Language   

Refusenik

Il Teatro degli Orrori
Language: Italian



Ma quanta fatica, tornare a casa
mi sono licenziato dall'inferno
ma quanta fatica tornare da te
amore dimmi che mi riconosci
mi riconosci ancora,
(Amore, sono io) un assassino.

Lo sai amore, io ancora non so,
che cosa voglia dire uccidere un uomo,
gli porti via tutto quello che ha,
le sue speranze, i suoi ricordi, i figli...
non moriranno mai
perché i figli non muoiono mai.

Ed eccoci qui, ancora soli,
con sempre troppe cose a cui pensare,
sempre solo a parlar d'altro.

Ma quanto, quanto dovremo ancora attendere,
per un po' di silenzio...
solo un po' di silenzio
una carezza dolce
un sorriso di madre
non dover tirare sempre a sorte la vita o la morte
non aver più paura,
abbracciami forte e dimmi piano che mi ami ancora
ti ricordi di me
Dio mio
Dio mio perdonami

Ma quanta fatica, tornare a casa
mi sono licenziato dall'inferno
ma quanta fatica tornare da te
amore dimmi che mi riconosci
mi riconosci ancora,
(Amore, sono io) un assassino.

Ed eccoci qui, ancora soli,
con sempre troppe cose a cui pensare,
sempre e solo a parlar d'altro
ancora soli


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org