Language   

Portocivitanova nell'oscurità

Pietruccio Cerquetti
Language: Italian (Marchigiano civitanovese)



Prima, quanno commannava li ruscì
Putiì camminà sicuro
Addesso faccia a faccia non rconusci
Perché se sia tutto a lo scuro.
Va per ogni via smorcenne la luce
Per economia: “COMANDO DEL DUCE,,
Le va smorcenne tutte quanne:
l’addre ce narrìa da mette!
Perchè a la sera non ce se vede a rtirà le langette
jò lo mare ce sta Papano
Che a a prefecà lì cai.
De na parte Pippi de Monnonoo:
O Savè, non finìscemo mai?
Questo è un lavoro che gnà iano a la mattina,
Senna le langette ce vene in marina
Tutto un minuto vene in terra Settemo
de la Muscetta
Ma non se troa io scalante che je’ncozza la
langetta.
E ce sta in fìjo de lo Gnao,
Va chiamanno a Corpoduro,
A Recchìò, Muragna, cò Tamao,
Ma non li vede perchè è scuro.
Se quarc'he notte ce fa da levante,
A’ voia a luccà e a chìamà lo scalante...
Se c’è la marettîna, le scale certo se pija male
in terra non ce se vede manco se dè ppiccio lo ferale
De tasse ce ne fa pagà un macello!
Lo “Duce,, cià lo muso duro!
Guarca rubò, che razza de cerveìlo,
Da facce fatîgà a lo scuro
Quanno a la sera c’è da vini in terrà-
Pare de stà al fronte a fa la guerra.
Se custù non cambia, ce conviene mejo a ghi
a calà le nasse!
e te rconosce solo quanno che c’è da paga.-,


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org