Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2018-9-12

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Охота на волков

Pressocché sovrapponibile. Pressocché.
LA CACCIA AI LUPI
(continua)
inviata da Salvo Lo Galbo 12/9/2018 - 19:37

Gare au Garou

Gare au Garou

Chanson française – Gare au Garou – Marco Valdo M.I. – 2018
Ulenspiegel le Gueux – 88
Opéra-récit en multiples épisodes, tiré du roman de Charles De Coster : La Légende et les aventures héroïques, joyeuses et glorieuses d’Ulenspiegel et de Lamme Goedzak au Pays de Flandres et ailleurs (1867).
(Ulenspiegel – III, XLIII)



Ah, dit Lucien Lane, qui arrive claudiquant à pas lents, ce titre me semble inspiré directement du « Gare au gorille ! », antienne de Le gorille que composa et chanta Georges Brassens. Sans doute, le plus célèbre Gorille de tous les temps ; et à propos de gorilles, en restera-t-il encore sur Terre dans quelque temps ? Car, on les chasse odieusement. Cela dit, j’imagine que ce titre est un clin d’œil de connivence et c’est fort bien, mais est-elle aussi drôle, ta chanson ? ; je ne le sais pas, car je ne l’ai pas encore vue, mais j’en doute.

Elle ne l’est... (continua)
La population s’est rassemblée
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 12/9/2018 - 18:53
Video!

Yo pisaré las calles nuevamente

La dichiarazione choc del presidente cileno Sebastián Piñera, nell'anniversario del colpo di Stato pilotato dagli Usa:

«Con Allende la democrazia era malata». Lo schiaffo presidenziale al Cile a 45 anni dal golpe di Pinochet
12/9/2018 - 18:20
Video!

برا برا

È morto a 59 anni il cantante e compositore algerino Rachid Taha, ex leader del gruppo rock francese Carte de Séjour e considerato uno dei maggiori artisti di pop raï, un genere che mescola la musica algerina, beduina, francese e della Spagna andalusa. La notizia è stata data dalla sua famiglia: Taha è morto nel sonno per un attacco cardiaco nella sua casa a Les Lilas, in Francia. In particolare la sua musica era nota per lo stile originale che univa i suoni tradizionali algerini a quelli del rock, dell’elettronica e del punk. Taha cantò e scrisse canzoni con la band Carte de Séjour dal 1980 al 1990, quando il gruppo fu sciolto, e poi iniziò una carriera solista duettando con artisti come Patti Smith, Robert Plant e Khaled, considerato l’altro più importante artista di pop raï.
12/9/2018 - 17:41
Video!

Debora

2018
Temuto come grido atteso come canto

Dopo Non al denaro non all’amore né al cielo, che la genialità di Fabrizio De André portò all’attenzione del pubblico italiano, questo lavoro si può definire, a buon titolo, l’autentica ‘Spoon River’ italiana. Si parla di morti, questo è chiaro, ma i personaggi coinvolti non sono “morti e basta”. Loro sono morti due volte: la prima volta perché malati ed internati in un manicomio; la seconda volta perché ‘gli ospiti’, i reclusi, di origine ebraica, furono deportati ed uccisi. Tutti i personaggi raccontati nell’album hanno vissuto, o meglio, abitato, nell’isoletta di San Servolo, pittoresca oasi di terra della laguna veneta. Abitavano in una struttura molto antica, adibita a monastero per circa mille anni, ma che nel 1715 venne adibita ad ospedale militare e dopo neanche dieci anni venne trasformata in ‘manicomio’. E con questa destinazione è rimasta,... (continua)
Cade su di me la tua rabbia,
(continua)
inviata da Dq82 12/9/2018 - 17:10
Downloadable!

Brescia '74

[1974]
Parole e musica del Collettivo Víctor Jara
(Daniele Trambusti, Chiara Riondino, Massimo Fagioli, Gaja Gualtieri, Silvano Panichi, David Riondino).
Dall'album omonimo (il 1° del collettivo).

1974 COLLETTIVO VICTOR JARA (Circolo Ottobre COLP 03)
Brescia '74 / Ballata dei democratici / Per Giovanni Marini / Le Murate / La colpa è del Diavolo / Mi piaci Fanfani / Santa pazienza / La ballata dei militari / 7 colombe bianche (su una 600) / Gli eroi / Il dattilografo
Son troppi morti questa volta
(continua)
inviata da Dq82 12/9/2018 - 16:50
Downloadable! Video!

