Language   

Il vivisettore

Joe Fallisi
Language: Italian



Entri nella stanza,
sfoderi le lame,
chiudi le tue orecchie e piombi infame il tuo cuor,
vivisettore
mi fai orrore.

Trema la natura, mostro pazzo dittatore,
pallido tiranno al tuo passaggio distruttore.

Tutto "regolare",
folle e "normale",
è la tua routine di zombi arciletale,
"operatore"
del buio orrore.

Tu ti credi un dio ma sei l'arconte più spietato,
re della tortura, biocida efferato.

Sei progressista, socialista, democratico, fascista,
ateo, religioso, umanista, buonsensista,
conformista di ogni dove, centro destra e sinistra,
qualunquista, consumista, spettatore, meccanicista.
Come cieco automa e sonnambulo divori,
sbrani, ingolli i morti e sei tu morto dentro e fuori.

Mostro in catalessi,
boia degli oppressi,
nei "laboratori" dei peggiori dolor,
vivisettore,
tu sei l'autore.

Quello che tu fai demente a scimmie, ratti, cani
presto poi diviene "trattamento" degli umani.

Basta allevamenti,
macelli, scuoiamenti!
Stop a carne, pesce, latte, uova e alimenti
degli animali annientamento.

Di esseri viventi come te, "uomo", senzienti,
capaci di soffrire e di provare sentimenti.

Auschwitz, ogni gulag, nero giogo e sfruttamento
che tu infliggi agli esseri "inferiori" e ogni tormento
hanno la lor base implacabile e sicura
nello scempio che tu fai ognor della natura.
Di chi è nato libero ed è schiavo appena nato,
con un sol diritto: di venir reificato.

Boss della nequizia,
campione d'ingiustizia,
hai dissolto oceani, madre Gaia e ruscelli,
inquinatore,
sterminatore.

Fiumi, monti, mari, laghi, boschi, pesci, uccelli...
Gli animali umani e non umani son fratelli.

Di maya dentro il velo sei immerso fino al collo,
niente stelle nella notte del Grande Fratello.
Servo volontario, suddito ultrapassivo
che trasformi in morto ogni essere ch'è vivo.
Lì sta il fondo e il fondamento dell'alienazione,
se non cessa quello mai sarà rivoluzione.

Libertà, uguaglianza, fratellanza oltre la specie...
S'alza il vento sulla Terra e l'erba ancora cresce.


Main Page

Please report any error in lyrics or commentaries to antiwarsongs@gmail.com

Note for non-Italian users: Sorry, though the interface of this website is translated into English, most commentaries and biographies are in Italian and/or in other languages like French, German, Spanish, Russian etc.




hosted by inventati.org