Grazia Di Michele

Canzoni contro la guerra di Grazia Di Michele
MusicBrainzMusicBrainz DiscogsDiscogs Italia Italia


Grazia Di MicheleLa biografia tratta dal sito ufficiale:

http://www.graziadimichele.it

Inizia la carriera nel 1980 al Folk Studio di Roma e incide il primo album, "Cliché" definito coraggioso e insolito dagli appassionati della giovane canzone d'autore. Ci vorranno circa cinque anni perché quel disco d'esordio abbia un seguito.

Nel 1984 incide "Ragiona col cuore", dove torna sulle tracce della musica e dei temi preferiti scandagliando l’universo femminile. In queste prove è aiutata da sua sorella Joanna che collabora alla stesura dei testi. In quegli stessi anni Grazia realizza programmi musicali per la RAI e gestisce un locale a Roma, il Johann Sebastian Bar, che diventa un punto d'incontro per i musicisti romani.

Nel 1986 Grazia entra alla WEA e ha modo di dimostrare la raggiunta maturità artistica incidendo "Le ragazze di Gauguin", album con il quale vince la "Vela d'argento" e che prosegue quel discorso di canzone d'autore al femminile che caratterizza tuttora la sua produzione.

Segue nel 1988 l'album "L'amore è un pericolo", una variegata riflessione sull’amore in cui momenti di gioia si alternano a considerazioni malinconiche.

Nel 1990 con Io e mio padre partecipa al Festival di Sanremo e parallelamente prepara un nuovo album che viene pubblicato subito dopo; è una "Raccolta" che contiene due brani nuovi e fa il punto della sua produzione, presentata in versione completamente rinnovata.

Nel 1991 Grazia Di Michele si presenta nuovamente al Festival di Sanremo con un brano intitolato Se io fossi un uomo, portato in classifica in tutto il mondo da Randy Crawford con il titolo "If I were in your shoes" che è stato anche registrato in duetto. L'album in cui è presente il pezzo è "Grazia Di Michele", che esce nello stesso anno.

Ancora una partecipazione al Festival di Sanremo nel 1993, questa volta in coppia con Rossana Casale, con la canzone Gli amori diversi. Dalla collaborazione con Rossana Casale, che frutta loro il terzo posto al Festival, nasce anche l'album "Alba argentina", al quale Grazia partecipa con la scrittura di diversi brani. "Confini" viene pubblicato subito dopo, contestualmente ad un home-video contenente tutti i video realizzati fino ad allora.

Nel 1995 un nuovo contratto con la SONY porta alla realizzazione di "Rudji", album con il quale Grazia ritorna in sala dopo due anni di assenza durante i quali si è dedicata al mestiere di mamma, non tralasciando comunque la consueta attività concertistica. Anche questo album, come i precedenti, è prodotto da Lucio Fabbri e si caratterizza per una forte impronta etnica.

Alla fine del 2001 esce un nuovo album dal titolo "Naturale". Contemporaneamente all’attività musicale Grazia Di Michele sta completando un corso di formazione in musicoterapia, per dare una veste professionale ad un'attività di impegno sociale, rivolta ai bambini e ai disabili, che ha portato avanti in questi ultimi anni.

*

Grazia Di Michele (nata a Roma il 9 ottobre 1955), nome completo Maria Grazia, è una cantautrice italiana.

Da giovanissima, con Chiara Scotti e Lella Lamorgese fonda il gruppo musicale "Ape di vetro", di chiara ispirazione politica. Il gruppo accompagna gli Stradaperta, la band musicale di Antonello Venditti, aprendone i concerti. L'esperienza si protrae solo per pochi anni: Grazia Di Michele dichiara un'esigenza più musicale che politica. La sua prima esibizione da solista al Folkstudio è del 1977. La voce particolare e la forte capacità espressiva vengono subito notate dagli addetti ai lavori.

Il suo primo album si intitola Cliché ed esce nel 1980: un album acerbo musicalmente, ma che denota una forte personalità. Nel 1984 è invece la volta di Ragiona col cuore, disco più maturo e leggero. Nel 1986 esce Le ragazze di Gauguin; l'album riscuote un grande successo e le vale il premio "Vela d'argento". Nel 1988 pubblica L'amore è un pericolo. Nel 1990 è al Festival di Sanremo con Io e mio padre, primo brano della raccolta di successi intitolata semplicemente Raccolta. Nel 1991 è presente di nuovo al Festival sanremese con Se io fossi un uomo scritta assieme a Peppi Nocera: la canzone viene tradotta e interpetata da Randy Crawford, che la incide col titolo If I were in your shoes e ne fa un successo internazionale. Esce l'album Grazia Di Michele.

Nel 1993 si classifica terza a Sanremo cantando in coppia con Rossana Casale Gli amori diversi. La canzone è contenuta nell'album Confini, che si avvale dei preziosi contributi di Eugenio Finardi, Cristiano De André, Francesco Saverio Porciello e altri importanti musicisti. La Warner Music Vision nello stesso anno pubblica una raccolta vhs di tutti i videoclip promozionali girati dall'artista. Si distinguono in particolare tre video diretti dal regista premio Oscar Gabriele Salvatores.

Nel 1995 esce Rudji, considerato dalla critica il suo miglior album, purtroppo scarsamente promosso. Nel 2001 esce l'album intitolato Naturale, che conferma la raggiunta maturità artistica. Si diploma in musicoterapia e tiene delle conferenze sul tema. Dal 2003 è insegnante di canto nel programma televisivo Amici. La casa editrice Bastogi dà alle stampe un libro sulla sua vita, intitolato Le corde dell'anima, per celebrare i 25 anni di carriera della cantautrice romana. Le curatrici sono Barbara Mengozzi e Valeria Festa.

Nel 2003 è protagonista di una tournee estiva insieme a Toquinho.

Dal 2004 porta in teatro lo spettacolo Chiamalavita con Maria Rosaria Omaggio. Dallo spettacolo è tratto il CD omonimo in cui ha inciso, con arrangiamenti originali, le canzoni scritte da Italo Calvino. Nel 2006 esce l'album Respiro, lanciato dalla canzone choc intitolata Habi, un brano rock che racconta le vicende di una giovane donna kamikaze. Nello stesso anno presenta uno spettacolo teatrale da lei scritto insieme a Susanna Tamaro e Sandra Cisneros. Nel 2007 riceve la Menzione speciale al Premio Lunezia per il valore "musical-letterario" dell'album Respiro.

* 1978 - Cliché (It, ZPLT 34029)
* 1983 - Ragiona col cuore
* 1986 - Le ragazze di Gauguin
* 1988 - L'amore è un pericolo
* 1990 - Raccolta
* 1991 - Grazia Di Michele
* 1993 - Confini
* 1993 - Raccolta VHS (tutti i videoclip girati dall'artista)
* 1995 - Rudji
* 2001 - Naturale
* 2005 - Chiamalavita (con brani tratti dalle opere di Italo Calvino)
* 2006 - Respiro
* 2006 - Le più belle canzoni di Grazia Di Michele

it.wikipedia