Lingua   

Canzone per Giulio Regeni

Raffaele Di Palo
Lingua: Italiano



Qua soffia un vento, come d'uragano,
dal buio mortale, violento del Cairo,
strade lambite da urla che invano
sgorgano sangue in un funesto coro.

Giulio resiste alle vili torture
di mostri umani nelle stanze del potere,
Giulio non parla, tiene serrati i nomi,
e in quell'eroico silenzio effonde lumi.

Vi riconosco, mostri della terra,
che avvelenate l'aria dove state,
dove pietà si estingue nella guerra,
nella violenza che voi rappresentate.

Verrà quel giorno che pagherete tutto, -
ma non c'è un prezzo per quel che avete fatto –
e il vento impavido ci soffierà vicino
quella speranza d'un fulgido mattino...

Giulio resiste alle vili torture
di mostri umani nelle stanze del potere,
Giulio non parla, tiene serrati i nomi,
e in quell'eroico silenzio effonde lumi,
e in quell'eroico silenzio effonde lumi,
e in quell'eroico silenzio effonde lumi...


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org