Lingua   

Ungheria martire

Roberto Scocco
Lingua: Italiano



La notizia corse per tutta la città
la gente sorrideva felice
si erano battuti per la libertà
ma nessuno sapeva quello che
stava per accadere a Budapest

Si diceva che i russi non
avrebbero osato soffocare
la loro giovane libertà
e speravano che l'occidente non l'avrebbe permesso
ma quando seppero che migliaia di carri armati
stavano per soffocare la santa rivolta
invocarono invano aiuto ma nessuno rispose
nessuno mosse un dito
per salvare quel popolo
Per le strade di Budapest
si tentò una disperata difesa
non bastarono i piatti ricoperti di terra
non servirono le scritte a impietosire i brutali invasori
Russi a casa Russi a casa

Anche queste ultime disperate illusioni
crollarono in poco tempo
la tragedia dell'Ungheria insorta si concluse
ma il sangue sparso nei giorni gloriosi
della rivolta
non ha ancora dato i suoi frutti
e così il sipario di ferro
torna a calare sulla martire Ungheria
e si cercherà di far dimenticare
la storia di quei giorni
Ma non tutti hanno ancora dimenticato
oggi sanno che un giorno sulle tombe dei
caduti magiari sventoleranno ancora
le bandiere della libertà


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org