Lingua   

Le case di Mosul

The Sun
Lingua: Italiano



Se parlo
m’imbatto in un punto oscuro
che temo e non vedo
alcun futuro

Io vivo
Però attorno è un inferno
Un massacro continuo
Nel nome di un qualche dio

Case in fiamme
Morti appesi
Non ne voglio più
Ogni cuore vale uguale anche quaggiù

Vite esplose
Lame e bombe
Non ne voglio più
Ogni uomo nasce innocente
Dimmi: cosa ci distingue?

Tacere è un più lento morire
Un assenso che uccide
È il male del nostro tempo

Ci sarà sempre un pretesto qualunque
una distrazione invitante
per voltare le spalle
e non guardare

Case in fiamme
Morti appesi
Non ne voglio più
Ogni cuore vale uguale anche laggiù
Vite esplose

Lame e bombe
Non ne voglio più
Ogni uomo nasce innocente
Quale sangue ci distingue?

Se un uomo è uomo difende ogni vita
Non fa differenza, lontana o vicina
Nessuna guerra è in nome di Dio
Se il mondo va a fuoco, brucerò anche io

Dov’è l’Amore?

La compassione?

La verità?

La distinzione tra il Bene e il Male?

Nessuno risponde

Ma io credo in Te.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org