L'Internationale

Segnalata da Martin Decaluwe, che la ha reperita su un documento pdf della ABVV, un sindacato belga, la presente sembra essere, seppure in grafia modernizzata, la versione completa in neerlandese della versione classica di Henriëtte Roland Holst del 1899: le caratteristiche linguistiche lo autorizzano senz'altro a credere. Il testo rende qui nella sua completezza l'originale francese. Ringraziamo Martin Decaluwe per la segnalazione che permette di ricostituire un'altra versione completa dell'Internazionale.

This version, reported by Martin Decaluwe who found it in a pdf document of ABVV (a Belgian trade union), appears to be, though with modernized spelling, the complete version of Henriëtte Roland Holst's 1899 classical Dutch Internationale: this may be inferred with a good degree of certainty from its linguistic features. The French original is rendered here in its wholeness. We thank heartily Martin Decaluwe for his report allowing re-establishment of another complete version of the Internationale. [RV]
DE INTERNATIONALE
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 12/9/2018 - 10:57
Downloadable! Video!

L'Internationale



Si potrebbe magari pensare che la presente Australian Internationale sia una parodia -a parte l'inglese australiano che risulta senz'altro assai “alieno”, per dirla con un eufemismo; eppure ritengo che i punti-chiave del canto siano del tutto rispettati. Certo, tutto è trasferito sul piano locale e assolutamente contemporaneo: “In piedi, vittime delle stronzate sui dispositivi di privacy degli smartphones (POMM = Privacy On My Mind), l'ora è suonata per i fighetti, smettetela di farvi le seghe su quella merda di Internet, è tempo che tutti i lavoratori vivano in prosperità.” Bevete birra Foster, formate cooperative e fate provare il terrore ai signori della Guerra degli emù (conoscevate questo episodio della storia australiana, avvenuto nel 1932, quando fu usato l'esercito per mitragliare gli emù e sterminarli?). Può darsi che Eugène Pottier sarebbe rimasto un po' perplesso all'inizio,... (continua)
THE AUSTRALIAN INTERNATIONALE
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 12/9/2018 - 09:50
Video!

Long Road

(1995)
Parole e musica di Eddie Vedder
dall'EP "Merkin Ball" con Neil Young

Originariamente una canzone per un amico, l'insegnante di teatro di Eddie Vedder, Clayton E. Liggett, scritta dal cantante non appena saputo della sua morte. La canzone registrata insieme a Neil Young durante le sessions dell'album Mirror Ball (da cui sono tratte Peace And Love e Scenery) è stata pubblicata in un EP nel 1995.

Ma la canzone diventa famosa anni dopo. Dopo l'11 settembre Eddie Vedder e Mike McCready insieme a Neil Young hanno eseguito Long Road durante il concerto benefico America: A Tribute to Heroes. Il concerto, trasmesso il 21 settembre 2001, aveva l'obiettivo di raccogliere fondi per le vittime degli attentati e le loro famiglie. In quella commovente versione, Long Road diventa un lamento per tutti gli innocenti che hanno perso la vita nell'attacco alle Twin Towers.
And I wished for so long
(continua)
11/9/2018 - 23:49
Video!

Shoot The Dog

Nella fossa dei leoni mediatica USA: trascrizione di un'intervista telefonica fatta a George Michael nel corso di un programma TV della CNN ("CNN Talkback Live") il 3 luglio 2002: https://gmforever.com/george-michael-interview-on-cnn-defending-shoot-the-dog/
Alberta Beccaro 11/9/2018 - 23:35
Video!

No One Left

NON È RIMASTO NESSUNO
(continua)
11/9/2018 - 22:59
Video!

La suissitude

(2018)

Parodia della canzone "La Tristitude" di Oldelaf (anche la canzone originale è ironica) dedicata alla "Svizzerità" ossia quella cosa che ti fa smettere di fare rumore alle 10 di sera o grazie alla quale puoi essere neutrale per poi vendere le armi in tutto il mondo....
La « suissitude », c’est quand t’arrêtes de faire du bruit à 22h,
(continua)
11/9/2018 - 16:15
Downloadable! Video!

Lo que más quiero

Disperatamente bella...
11/9/2018 - 13:39
Video!

Diamante

Adelmo è il nome di Zucchero, quindi magari la nonna chiama lui
11/9/2018 - 13:11
Downloadable!

