Lingua   

Fuga e morte

De De Lind
Lingua: Italiano



Correvo per sentieri
per strade senza fine
regnava nero il buio
compagno era il mio affanno

"Attento al tuo vicino"
mi avevano sempre detto...
"Può essere il nemico
che aspetti già da tempo".

E mentre nell'intrigo
di una foresta antica
il sole si insinuava
e un raggio mi baciava.
Mi colse il grigio piombo
di un uomo senza volto
cercai di dare un grido, oh...
ma ormai ero già morto.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org