Language   

Lauda per la Tav e per la Tac

Ivan Della Mea
Language: Italian



Ogni giorno io lo vedrò
irrompere nella mia valle
dopo i 50 e più chilometri
della galleria madre di tutte le gallerie
e con lui vedrò il Progresso
rutilante e la Civiltà
il Confiteor della tecnologia
il Gloria in excelsis della velocità
il Benedictus qui venit della capacità
per dire la potenza e la capienza
E la Valle di Susa pregherà
prona al suo passare
e della sua vita farà respiro
- fibre d'amianto, radioattività -
Poi,
un giorno appresso all'altro mi dirò
“Europa Europa la tua velocità
a Dio piacendo è anche la mia
ed è la stessa credi o buon D'Alema
ed è la stessa Presidente Ciampi
ed è la stessa Lunardi e Fassino
ed è la stessa Berlusconi e Prodi
che credo voi sappiate a Strasburgo
o a Bruxelles e certo anche a Roma”
E io la so inconfutabilmente
qui dove vivo qui nella mia valle:
sia Tav sia Tac
la sua velocità
la sua portanza e la sua capienza
per dire della sua capacità
sono gemelli al mio mesotelioma
lo stesso che fa uguale la mia gente
Ma per l'Europa
- si può ben dire miei cari signori -
un cancro cento mille e non so cosa
che sia più nulla e men che niente.
Pure
una speranza c'è
morire prima come un Giovanni Ardizzone
come un Carlo Giuliani
morte ad alta velocità
per l'ineffabile capacità
di chi destro e sinistro ha cura prima
la salavaguardia di macabri guadagni
di cementieri, leggi CiEmmeCi
cari ai diesse e forse anche ai compagni.

Milano, 6 dicembre 2005
Ivan Della Mea.


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org