Language   

Thyssen Krupp, in memory of

Francesco Chiummento
Language: Italian



Ci sono momenti nella vita in cui tutto sembra inutile
qualcuno urla a squarciagola "è stata una tragedia"
un altro ribatte "non si parli di fatalità"
il clima diventa concitato
i media accendono i riflettori
viene resuscitata la classe operaia
in uno stillicidio quasi senza fine
uno dopo l'altro i nostri compagni si spengono
questa tragedia rimarrà negli annali
perché le morti bianche sono una triste realtà
su cui non si può più tacere

Ho vissuto con tristezza tutti questi giorni
il clima è diventato irreale
il bombardamento mediatico pressante
non sappiamo ancora capacitarci di quello che è accaduto
la morte orribile dei nostri compagni deve essere un monito
per chi ti considera solo un numero
e vuole risparmiare sulla sicurezza
nonostante la pericolosità di certe lavorazioni
un imprenditore si azzarda a dire
che in certe lavorazioni i decessi
anche se minimi sono fisiologici
se la giustizia terrena non prevarrà
qualcun altro vi provvederà

è difficile trovare le parole giuste
per esprimere i propri stati d'animo
la retorica è un'arte
che alcuni usano quasi con cinismo
anch'io mi sento un miracolato
e i pensieri tornano lì
quando rimasi prigioniero
nella tavola della saldatrice
eppure tra queste tristi mura
io e tanti altri
abbiamo costruito in parte il nostro futuro
e la fine di questa fabbrica è avvenuta
nel peggiore dei modi
al di là dei colpi
sono totalmente in sintonia con chi soffre
e solidale con chi non può accettare queste morti
in questo crescendo di un clima da festa
mi sento offeso e condivido pienamente
la richiesta che sale di giustizia
e desidero se possibile un po' di silenzio


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org