Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data
Due anni fa Bob Dylan vinceva il Premio Nobel per la Letteratura, il primo cantante a ricevere questa onorificenza. Il signor Dylan non si scomodò neanche ad andare a ritirarlo, però nel 2017 registrò il discorso per l'assegnazione del premio.

Nel discorso commentando a modo suo il romanzo Niente di nuovo sul fronte occidentale, Dylan citava dei versi di una canzone You Ain't Talkin' to Me, attribuendola a Charlie Poole.

C'è però un problema. La citazione non era di Charlie Poole ma di una riscrittura registrata da Jim Krause assieme alla Alferd Packer Memorial String Band nel 1985 e pubblicata nell'album dal vivo "Friends for Lunch". ‎

All'epoca il nostro sito era il solo, insieme a mudcat, a riportare il testo di questa canzone. Oggi, grazie alla disponibilità della Alferd Packer Memorial String Band e di Jim Krause abbiamo pubblicato il testo completo della canzone e un link per ascoltarla e anche un adattamento in livornese!
Lorenzo Masetti 16/10/2018 - 21:55

Dove nascono le CCG

Antiwar Songs Blog
Molti di voi si saranno chiesti dove nascono le CCG, da quali località segrete vengano inseriti i commenti e le traduzioni per cui il nostro sito è ormai famoso nel mondo. Grazie a una missione segreta e all’aiuto nostro agente polacco possiamo mostrarvi una foto inedita di uno dei luoghi principali in cui nascono le […]
Antiwar Songs Staff 2018-09-14 22:55:00
21 agosto 1968
La Primavera di Praga
Pražské jaro
Pražská jar

21 agosto 2018
Riccardo Venturi 21/8/2018 - 22:08
Riccardo Venturi 17/8/2018 - 21:21

Les Traîtres

Les Traîtres

Chanson française – Les Traîtres– Marco Valdo M.I. – 2018
Ulenspiegel le Gueux – 53

Opéra-récit en multiples épisodes, tiré du roman de Charles De Coster : La Légende et les aventures héroïques, joyeuses et glorieuses d’Ulenspiegel et de Lamme Goedzak au Pays de Flandres et ailleurs (1867).
(Ulenspiegel – III, VII – XII)



Comme ordinairement dans toutes les guerres, dans toutes les affaires humaines où devrait s’instaurer fermement la fidélité, il y a des manquements qui se produisent, il y a notamment des trahisons et forcément, des traîtres ; il ne pouvait manquer de s’en trouver ici, dit Marco Valdo M.I. désabusément.

Mais, Marco Valdo M.I. mon ami, on en a déjà rencontré.

Certes, Lucien l’âne mon ami, il y a eu le cas d’Egmont et Hornes, qui ont refusé de se joindre au Taiseux pour mener la lutte contre l’envahisseur espagnol et comme tu sais, mal leur en a pris.... (continua)
L’armée et le Prince d’Orange,
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 31/5/2018 - 17:39
Video!

La madre

2004
Ambrogio Sparagna

Voce di Lucilla Galeazzi
E prima di lasciarmi fammi un sorriso
(continua)
inviata da Dq82 31/5/2018 - 11:52
Video!

Senza fucili e senza cannoni

2004
Ambrogio Sparagna

Voce di Francesco Di Giacomo

Un'esercito schierato contro un musicista... finisce a tarallucci e vino, con una diserzione collettiva
Ieve girendo per cento villaggi
(continua)
inviata da Dq82 31/5/2018 - 11:27
Percorsi: Disertori
Video!

B.H.S.

[2017]
Scritta da Andrew Fearn e Jason Williamson
Nell’album intitolato “English Tapas”
Testo trovato su Genius

Era tempo che cercavo il modo di infilare nelle CCG/AWS un brano di questo “inqualificabile” duo elektro-minimalist-rap-punk di Nottingham, ma finora i miei tentativi si erano infranti un po’ sullo slang un po’ su testi certo duri, acidi, descrittivi dello squallore della società inglese vista dal basso, ma non certo canzoni contro la guerra…

Questa “B.H.S.” sta invece a pennello nel percorso della “Guerra del lavoro” perché racconta di quanto nell’estate del 2016 venne dichiarata fallita la grande catena commerciale British Home Stores, di proprietà fino al 2015 del magnate Philip Green. Costui, un imprenditore miliardario in quota al partito conservatore, comprò l’azienda – fondata negli anni 20 del secolo scorso - nel 2000 per 200 milioni di sterline e la rivendette a 1... (continua)
It's at night when they come,
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 31/5/2018 - 09:46
Video!

