Giulio Stocchi e Gaetano Liguori

Canzoni contro la guerra di Giulio Stocchi e Gaetano Liguori
MusicBrainzMusicBrainz DiscogsDiscogs Italia Italia


Giulio Stocchi e Gaetano LiguoriGiulio Stocchi è un poeta operaio
Gaetano Liguori è un jazzista

GIULIO STOCCHI

Giulio Stocchi è nato nel 1944.
Ha studiato filosofia all'università statale di Milano e recitazione all'Accademia dei Filodrammatici.

La sua attività poetica pubblica è iniziata nel 1975.
Da allora, e per molti anni, i suoi palcoscenici sono stati le piazze, le fabbriche occupate, le manifestazioni popolari; oggi i teatri, le sale di conferenza, le università: ma sempre caratterizzando la sua poesia per un originalissimo contatto con il pubblico.

Particolarmente attento alle valenze sonore della poesia, Stocchi ha pubblicato diversi dischi: Il dovere di cantare (Premio nazionale della critica discografica), Punto e a capo, La cantata rossa per Tall el Zaatar (con la collaborazione del musicista Gaetano Liguori), Da sogni e da città sempre con Liguori.

Ha pubblicato presso Einaudi il volume di versi e prosa Compagno poeta.
È in corso di pubblicazione presso la CUEC di Cagliari L'altezza del gioco.

Fa parte del Club Psòmega che unisce artisti, filosofi, scienziati nello studio del pensiero inventivo.
Ha partecipato con suoi saggi e poesie ai volumi collettivi Il pensiero inventivo, Milano, Unicopli, 1992 e La vita inventiva, Napoli, ESI, 1998, di cui è co-curatore.
http://gstocchi.web.planet.it/

*

GAETANO LIGUORI

Diplomato in Pianoforte e in Composizione Elettronica al Conservatorio "G. Verdi" di Milano, si è presto affermato come leader dell'Idea Trio, con il quale ha fatto più di tremila concerti in tutta Italia, raggiungendo, con la sua musica, le più svariate realtà, suonando in piazze, festival, fabbriche, scuole, teatri e centri sociali. Nel 1978 ha ottenuto il Premio della Critica Discografica per il suo disco, in duo con suo padre il batterista Lino Liguori. Ha partecipato ad una delle prime formazioni di free-jazz italiani, il Gruppo Contemporaneo, e sul fronte della sperimentazione musicale ha operato con Angelo Paccagnini. Ha inoltre diretto varie ensamble, tra cui la "Collective Orchestra", ed altre numerose formazioni con i migliori talenti del jazz italiano, da Massimo Urbani, Enrico Rava, Guido Mazzon, Carlo Actis Dato ed europei, come Paul Rutherford e Martin Mayes. Vanta partecipazioni a seminari e laboratori jazz con musicisti come Steve Lacy, Roswell Rudd, Don Cherry, e Lester Bowie. Ha tenuto tournée in Germania, Francia, Svizzera, Portogallo, Cuba (Festival Internazionale della Gioventù) ed è stato inoltre il primo musicista jazz italiano a suonare in India, Thailandia, Singapore e Malesia. Ha preso parte a numerosi viaggi di solidarietà in Eritrea, Senegal, Sahara, Amazzonia, Niacaragua, Gerusalemme e Sarajevo, dove ha suonato per "Time for Peace", Beirut, per la commemorazione dell'anniversario di Sabra e Chatila, e in ultimo Bagdad. Negli anni '80 ha fondato l'etichetta discografica "Bull Records". E' molto attivo nella composizione musicale di colonne sonore, per teatro, cinema, radio e balletto, ed ha collaborato, fra gli altri, con il Premio Nobel Dario Fo. E' stato direttore artistico di varie rassegne, tra cui "Manhattan Sound" presso Palazzo Reale, a Milano, e a partecipato all'organizzazione della prima edizione del MantovaMusicaFestival. E' docente di pianoforte al Conservatorio "G. Verdi" di Milano, dove tiene anche dei seminari nel "Laboratorio di Improvvisazione". Insegna Storia del Jazz all'università Unitre di Milano, all'Humaniter di Milano, ed è titolare di una Master Class presso l'Università "L. Bocconi" di Milano. E' autore dei libri, con Guido Michelone "Una storia del Jazz", Christian Marinotti ed., Milano, 1999, e con Claudio Sessa, "Un pianoforte contro", Selene Libri, Milano, Libri, 2003. Ha registrato più di trenta tra dischi e CD, gli ultimi dal titolo "Il Comandante", per le edizioni musicali "Il Manifesto", 2003 e "L'anima di un uomo", per la Splasc(H).

http://www.salusnet.it/gaetanoliguori/