Lingua   

'A seggia elettrica [Mamma sfurtunata]

E.A. Mario
Lingua: Napoletano



Quanno liggette 'o nomme int'e giurnale
dette 'nu strillo forte 'nnanze a gente:
No! Nun è overo! Figlieme è 'nnucente…
chi l'ha accusato fa 'na 'nfamità!
'E core e tutt'e mamme nun senteno raggione:
si 'e figlie nun so bbuone, nisciuno ce 'o ppo dì,
ma chella mamma s'accurgette subito
ca 'ncopp'a seggia elettrica 'o figlio jeva a murì.

Tutt'e gioielle, tutt'e cose care,
chesto ha vennuto, chello s'ha 'mpignato,
speranno c"a parola 'e l'avvocato
facesse 'o figlio a casa riturnà.
I' sulo a chille tengo, diceva a tutt'a ggente,
voglio campà pezzente, ma voglio c'hadd"ascì!
Io ca so a mamma, pozzo dì chi è figliemo:
No! 'ncopp'a seggia elettrica nun adda i' a murì!

Sta a mamma muribonda dint'o lietto,
sta 'o figlio 'ncopp'o banco 'e ll'imputate.
A uno a uno tornane 'e ggiurate:
"Micidio 'e primo grado: addà murì!"
nun ce 'o dicite a mamma ca a casa mia nun torno,
dicite: 'O tale juorno 'o vedarraie venì!
Malata, a mamma prega e aspetta a grazia…
Ma 'ncopp'a seggia elettrica 'o figlio và a murì!


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org