Lingua   

Tredici

Yo Yo Mundi
Lingua: Italiano



Uno gridava viva la libertà
due rispondeva noi la si conquisterà
tre sorrideva mentre quattro dormiva
cinque aveva tanto freddo e un poco di paura
sei vegliava il suo sonno quando la notte
si fece più scura
Sette faceva il pane, otto aveva tanta fame
nove sognava un mondo di pace e comunista
dieci parlava inglese all'undici che gli chiese:
"Harry raccontami, come sarà il nostro futuro?"
Dodici l'ago e tredici la cruna
amici e compagni in cerca di fortuna
lottando il presente desiderando un domani
giovani e belli, ribelli e partigiani
erano i tredici della Banda Tom, della Banda Tom

Che a mezzanotte il campanile suoni tredici rintocchi
Che al tredicesimo colpo tante lacrime
ad incendiare gli occhi
Chi di noi avrà il cuore libero dall'aodio e dal male
vedrà distintamente tredici nuove stelle brillare
nel cielo di Casale

Uno chiedeva adesso cosa ci succederà
due lo sapeva bene tutti noi si morirà
tre non parlava più, quattro rimaneva giù
cinque aveva pelle dura, sei gridava senza paura
maledetti fascisti assassini e la notte
si fece più scura
Sette sanguinava, otto lo rincuorava
nove soffriva per il suo sogno che in tanto svaniva
dieci si difese dai colpi, da quelli più vili
a spezzare le mani di undici fu il calcio dei fucili
Dodici l'ago e tredici la cruna
amici e compagni senza più fortuna
Neve e tormento, filo di ferro sulle mani
giovani, fratelli, ribelli e partigiani
erano i Tredici della Banda Tom, della Banda Tom

Che a mezzanotte il campanile suoni tredici rintocchi
Che al tredicesimo colpo le lacrime
ad incendiare gli occhi
Chi di noi avrà il cuore libero dall'odio e dal male
vedrà distintamente tredici nuove stelle brillare
nel cielo di Casale


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org