Georges Brassens: Retouches à un roman d'amour de quatre sous

Scritta da Georges Brassens
Écrite par Georges Brassens
Written by Georges Brassens

Musicata da Georges Brassens e Jean Bertola
Musique: Georges Brassens et Jean Bertola
Music by Georges Brassens et Jean Bertola

Incisa da / Enregistrée par / Recorded by: Jean Bertola
Les dernières chansons inédites, 1982
Maxime Le Forestier
Petits bonheurs posthumes (12 nouvelles chansons de Brassens), 1996
Madame, même à quatre sous
(continua)
inviata da L'Anonimo Toscano del XXI secolo 30/5/2018 - 17:53
Video!

Brunori Sas: Canzone contro la paura

[2017]
Parole e musica di Brunori Sas, nome d’arte di Dario Brunori
Nell’album “A casa tutto bene”

Mentre suggerivo i cambiamenti da apportare alla pagina sul Canto degli uomini di Hikmet – correzioni suggerite da Flavio Poltronieri, profondo conoscitore del poeta turco – mi è tornato in mente questa canzone di Dario Brunori… Non che Nâzım Hikmet e Brunori Sas possano essere messi sullo stesso piano, lungi da me il paragone, però mi pare comune il concetto che le canzoni degli uomini sono migliori degli uomini stessi, se sono canzoni contro la paura, contro il dolore, contro il rancore, contro la violenza, contro la guerra...
Scrivo canzoni poco intelligenti
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 30/5/2018 - 15:17
Video!

Don't Fall In

[2016]
Versi di Kate Tempest
Musica di Kate Tempest e Dan Carey
Nell'album intitolato “Let Them Eat Chaos”
Testo ripreso da Genius

Let Them Eat Chaos è un ritratto di sette persone che alle 4.18 di mattina sono sveglie nei loro appartamenti nel sud di Londra. Non sono poveri né ricchi, ma sono immersi nel caos delle loro esistenze. Il che non può essere che dovuto a un caos più generale che è là fuori, nel mondo della politica e della società. […] Le storie private sono escamotage per parlare di una società malata, persa. […]

Ancora un brano da “Che mangino il caos”, parafrasi del “S'ils n'ont plus de pain, qu'ils mangent de la brioche”, espressione attribuita a Maria Antonietta ma certamente precedente. Anche questa “Don't Fall In” è scurissima e priva della speranza che invece comincia a trasparire, sotto forma di esortazione, solo alla fine dell’album, con “Tunnel Vision
We came from the four corners, we are the raw waters
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 30/5/2018 - 14:23
Video!

Tunnel Vision

[2016]
Versi di Kate Tempest
Musica di Kate Tempest e Dan Carey
Nell'album intitolato “Let Them Eat Chaos”
Testo ripreso da Genius

“Let Them Eat Chaos è un ritratto di sette persone che alle 4.18 di mattina sono sveglie nei loro appartamenti nel sud di Londra. Non sono poveri né ricchi, ma sono immersi nel caos delle loro esistenze. Il che non può essere che dovuto a un caos più generale che è là fuori, nel mondo della politica e della società. […] Le storie private sono escamotage per parlare di una società malata, persa. […]

L’ultima traccia, ‘Tunnel Vision’, ha il compito di lasciare l’ascoltatore con un sentimento meno amaro. È una vera chiamata alle armi, a vivere le nostre vite da svegli, a prenderci le responsabilità per quelle azioni che rendono il mondo malato («Sono state le nostre bombe a iniziare questa guerra che ora infuria molto lontano… Sono state le nostre imbarcazioni... (continua)
Indigenous apocalypse, decimated forest, the Winter of our discontent’s upon us
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 30/5/2018 - 09:47
Downloadable!

