Lingua   

Il paese dei balocchi

Banda Bassotti
Lingua: Italiano



Non l'avevo capita
che l'era dei diritti era scaduta
che morire di fame
è il nuovo programma contro la povertà
che un'idea può emigrare
e un'altra idea chiude le frontiere
non avere futuro è un brivido
che dovreste provare anche voi

Quanta democrazia
urlavano quelle sirene
quanta ipocrisia gettata negli occhi
di voi gente perbene
sempre la stessa canzone
è un divieto di accesso la nuova realtà
è un parco giochi privato
la zona rossa degli 8 grandi

Di nuovo con le spalle al muro
è la sola vera novità
la vita è una passeggiata
sulla testa di chi nun ce vole stà

Non ci fate paura
torturatori e picchiatori in divisa
quando avrete finito
la rabbia che è in noi
è quello che ci resterà

Ma quanti sogni agitati
spiacenti per voi l'incubo si ripeterà
non avrete futuro, la vita è una guerra
per la libertà

Cresce la rabbia e l'attesa
per il secondo tempo dell'umanità
sarà una bella sorpresa
trovarsi un bel giorno senza la povertà

Non ci regalerà niente nessuno
prendiamocelo il diritto di vivere
basterà crederci ancora
nessun santo avremo in paradiso
se ancora non si è capito
il sangue non si ferma a Genova
qui nel paese dei balocchi
guarda pure ma nun provà a toccà

E allora canteremo forte
con chi proprio non ce la fa
e dalle selve dei quartieri
a testa alta si uscirà.


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org