Umberto Tozzi

Canzoni contro la guerra di Umberto Tozzi
MusicBrainzMusicBrainz DiscogsDiscogs Italia Italia


Umberto TozziNato a Torino il 4 Marzo del 1952, nel 1968, a 16 anni, entra negli "Off Sound", un gruppo di giovanissimi che amano la musica. Nel frattempo si diletta a suonare nella Big Band di Patrick Sampson, sempre come chitarrista. A Milano, nei primi anni '70 entra nel giro della "Numero 1" di Battisti: suona nel gruppo di Adriano Pappalardo, partecipa al primo disco solista di Ivano Fossati e collabora con Oscar Prudente.
Nel 1972 fonda il gruppo "La Strana Società" ed arriva al successo con il brano "Pop Corn". Nel 1974 insieme a Damiano Dattoli, scrive la canzone "Un corpo e un'anima" che, interpretata da Wess e Dori Ghezzi, vince il concorso di Canzonissima. Comincia ad essere valorizzato anche come autore e nel 1975 scrive per Mia Martini la bella "Io ti ringrazio". Incide per la "Numero 1" l’album "Strada Bianca" con i "Data", gruppo che si colloca come "progressivo".
Dal 1976 intraprende la carriera solista che lo lancerà, prima con "Ti amo" e poi con "Gloria", ai vertici delle classifiche di mezza Europa e, con l’interpretazione di Laura Branigam, anche negli USA.
Nel 1987 torna alla ribalta con due nuovi successi: "Gente di Mare" cantata con Raf e presentata all'Eurofestival e "Si può dare di più" che cantata insieme a Gianni Morandi ed Enrico Ruggeri, vince il Festival di Sanremo. Il 1988 è l'anno del live "Royal Albert Hall".
La carriera dell’artista torinese prosegue anche negli anni '90 con nuove melodie sempre più ricercate che portano alla luce "Gli altri siamo noi", "Le Mie Canzoni", "Equivocando", "Il Grido" e "Aria e cielo" (quest’ultimo insieme a Mogol). Il suo nuovo disco solista si intitola "Le parole".
Nei primi mesi del 2006 è, infine, uscito un progetto di musica "lounge" dal titolo "Heterogene" che lo vede protagonista come musicista (tastiere) e compositore.