Lingua   

I nipoti di Pablo

Etruschi from Lakota
Lingua: Italiano



Cerco una dolce compagnia, un’oasi d’amore
Per ritrovar la pace
Dove io posso lavorare senza più sentire
La voce del padrone

“tu hai mezz’ora per mangiare, poche ore per dormire,
due secondi per pensare, per quanto dovrai subire.
La tua idea è un’utopia. Uno sporco sogno d’anarchia.
Tu sei un uomo malato, domani sei licenziato!”.

Bravo raccontalo agli amici di quello che tu dici
E quello che mi fai.
Io ho esposto il mio pensiero
Da uomo prigioniero che risolve i tuoi guai.

“tu non hai voglia di lavorare, hai solo voglia di dormire!
Pensi sempre a pensare, per quanto dovrai subire.
Il padrone sono io! Sono l’unico vostro Dio!
Merito più rispetto! Ritira quello che hai detto!”.

Cerco una dolce compagnia, un’oasi d’amore
Per ritrovar la pace
Dove io posso lavorare senza più sentire
La voce del padrone

“Hai sette giorni per pensare se vuoi andare o rimanere
A lavorare qui in cantiere, dopo aver fatto il tuo dovere.
Spazzerai la ciminiera, sotto ai piedi anche la terra.
E se fai per me lo straordinario ritoccheremo il tuo salario.
Il padrone sono io, non sono affatto amico tuo.
Tu sei un uomo malato, domani sei licenziato!”.

Rientro a testa bassa al mattino,
il padrone è lì vicino,
con un sogno ormai lontano.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org