Oltre i confini

2015
Kali Yuga
Restare Umano
(continua)
inviata da Dq82 29/5/2018 - 19:00

La Harde

La Harde

Chanson française – La Harde – Marco Valdo M.I. – 2018
Ulenspiegel le Gueux – 51

Opéra-récit en multiples épisodes, tiré du roman de Charles De Coster : La Légende et les aventures héroïques, joyeuses et glorieuses d’Ulenspiegel et de Lamme Goedzak au Pays de Flandres et ailleurs (1867).
(Ulenspiegel – III, VII – XII)



« Par la grâce de Till et du poil à gratter », j’aime beaucoup cette entrée en matière, dit Lucien l’âne en rigolant de plus belle. Je vois d’ici la procession se grattant les bras, les jambes, les dos, les bas du dos, les coyons et même, Pompilius, le malheureux bienheureux, le pauvre Saint Martin de chair et d’os, le vénéré intérimaire qui n’en pouvait mais tint bon jusqu’après la fin de la cérémonie publique. Pompilius, le pauvre sonneur de la paroisse, commis d’office au remplacement de la statue détruite par le bedeau, déguisé en saint pour la circonstance,... (continua)
Par la grâce de Till et du poil à gratter,
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 29/5/2018 - 17:14
Video!

Le range fellon

Tratto da "Capitan Capitone e i Fratelli della Costa" - 2016
con Andrea Tartaglia

“Le Range Fellon” affronta temi diversi dall’ecologia al concetto di fratellanza, fino alla sete di denaro…
Daniele Sepe – Spesso mi trovo a confrontarmi con i ragazzi su questi temi. E’ successo che anche in spiaggia si aprisse una discussione di questo tipo. C’è uno scambio continuo con loro, anch’io ho capito questioni più etiche e spirituali che sono importanti per loro, ma per me erano fatti che andavano lette dopo aver analizzato le cose dal punto di vista economico, politico. Ad esempio loro hanno il retaggio di venticinque anni in cui la violenza è stata ascritta come un tabù, mentre io mi sono trovato a spiegargli che esiste a prescindere, come esiste nel mondo animale. In alcuni casi violenza è servita a far cambiare le cose in meglio. Se i miei nonni fossero andati a fare volantinaggio o i girotondi invece di prendere i fucili contro i fascisti, Mussolini sarebbe ancora qua.
blogfoolk
Il vé, camminé, pur lo scogl, avec lu chelon, le range fellon le range fellon
(continua)
inviata da Letizia 29/5/2018 - 16:54

Ben içeri düştüğümden beri

[1947]
Versi di Nâzım Hikmet
Li trovo, per esempio, nella raccolta “Yeni ṣiirler” pubblicata nel 1970 dalla casa editrice Dost Yayinlari.
Musica di Fazıl Say nel suo “Nazım Oratoryosu” del 2001, dove la poesia è interpretata dall’attore Genco Erkal.
Testo trovato qui

Dopo 10 anni di galera, 10 anni di sofferenza estrema per il poeta, 10 anni di sofferenza estrema per il mondo, per i popoli travolti dalla guerra, annientati dai cannoni, nelle stragi fasciste, nei campi di sterminio nazisti, sotto le bombe atomiche dei vincitori americani...
Ben içeri düştüğümden beri güneşin etrafında on kere döndü dünya
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 29/5/2018 - 13:25
Video!

Sankara

2017
Baïkonour

Sankara is named after the african politician Thomas Sankara. Through metaphoric figures, the song deals with the imperialist capitalist system and it’s consequences that lead to the destruction of Earth.
Fears fall at night to ruin my day, 
(continua)
inviata da Dq82 28/5/2018 - 23:07

Chcą mnie zabić!

[2018]
Primavera
Parole e musica di Krzysiek Wrona
Wstałem dziś rano,
(continua)
inviata da Krzysiek Wrona 28/5/2018 - 22:45

Yanmamış cigara

[1930]
Versi di Nâzım Hikmet, risalenti all’epoca della sua prima incarcerazione (1929-1935) causata dall’affissione di manifesti per il Partito Comunista turco.

