Lingua   

Portella della Ginestra

Banda POPolare dell'Emilia Rossa
Lingua: Italiano




Primo di maggio
tra le ginestre
un'armata di pezzenti
falci e forche sventolò!
urlavan mafia, agrari, sua santità
rivogliamo terra e libertà

siam qui per coltivare
piane e plebei
sarà per tutti il mondo
non più merce di usurai
niente più notai né proprietà
il futuro è collettività

le leggi inventano
per saccheggiare
ci tengono all'inferno
promettendo l'aldilà
non pregheremo mai il vostro dio
che fa santa la nostra povertà

non ci servono
duci ed eroi
la nostra sola guerra
è contro squali ed avvoltoi
sulle barbarie della realtà
il socialismo oggi vincerà

Bedda mia Portella è là
Amuninni quella è la libertà
Bedda mia Purtiedda è dda
Amuninni chidda è a libertà

Fù dei padroni
la volontà,
il sangue contadino
sparse la Xmas
strage di stato senza pietà
vite spezzate grida a metà

E' dei padroni
la crudeltà,
il sangue contadino
è sparso ancora là
strage di stato senza pietà
mai spezzerete la nostra dignità

Bedda mia Portella è la
non tornai, ma il grido ritornerà
Bedda mia Portella è qua
Amuninni noi saremo la libertà

Bedda mia Purtiedda è dda
non tornai, ma il grido ritornerà
Bedda mia Purtiedda è cca
Amuninni noi saremo la libertà


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org