Lingua   

Canto dei carcerati calabresi

Ornella Vanoni
Lingua: Italiano (Calabrese)



Tutti 'sti caribinìri
su' tutti maliditti:
ce mìttene le manette
ce portane 'n prigione,
ce cunzègnane a re guardiane,
co 'nu mazze de chiavi 'n mane,
ce portane e ce arrinchiùdene
dentre a 'nu camerone...

Quande so' le sette e meze
ce ve' ru secondine,
co 'na faccia d'assassine
ru buon giorno ce ve' a da'.

Quande so le nove e meze
ce portano la pagnotta
mieza crude e meza cotta,
come se pò campa'?

E passeggio ncarzerato, oilì oilà..

Quando so' l'undici e meze
ce portane la minèsta
mizze cuppìne a testa,
come se pò campa'?

Niente me dispiace
che io ha da parti'
ma passando pe la chiazza
quacche ragazza
pe me chiagne..

A le carzare de Capace
ce so' male materasse
chi dorme e chi passe,
chi fa l'infamità…

Noce, nucèlle,
castagne abbruscate,
chesta è la vita de lu carzerate!

E passeggio ncarzerato, oilì oilà..


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org