Lingua   

Aquile e corvi

Flavio Giurato
Lingua: Italiano (Laziale Romanesco)



Terra non sei più santa
ma sempre troppo grande
le scarpe di cartone
la fame nelle gambe
tu Dio buon camerata
tu non ci puoi tradire
lasciare dei fascisti
marcire nella neve
a stringere denti e cinghia
no il pugnale
voi dacci oggi
un po’ di sole
fine di un’illusione
e fine di un inganno
levatemi il costume
ho il trucco che si è sfatto
le aquile imperiali
sono corvi senza fretta
volavano sul foro
fanno cerchi nella testa
stringete denti e cinghia
no il pugnale
voi dacci oggi
un po’ di sole
notte tu ci nascondi
o forse tu ci ammazzi
ci ha perso qui il destino
e tu te ne approfitti
freddo sei maledetto
fai male dappertutto
né volto né bandiera
io come ti combatto
stringetevi l’un l’altro
a respirare
voi dacci oggi
un altro ieri.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org