Lingua   

Agapito Malteni, ferroviere

Rino Gaetano
Lingua: Italiano



Agapito Malteni era un ferroviere
viveva a Manfredonia giù nel Tavoliere,
buona educazione di spirito cristiano
e un locomotore sotto mano.

Di buona famiglia, giovane e sposato.
negli occhi si leggeva: molto complessato,
faceva quel mestiere forse per l'amore
di viaggiare sul locomotore.

Seppure complessato, il cuore gli piangeva
quando la sua gente andarsene vedeva
perché la gente scappa, ancora non capiva
dall'alto della sua locomotiva.

La gente che abbandona spesso il suo paesello
lasciando la sua falce in cambio di un martello
è gente che ricorda, nel suo cuore errante,
il misero guadagno del bracciante.

Una tarda sera partì da Torre a Mare,
doveva andare a Roma e dopo ritornare
pensò di non partire, oppure senza fretta,
di lasciare il treno a Barletta.

Svelò il suo grande piano all'altro macchinista
buono come lui, ma meno utopista
parlò delle città, di genti emigrate
a Gorgonzola oppure a Vimercate.

E l'altro macchinista capì il suo compagno,
felice e soddisfatto del proprio guadagno
e con le parole cercava di fermarlo,
ma fu una mano ad addormentarlo.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org