Poesia messa in musica da Kerem Güney nel suo disco del 1977 intitolato "Tapusuz Memet"
O bu gece ölebilir
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 28/5/2018 - 13:05

Ali'nin selâmı var

[1952]
Versi di Nâzım Hikmet
Una poesia senza titolo risalente al 1952, ma edita solo 50 anni dopo.
Testo trovato grazie alla traduzione italiana di Flavio Poltronieri e ad un suo successivo suggerimento di ricerca.
In Rete compare, per esempio, nel volume "Nâzım Hikmet. Yeni Şiirler 6", pubblicato dalla casa editrice Adam nel 2015.
Scopro anche che questi versi sono stati messi in musica da Kerem Güney nel suo disco del 1977 intitolato "Tapusuz Memed"

"... L'implacabile censura della repubblica turca, più ancora di quella ottomana, ha lungamente e vergognosamente proibito i versi di Nâzım Hikmet. Nessuna tolleranza per chi difendeva con la sua semplice poesia, il proletariato turco o denunciava il genocidio armeno..." (Flavio Poltronieri)
Ali'nin selâmı var
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 27/5/2018 - 22:10

Les Bonshommes des Bois

Les Bonshommes des Bois

Chanson française – Les Bonshommes des Bois – Marco Valdo M.I. – 2018
Ulenspiegel le Gueux – 50

Opéra-récit en multiples épisodes, tiré du roman de Charles De Coster : La Légende et les aventures héroïques, joyeuses et glorieuses d’Ulenspiegel et de Lamme Goedzak au Pays de Flandres et ailleurs (1867).
(Ulenspiegel – III, V)



Les bonshommes de bois ?, dit Lucien l’âne sur un ton plein d’étonnement.

Oui, oui, Lucien l’âne mon ami, je sais, tu trouves ce titre étrange et tu as l’air de te dire que viennent faire dans cette histoire des bonshommes de bois. Je m’en vais donc te le déchiffrer à l’instant. Et d’abord, ce n’est pas des « bonshommes de bois », ce qui en ferait des marionnettes comme Pinocchio ou Tchantchès ou des poechenelles (polichinelles) comme chez Toone. Par parenthèse, les poechenelles sont à leur manière des Tills de bois. Je t’explique ça aussi.... (continua)
Les bonshommes des Pays,
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 27/5/2018 - 20:58

E je parlo 'e te

[2018]

Album : Le stelle sono rare

“E je parlo 'e te” racconta l'inaccettabilità di un sentimento considerato proibito: l'amore tra due donne che trova in sè stesso la forza e il coraggio di 'raccontarsi'. Un brano contro l’omofobia. Da Voci per la Libertà 2018
Nunn è ccà
(continua)
inviata da adriana 27/5/2018 - 07:22

Le Roi hérite

Le Roi hérite

Chanson française – Le Roi hérite – Marco Valdo M.I. – 2018
Ulenspiegel le Gueux – 49

Opéra-récit en multiples épisodes, tiré du roman de Charles De Coster : La Légende et les aventures héroïques, joyeuses et glorieuses d’Ulenspiegel et de Lamme Goedzak au Pays de Flandres et ailleurs (1867).
(Ulenspiegel – III, V)



Lucien l’âne mon ami, il faut parfois transgresser les règles, les lois et les usages, surtout quand ils constituent un frein à la juste liberté, celle de vivre d’abord pour soi ou une légitime remise en cause des usages du pouvoir. C’est un épisode du genre que raconte la chanson. Elle martèle son titre comme Héphaïstos forgeant l’éclair de Zeus, car ce titre « Le Roi hérite » inique une des raisons les plus profondes de la révolte des Gueux, mais également le leitmotiv du discours de Till à l’assemblée des Gueux Sauvages, qui forment ce qu’on appelle ici... (continua)
À l’assemblée des Gueux Sauvages,
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 26/5/2018 - 21:16
Video!

Viure

(2016)
dall'album: L'amor i la ferocitat (2016)

Forse non proprio una canzone CONTRO la guerra ma un invito a scendere nelle piazze, a lottare, che riprende la celebre citazione di Gramsci:

Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti.
Guarda’t les excuses per a un altre moment,
(continua)
26/5/2018 - 20:39
Video!

