as bien raison
Là ils te font passer pour un con
T’ouvres ta grande gueule de prolétaire
Prends donc la peine de regarder derrière
Ce syndicat qui défend ton fric
Tu verras tout n’est que politique
Fais plus la gueule sous les coups de trique
Tu n’est qu’un pion dans ce régime de flics

T’as bien raison de bosser huit heures
Ton salaire c’est le salaire de la sueur
T’as bien raison de bosser huit heures
Ton salaire c’est le salaire de la peur

Un jour viendra où tu repenseras
Ils m’ont bien eu ces enfoirés
Moi je vois mon vieux ils l’ont roulé
Pour eux ce n’est qu’un futur retraité
Il est revenu le temps des frimeurs
Maire et Séguy chantent en cœur
L’institution n’a plus de valeur
Pratique l’inceste avec ta sœur

T’as bien raison de bosser huit heures
Ton salaire c’est le salaire de la sueur
T’as bien raison de bosser huit heures
Ton salaire c’est le salaire de la peur

Contributed by Riccardo Venturi - 2021/3/25 - 21:26



Language: Italian

Traduzione italiana / Traduction italienne / Italian translation / Italiankielinen käännös:
Riccardo Venturi, 25-3-2021 21:27

trust79
Sgobbare otto ore

Spalanca gli occhi intorno a te
Il sindacato ti prende in giro
Guarda Séguy gonfio di vinaccio
Non ti lega nemmeno le scarpe
Gli altri, poi, non sono seri
Fanno a chi t'incula meglio
Del padronato manco parlo
Non è buono a altro che a colpi bassi

Hai proprio voglia a sgobbare otto ore
Il tuo salario è il salario del sudore
Hai proprio voglia a sgobbare otto ore
Il tuo salario è il salario della paura

E hai voglia a andare alle maniffe,
Là ti fan passare per un coglione
Urli e sbraiti da proletario
Ma guardati un po' alle spalle
'Sto sindacato che difende i tuoi soldi
Vedrai, altro non è che politica
E non t'incazzare se ti manganellano
Sei solo una pedina in questo regime di sbirri

Hai proprio voglia a sgobbare otto ore
Il tuo salario è il salario del sudore
Hai proprio voglia a sgobbare otto ore
Il tuo salario è il salario della paura

Verrà il giorno in cui ci ripenserai
M'han proprio fottuto 'sti stronzi
Vedo mio padre, l'hanno fregaqto
Per loro è solo un futuro pensionato
È tornato il tempo degli sbruffoni
Maire e Séguy cantano in coro
L'istituzione non ha più valore
Pratica incesto con tua sorella

Hai proprio voglia a sgobbare otto ore
Il tuo salario è il salario del sudore
Hai proprio voglia a sgobbare otto ore
Il tuo salario è il salario della paura

2021/3/25 - 21:28



Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org