Lingua   

Sulle ali del vento

Antica Tradizione
Lingua: Italiano



Spesso al tramonto io amo venire
su questa montagna, dimora dei padri, in attesa del giorno,
ma qui il giorno ha il sapore di sangue e miseria,
di caccia spietata, di terra rubata e fiducia tradita.
In fondo volevo soltanto cacciare
e poi crescere figli, come ha fatto mio padre
Invece braccati come animali
lottiamo soltanto per non morire.

L'uomo bianco che avanza è una bestia crudele,
era scritto negli astri, nei miti e leggende:
doveva arrivare.
"Geronimo" disse mio padre “quel giorno
dissotterra la rabbia, sii nube e tempesta e divampi la guerra".

Ora lottiamo senza un domani,
pallottole scarse e loro, loro sono milioni,
ma il coraggio che sgorga dalle mie vene
ai miei guerrieri infonde vigore.

Così adesso al tramonto io torno a pregare
su questa montagna, dimora dei padri, in attesa del giorno.
Mio popolo indiano non devi temere:
il bufalo un giorno torneremo a cacciare.

Nelle valli e nei prati a cavalcare
sulle ali del vento, senza morire.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org