Λέρος

Léros
[1983/85]
Ο Ήχος της Ανασφάλειας II
[ρεμίξ και ακυκλοφόρητο υλικό, Demos - Tapes, 1983-1985]
(Wipe Out! Records, 1992)

Per tutta la questione del manicomio di Leros, si rimanda all'omonima canzone di Martha Frintzila. La scena musicale, qui, è però assai differente: siamo nel punk-rock militante greco degli anni '80. Gli Stress sono stati una band ateniese formatasi nel 1980 in un locale della Plaka, l'Aretousa, che era di proprietà di uno dei membri fondatori, noto come “Frank Panx”. Altri membri storici sono stati Louis (Louis Kondoulis), Kon (Kostas Drivas), Camel (Nikos Chronopoulos), Jhonny [sic, vale a dire Giannis Kafandaris] e Billy Lord (Vasilis Palaiokostas). Della situazione del manicomio di Leros, la scena punk greca si era evidentemente già accorta prima di Martha Frintzila, senza che lo scandalo del 1989 fosse ancora scoppiato: la canzone che qui si presenta risale... (continua)
Κάπου υπάρχει η κόλαση 
(continua)
inviata da Riccardo Venturi - Ελληνικό Τμήμα των ΑΠΤ "Gian Piero Testa" 26/5/2018 - 20:29

La bonne Justice

La bonne Justice

Chanson française – La bonne Justice – Marco Valdo M.I. – 2018
Ulenspiegel le Gueux – 48

Opéra-récit en multiples épisodes, tiré du roman de Charles De Coster : La Légende et les aventures héroïques, joyeuses et glorieuses d’Ulenspiegel et de Lamme Goedzak au Pays de Flandres et ailleurs (1867).
(Ulenspiegel – III, I-IV)



Ah, Marco Valdo M.I. mon ami, la « bonne Justice », voilà un titre qui, en soi, est toute une histoire, tout un programme, toute une promesse, toute une exigence et si je ne me trompe toute une illusion et tout un mensonge. Forcément !

Quelle lucidité, Lucien l’âne mon ami, il serait bien que les hommes raisonnent comme ça. Il y aurait sans doute moins d’affrontements, moins de guerres. Cependant, ce n’est pas le cas et si c’est regrettable, il faut s’en accoutumer. Note pourtant que cette « bonne Justice » existe et c’est précisément ce qui permet... (continua)
Albe, douceur et pardon, a promis ;
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 25/5/2018 - 22:20
Video!

Ballatella contro i Borboni

la traduzione italiana contiene un errore: ...e voglia dio CHE cambi questo governo...
la particella "mi" + indicativo, infatti, nelle parlate messinesi e reggine, ha la stessa valenza del "na" greco classico.
francesco salvadore 25/5/2018 - 13:30
Video!

La Nostra Song Inglese

Segnalo che Omar Pedrini stesso ci ha inviato il video della canzone, che è stato sistemato nel box apposito. Naturalmente un grande ringraziamento a Omar per il contributo!
CCG/AWS Staff 25/5/2018 - 08:16
Downloadable!

Amhrán Grá Vietnam

In realtà come si può sentire nel link su deezer, nell'album questa poesia è recitata e non cantata.
Lorenzo 24/5/2018 - 22:24
Video!

Gioco di bimba

Ho sempre adorato questa canzone! Spero che la mia traduzione in inglese possa essere utile. :)
LITTLE GIRL’S GAME
(continua)
inviata da Hagane 24/5/2018 - 16:58
Video!

Léo Ferré: Ils ont voté

Quinta stella a destra
di Alessandra Daniele

da carmillaonline

“Siamo geneticamente diversi. Un’alleanza con la Lega è fantascienza allo stato puro” – Roberto Fico
“Il giorno in cui il Movimento 5 Stelle, ma non succederà mai, si dovesse alleare coi partiti responsabili della distruzione dell’Italia, io lascerei il Movimento 5 Stelle” – Alessandro Di Battista
“Io sono del Sud. La Lega diceva: “Vesuvio, lavali col fuoco”. Io non ho nessuna intenzione di far parte di un movimento che si allea con la Lega” – Luigi Di Maio.
Cazzari.

