Lingua   

Su fratelli pugnamo da forti

anonimo
Lingua: Italiano (Toscano Fiorentino)



Su fratelli pugnamo da forti
contro i vili tiranni borghesi
ma come fece Caserio e compagni
che la morte l'andiede* a incontrà.

Non vogliamo più servi e padroni
l'eguaglianza sociale vogliamo
ma quelle terre che noi lavoriamo
a noi tutti le spese ci fa.

La mia testa schiacciatela** pure
disse Caserio agli inquisitori*** suoi
ma l'anarchia è più forte de' tuoi
presto presto schiacciarvi* dovrà.
NOTE al testo

* Forma dialettale fiorentina rustica per "andò".

** Qui la pronuncia effettiva richiederebbe quella fiorentina rustica (ma anche cittadina, nella sua variante più popolare): stiacciàtela, stiacciarvi.

*** La versione cantata dagli Anarchistes in Figli di origine oscura presenta qui uno strano inquisisi al posto di "inquisitori". Non sappiamo ovviamente dire se si tratti di un'incomprensione, oppure se Marco Rovelli abbia ripreso o ascoltato una versione a noi ignota.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org