Lingua   

Sarcofagìa

Franco Battiato
Lingua: Italiano



Fu nefasta e temibile l’età del tempo
di profonda e irrimediabile povertà
quando ancora non si distingueva l’aurora dal tramonto
quando l’aria della prima origine
mischiata a torbida e instabile umidità
al fuoco ed alla furia dei venti
celava il cielo e gli astri
celava il cielo e gli astri

Come può la vista sopportare
l’uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi?
Non ripugna il gusto, berne gli umori e il sangue
le carni agli spiedi crude?
E c’era come un suono di vacche
Non è mostruoso desiderare di cibarsi
Di un essere che ancora emette suoni?

Sopravvivono i riti di sarcofagìa e cannibalismo
Sopravvivono i riti di sarcofagìa e cannibalismo

Fu nefasta e temibile l’età del tempo
di profonda e irrimediabile povertà
quando ancora non si distingueva l’aurora dal tramonto
quando l’aria della prima origine
mischiata a torbida e instabile umidità
al fuoco ed alla furia dei venti
celava il cielo e gli astri
celava il cielo e gli astri

Sopravvivono i riti di sarcofagìa e cannibalismo
Sopravvivono i riti di sarcofagìa e cannibalismo


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org