Language   

Terremotosto

Niutàun
Language: Italian



Ogni volta che sento un rumore
mi tornano in mente le 3 e 32
dalla terra un atroce tremore
di tutte le mie speranze e le tue
Vivevamo in posto tranquillo
tra i portici e poi da corridore
se eri stanco oppure un po' brillo
ti andavi a sdraiare al parco nel sole
quando il vento di taglia le mani
capisci che è meglio se acceleri il passo
pensi forse è più caldo domani
poi alzi lo sguardo e sorridi al Gran Sasso
ora invece non c'è più nessuno
soltanto il silenzio tra i vicoli spenti
quando poi però accendi Rai1
ti sembrano tutti felici e contenti

Ma adesso la popolazione
si è rotta di stare composta al suo posto
vogliamo soltanto la ricostruzione
coraggio Aquilani Terremotosto

Ogni volta che ulula il vento
mi torna in mente quella dannata notte
i frantumi di muri e cemento
e l'Aquila mia con le ossa rotte
noi vediamo di stare lontano
e darci da fare a leccar le ferite
però almeno speriamo
che ste cazzo di scosse siano finite

Ma adesso la popolazione
si è rotta di stare tranquilla al suo posto
vogliamo soltanto la ricostruzione
coraggio Aquilani Terremotosto

Ogni volta che parte una botta
torna alla mente quel 6 aprile
la città sembrava ormai morta
ma quella città può tornare a fiorire
il dolore non se ne andrà mai
ma non è più tempo di piangerci addosso
quegli amici non li rivedrai
ma scoppierà il sole da dietro quel posto

Ma adesso la popolazione
si è rotta di stare composta al suo posto
vogliamo soltanto la ricostruzione
coraggio Aquilani Terremotosto
coraggio Aquilani Terremotosto


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org