Lingua   

Don Gallo

Stefano "Cisco" Bellotti
Lingua: Italiano



Il toscano in bocca sa già prima chi siamo
non sarà incenso, ma è terra e lavoro
c'è chi ci vorrebbe pensiero morto
ma non resta spento, errare è umano
mi alzo nel mio covo di poveri e santi
posticcio di grida e di sofferenti
gente che cerca un po' di pianura
perché di salite è già piena la vita

L'aria è fresca ed invita ad andare
camminando aiuta a pensare
c'è chi è morto per noi su una croce
e chi ha lottato per far sentire la voce.

L'antica romana ormai si è già schierata
tra sacri giudizi e sacre risposte
l'universale in Italia è un partito
l'arbitrio è libero ma le urne un po' meno
e allora calzo il cappello e benedico il mio cielo
lo specchio riflette il collare bianco
avvolge il respiro ma non toglie il fiato
l'abito non stringe l'uomo che ha dentro

L'aria è fresca ed invita ad andare
camminando aiuta a pensare
c'è chi è morto per noi su una croce
e chi ha lottato per far sentire la voce.

L'aria è fresca ed invita ad andare
camminando aiuta a pensare
c'è chi è morto per noi su una croce
e chi ha lottato per far sentire la voce.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org