Lingua   

Iraq

Francesco Camattini
Lingua: Italiano



ah, ah, ah....
C'era un paese
oltre il sole d'oriente,
dove il cielo incurvava
gli ulivi degli orti
e il silenzio dei campi
intonava altri mondi,
inondava altri mondi.
C'era una strada,
come una preghiera
distesa di gente
coperta di canti
di voci, mantelli,
cani e mercanti
di voci di santi
Svelto!
Appendi la vita ad un
chiodo
prepara le valige dei
tuoi anni
raccogli il tuo tesoro
Svelti, piĆ¹ svelti
richiudete i cancelli
della memoria
riparate i corpi dei
vostri figli
dal lungo artiglio della
storia
C'era un paese
oltre il sole d'oriente,
dove il cielo incurvava
gli ulivi degli orti
e il silenzio dei campi
intonava altri mondi,
inondava altri mondi.
E ora, distesa di niente
ma calma di sangue e di neve
tra gli sguardi del vento.
E ora, distesa di morte
e corpi di cenere e
pane
concimano il campo
ah, ah, ah...


Pagina principale CCG

Segnalate eventuali errori nei testi o nei commenti a antiwarsongs@gmail.com




hosted by inventati.org