Condoni e sgravi fiscali per i più ricchi, nessuna concreta modifica al Jobs Act, sfratti per gli occupanti senza casa, reintroduzione dei voucher, espulsioni e lager per i migranti, un CIE in ogni regione, carcere per i minorenni, difesa armata sempre legittima, ruspe per i rom, asili nido riservati ai bambini italiani.
Al netto della fuffa propagandistica,... (continua)
daniela -k.d.- 24/5/2018 - 13:53

La Cheminée

La Cheminée

Chanson française – La Cheminée – Marco Valdo M.I. – 2018
Ulenspiegel le Gueux – 47

Opéra-récit en multiples épisodes, tiré du roman de Charles De Coster : La Légende et les aventures héroïques, joyeuses et glorieuses d’Ulenspiegel et de Lamme Goedzak au Pays de Flandres et ailleurs (1867).
(Ulenspiegel – II, XX)



Donc, Lucien l’âne mon ami, Till est dans la cheminée, les pieds posés sur les crampons, le cul sur une planchette ; il se tait comme un poulet enfumé, car il lui faut « Écouter, entendre, faire rapport ».

Je me souviens, Marco Valdo M.I. ; nous en sommes restés là, nous aussi dans la cheminée enfumée, où comme Till, on attend la suite du débat.

Eh bien, dit Marco Valdo M.I., la voici. Entre les « chefs » des Gueux, soudain, rien ne va plus. Comme toujours dans les luttes d’indépendance, préludes aux combats pour la libération, qui portent les volontés de liberté,... (continua)
Dans la cheminée, campé sur ses crampons,
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 24/5/2018 - 12:59
Downloadable!

Un jour, un jour

Quelqu'un peut il me traduire finement le poème d'Aragon en espagnol ?
Cazaux Sandrine 24/5/2018 - 08:10
Downloadable! Video!

Pastime Paradise

Pure George Michael - fervente ammiratore di Stevie Wonder (del quale Michael incise e/o cantò dal vivo parecchi brani lungo tutto l'arco della sua carriera, anche duettando con Wonder in alcune occasioni) - la interpretò dal vivo. Qui (prove incluse) nel "Faith" Tour, 1988.

https://www.youtube.com/watch?v=U43JOXdazMQ
Alberta Beccaro - Venezia 24/5/2018 - 02:14
Downloadable! Video!

Living For The City

Una grintosissima versione eseguita live dall'autore nel 1997 in duetto con George Michael, grande ammiratore di Stevie Wonder (del quale Michael incise e/o cantò dal vivo parecchi brani lungo tutto l'arco della sua carriera, per l'appunto anche duettando con lui in alcune occasioni inclusa questa).
Da notare, nella band, la presenza pure di Steve Winwood alle tastiere e di Nile Rodgers alla chitarra. :-)



---------------------

Questa invece è una cover "in solitaria" dello stesso brano da parte di un George Michael più giovane nel "Cover To Cover Tour" (1991).
Alberta Beccaro - Venezia 24/5/2018 - 01:55
Downloadable! Video!

Village Ghetto Land

Nel 1988 a Wembley, in occasione del concerto-tributo londinese per il 70° compleanno di Nelson Mandela (all'epoca notoriamente ancora detenuto), il 25enne George Michael, grande ammiratore di Stevie Wonder (del quale ha inciso e/o cantato dal vivo parecchi brani lungo tutto l'arco della sua carriera, anche duettando con lui in un paio di occasioni), scelse di interpretare proprio Village Ghetto Land. Fu una delle poche scelte artistiche pienamente "in tema" nell'occasione.

https://www.youtube.com/watch?v=MEhFuWrjpgw
Alberta Beccaro - Venezia 24/5/2018 - 01:36
Video!

Summer of Love

Invertire i ruoli nella storia. Trasformare i vincitori in vinti, mostrarli fragili, indifesi esattamente come chi ha perso tutto e non ha più nulla in cui sperare. Da qui parte il bellissimo progetto “The Vulnerability Series” dell’artista siriano Abdalla Al Omari (Damasco, 1986) che raffigura gli uomini politici più influenti del mondo come mendicanti bisognosi di tutto, mandando in frantumi l’immagine di potere assoluto con cui sono abituati a mostrarsi in pubblico.

I quadri della serie sono popolati da Trump, Putin, Merkel, ma anche dal Premio Nobel per la pace Barack Obama colti nella vulnerabilità del bisogno: è l’altra faccia del potere, elemento imprescindibile dell’animo umano. La fragilità, dunque, come dono, come quintessenza di un’umanità che necessita dell’altro per essere compiuta. “The Vulnerability Series” è un lavoro che denuncia la condizione in cui vivono gli esuli siriani... (continua)
Lorenzo 24/5/2018 - 00:04
Downloadable! Video!

