Language   

Joseph

Marco Chiavistrelli
Language: Italian




Joseph ciondola nel mare di nessuno,
come la marea,
è un opaca sagoma nell'acqua
che nessuno vuole vedere,
non suonerà la campanella
che porta a scuola,
o nell'alba dolce il caldo abbraccio
di un grande amore,
Joseph è figlio di un mondo senza cuore,
appassito su se stesso come un fiore
senza passione.

Joseph è figlio della notte e del perdono
che chiede qualcuno,
di una madre impazzita di dolore
che nessuno vuole,
con la miseria che morde il cranio
e la fantasia,
e le piaghe interne che hanno voglia
di fuggir via
“se stavi a casa” disse l'uomo senza volto,
“tuo figlio non sarebbe stato morto”
lui parla in vacanza.

Quante volte ti hanno detto
non volare via,
resta a casa e fai la danza
della buia malinconia,
quanti sogni ti hanno spento
senza che la poesia
potesse volare alta
su un mondo intenso, un mondo vivo che
non calpestasse l'uomo.

E mano nella mano si giungono i cordoni
di chi ha di più perchè magari l'ha rubato,
con chi cerca un appoggio per salire in cielo,
non è un incubo no, ma un libero pensiero

Joseph ormai l'han vista tutti
quella piccola bara,
coi gendarmi della notte
a piangere una pietà avara,
a stringere soldi malati di sangue
e di menti sporche,
Joseph senza futuro quelle grida
di una madre povera madre distrutta.
Ma scricchiola la vecchia politica impazzita,
le gabbie strette che imprigionano la vita
che non ha spazio e non trova senso.

Quante volte ti hanno detto
non volare via,
resta a casa e fai la danza
della buia malinconia,
quanti sogni ti hanno spento
senza che la poesia
potesse volare alta
su un mondo intenso, un mondo vivo che
non calpestasse l'uomo.


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org