Language   

Il Vladimiro

Riccardo Scocciante
Language: Italian



Uuuuh, che noia qui al Cremlino, che noia la sera,
la sera vedersi al Cremlino
[Coro : Che noia qui al Cremlino…]

Come entro, ci trovo Popov
che fa il cruciverba sul cesso,
pensando a un oppositore represso
ha negli occhi la felicità.
[Coro : La felicità]

Poi c’è Vorozov, Kutuzov e Priblenski
e un balordo che chiamano Uspenski
dice che fa il generale o il ministro
ma di che cosa nessuno lo sa.

Ma per fortuna che c’è il Vladimiro,
ripassa il ceceno col ferro da stiro,
stende buriati, inguscezi e abkazzi,
se muove un dito non ci son cazzi.

[Coro :

Ma per fortuna che c’è il Vladimiro,
ripassa l’abkazzo col ferro da stiro,
stende ceceni, inguscezi e buriati,..]

Ma chissà quanti n’ha massacrati.

Uuuuh, che noia qui al Cremlino, che noia la sera,
la sera vedersi al Cremlino
[Coro : Che noia qui al Cremlino…]

Entra la moglie di Vorozov,
che poi sarebbe la Vorozova
porta al marito un panino e due uova
e un litro di vodka per finir,
[Coro : E un litro di vodka per finir]

E poi c’è il capo della Sicurezza,
della Sicurezza,
rapporto sui terroristi arrestati,
cinque li abbiamo di già fucilati,
sei deportati nella taigà
[Coro : Nella taigà]

Ma per fortuna che c’è il Vladimiro,
ripassa il ceceno col ferro da stiro,
stende buriati, inguscezi e abkazzi,
se muove un dito non ci son cazzi.

[Coro :

Ma per fortuna che c’è il Vladimiro,
ripassa il buriato col ferro da stiro,
stende inguscezi, abkazzi e ceceni,..]

…e i gulag tornano ad essere pieni.


Uuuuh, che noia qui al Cremlino, che noia la sera,
la sera vedersi al Cremlino
[Coro : Che noia qui al Cremlino…]

In saletta c’è il telefono rosso,
telefonata puntuale alle nove
è sempre Giorgio, mai facce nuove.
Dio, che noia qui al Cremlino
[Coro: Qui al Cremlino]

Non vi dico che mi tocca fare,
stare a sentire qualche militare.
Non mi molla e continua a fissare
finché non crollo ed emetto un diktat.

Ma per fortuna che c’è il Vladimiro,
ripassa il ceceno col ferro da stiro,
stende buriati, inguscezi e abkazzi,
se muove un dito non ci son cazzi.

Ma per fortuna che c’è il Vladimiro,
ripassa l’Impero col ferro da stiro,
taglia il gas pure ai bielorussi,
e riscaldarsi ? Basta co’ ‘sti lussi !


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org