Lingua   

Barricate

Unreal City
Lingua: Italiano



Dove va l'immobile fluire
Del tempo sopra noi?
Chiusi da sei giorni in una stanza
Deflagra la città

Dominava il freddo della camera
Le rose e il Cabernet
Spari, le barricate per le strade
Un disco di Ferré

Strane sagome, proiettate da quei fuochi sulle vie

Tremano le stanze e noi fuggiamo al di là
Oltre il vetro del tuo crimine
Vibrazioni atomiche e poi grida, alla fine
A noi non serviva affatto quella luce...

Te ne vai alle luci del mattino
La guerra passerà
Da lontano gli echi di un concerto
Bloccavan la città

Il tuo corpo abbandonato a un'altra realtà
Mozziconi spenti a terra e un film di Rohmer
A chi sorridevi mentre tutto il nostro mondo
Cadeva, avvolto dall'odore della polvere da sparo?

Vidi, d'innanzi a noi, un sipario alzarsi su di un mondo possibile
Febbricitanti eroi sul calvario
Crocefiggevi la tua innocenza in sanatori tetri di guerriglia
Di polvere e di idee e di un miraggio
Delle fantasie, dei discorsi e i simbolismi oscuri percorsi
Tutto quel che resta di quel mondo


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org