Tommy Kuti

Canzoni contro la guerra di Tommy Kuti
MusicBrainzMusicBrainz Italia Italia

Tommy Kuti (al secolo Tolulope Olabode Kuti, Nigeria, classe89) é un rapper italiano di seconda generazione.
Muove i primi passi nella musica autoproducendo due Mixtape: Tutti Vogliono L’album (2011) e Manifesto (2012); questi due dischi gli permettono di affermarsi nella scena rap Bresciana e di fare i primi concerti.

Nel 2015 insieme ad un paio di amici (Yank e Diss 2 Peace) Fonda l’etichetta “Mancamelanina”; dopo qualche mese dalla fondazione di questa etichetta, il trio pubblica il Mancamelanina Mixtape, progetto musicale che vede la partecipazione di vari artisti di seconda Genarazione provenienti da tutta Italia (Abe Kayn, Antonio Di Stefano, Slava, Galup, Sharif, Bhood).
Successivamente viene data alle stampe la famosa maglietta “Non sono straniero, sono solo stranero” – lo slogan della maglietta riprende un estratto della canzone “Stranero” di Diss 2 Peace. Le magliette ottengono subito un grandissimo successo al punto da diventare virali e richiestissime.

2016: l’anno della svolta. A giugno, Tommy Kuti collabora con il rapper Fabri Fibra, nel brano “Su Le Mani 2016” contenuto nel disco Tradimento 10 Anni – Reloaded. In ottobre, Kuti annuncia tramite i suoi canali di aver firmato un contratto discografico con Universal Music Italia.

Lo stile musicale dell’artista è altamente influenzato da varie contaminazioni: Tommy Kuti alterna canzoni da un alto contenuto sociale, che trattano temi quali il razzismo, l’integrazione e le realtà italiane, con pezzi più ritmati ed autoironici nei quali mette in mostra le proprie capacità di intrattenitore.

È a pieno titolo uno dei primissimi italiani di seconda generazione ad aver portato un nuovo prototipo di artista nella scena hip hop italiana: quello che rappresenta le nuove generazioni di giovani italiani, con genitori immigrati o di origini straniere.

(da genius.com)