Era meglio morire da piccoli

anonimo
Guarda che la musica era quella del Quinto Cavalleggeri del generale Custer.
Alex 23/5/2018 - 21:48

L’Espion

L’Espion

Chanson française – L’Espion – Marco Valdo M.I. – 2018
Ulenspiegel le Gueux – 46

Opéra-récit en multiples épisodes, tiré du roman de Charles De Coster : La Légende et les aventures héroïques, joyeuses et glorieuses d’Ulenspiegel et de Lamme Goedzak au Pays de Flandres et ailleurs (1867).
(Ulenspiegel – II, XX)



Lucien l’âne mon ami, je pense que je ne vais pas devoir t’expliquer le sens du titre. Un espion, quand il s’agit d’une personne – et c’est le cas ici, puisqu’il s’agit de Till – est quelqu’un qui s’efforce de recueillir des renseignements souvent secrets ou très confidentiels ou de surveiller les agissements de personnes pour le compte d’un groupe, d’une autre personne, d’un État, etc.

Évidemment, Marco Valdo M.I. mon ami, que je sais ça et même, je peux te le dire confidentiellement, j’en ai connu et croisé un bon nombre.

Cependant, Lucien l’âne, si les espions de... (continua)
Quelque temps plus tard, Simon dit à Till.
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 23/5/2018 - 09:46

Les hommes

[1967]
Parole e musica di Jacques Debronckart
Nel suo album d’esordio, eponimo.
Interpretata anche da Francesca Solleville in un suo album del 1968
Testo trovato su WikiParoles
Ils sont maîtres et seigneurs
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 23/5/2018 - 08:57
Video!

Jacques Debronckart: Mon cher député

[1973]
Parole e musica di Jacques Debronckart
Nell’album di Jacques Debronckart eponimo

“Mio caro deputato”, o dei populisti e della loro inevitabile fine.
Mon cher député
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 23/5/2018 - 08:44
Video!

Il était une fois dans l'Est

[197?]
Parole di Maurice Fanon, che di Pia Colombo fu brevemente marito e amico per tutta la vita.
Musica di Gérard Jouannest
Nell’album di Pia Colombo eponimo, pubblicato nel 1974
Testo trovato su Paroles-Musique
Il était une fois dans l'Est une bergère qui comptait sur ses doigts
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 23/5/2018 - 08:23
Video!

Les communistes

[1974]
Parole e musica di Maurice Fanon, che di Pia Colombo fu brevemente marito e amico per tutta la vita.
Singolo del 1974.
Testo trovato su Paroles-Musique
Ils sont de notre temps, conçus sous les outrages
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 22/5/2018 - 16:19
Video!

Un soir de mai

[1965]
Parole e musica di Maurice Fanon, che di Pia Colombo fu brevemente marito e amico per tutta la vita.
In un EP pubblicato nel 1965
Testo trovato su LyricWiki
Je me souviens
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 22/5/2018 - 15:52
Video!

Ballada o Bieli

Ah - dimenticai -, sulla questione melodica: ho apportato delle modifiche, sì; ne sono stato costretto dal fatto che (come mi succede col francese e l'inglese) anche il polacco ha, se non prevalentemente ma una bell'abbondanza anch'esso, qualche parolina eccessivamente corta. Ciò determina una certa difficoltà nella trasposizione metrica che si può risolvere in due modi: o te ne infischi e sacrifichi alla ragione ritmica quella poetica, eliminando interi versi, immagini, concetti.
Oppure allunghi il tutto e di quattro versi, ad esempio, ne fai otto. E se te ne vengono solo sei e due rimangono vuoti, beh: te li inventi, divertendoti anche a compartecipare alla stesura del testo come se una parte fosse tua e stessi scrivendo, ex-novo, a tre mani con l'autore. Tre perché tu ti limiti a mettere una mano sola, sennò il concetto di "traduzione" si spinge troppo oltre i limiti.

Ne viene fuori... (continua)
Salvo Lo Galbo 22/5/2018 - 15:48
Video!

Le mauvais larron

[196?]
Parole e musica di Georges Moustaki
Interpretata da Pia Colombo (1934-1986) in un EP del 1964
Testo trovato su LyricWiki
J'aurais pu être celui-là
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 22/5/2018 - 15:28




hosted by inventati.org