Tessera P2 #1816

2011
Io ricordo con rabbia
Io cedo e mi arrendo a un nuovo amore
(continua)
inviata da Dq82 11/9/2018 - 10:04
Downloadable!

Amedoricca – 8​:​32pm, September 11, 1988

2014
Scott free... Red handed

Una favola... o forse meglio un'allegoria...
“I wanna hear a bedtime story” 
(continua)
inviata da Dq82 11/9/2018 - 09:34
Video!

Mariposa

Nel cd “Non Canto Per Cantare” - 2015

L'11 settembre viene ricordato come il giorno degli attentati in mondovisione alle torri gemelle ma la mia generazione mai dimentica che questa data è anche quella della mattanza militare cilena al popolo di Salvador Allende e per lui sono state le ultime parole di Victor Jara : “Il sangue del compagno presidente colpisce più dei tamburi e dei mitra”. Un lutto senza clamore consumato in una epoca di cronache molto più precarie di quelle odierne, ma molti giovani qui in Europa hanno aperto gli occhi proprio allora.
Nel cd di Cranchi uscito nel febbraio del 2015 “Non Canto Per Cantare” (che altro non è se non il primo verso di “Manifesto”) il terzo brano reca appunto il titolo “11 Settembre '73” ed è già presente nel sito ma penso sia sfuggito che il brano precedente “Mariposa” pur non essendo propriamente una rigorosa traduzione, è chiaramente più che... (continua)
Forte stringe la mano
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 11/9/2018 - 08:35
Video!

Due magliette rosse

Fiori per i Desaparecidos
di Mario Salvini , La Gazzetta dello Sport.

Domani è l’11 settembre, anniversario di due tragedie.
Da una delle due, il colpo di Stato in Cile, nel 1973, sono passati 45 anni.

L’altro ieri, sabato, all’Estadio National di Santiago si giocava la partita di andata dei quarti di finale della Coppa del Cile: Universidad de Chile contro Palestino.

L’Estadio National, all’indomani del golpe militare di Pinochet e dell’uccisione di Salvador Allende, divenne un centro di detenzione. Un campo di concentramento e torture. Almeno 20.000 persone furono imprigionate lì, 41 detenuti furono uccisi.

Nello Stadio oggi hanno lasciato una settore di vecchie panche in legno, senza cartelloni pubblicitari. Panche che restano vuote, riservate a quelli che sono spariti. Ai Desaparecidos. Sopra i posti liberi una scritta: “Un popolo senza memoria è un Paese senza futuro”.

Molti... (continua)
10/9/2018 - 23:20
Video!

Walking in Your Footsteps

(1983)

Album Synchronicity

Parole e musica di Sting

Milioni di anni fa i dinosauri dominavano il pianeta. Poi si sono estinti. L'Umanità con l'invenzione della bomba atomica sta seguendo le loro orme . L'estinzione della nostra specie è ormai prossima?

Una canzone che risente del clima della guerra fredda dal bellissimo quinto e ultimo album dei Police.
Fifty million years ago
(continua)
inviata da Lorenzo 10/9/2018 - 19:03

Meurtre dans les Dunes

Meurtre dans les Dunes

Chanson française – Meurtre dans les Dunes – Marco Valdo M.I. – 2018
Ulenspiegel le Gueux – 87
Opéra-récit en multiples épisodes, tiré du roman de Charles De Coster : La Légende et les aventures héroïques, joyeuses et glorieuses d’Ulenspiegel et de Lamme Goedzak au Pays de Flandres et ailleurs (1867).
(Ulenspiegel – III, XLIII)


Dialogue Maïeutique


Cette fois, Lucien Lane mon ami, qui va balançant les oreilles, pour situer ce titre, digne, je te l’accorde, d’un roman policier – et d’ailleurs, on verra que c’est un peu de ça qu’il s’agit, je dirai volontiers que guerre ou pas, la vie continue.

Oh, Marco Valdo M.I. mon ami, j’aime beaucoup cette expression qui déclare que la vie continue, mais la penses-tu vraiment appropriée à un tel titre ?

Certes que oui, Lucien l’âne mon ami, car elle aide à comprendre ce qu’est la résilience dans une société désemparée... (continua)
Dans les campagnes, dans les villes,
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 10/9/2018 - 17:51
Downloadable! Video!

Ottavo chilometro

Ieri sera Marino ha raccontato di avere chiesto a Wilfredo Caimmi, una volta entrato più in confidenza, "senti Wilfredo ma quelle armi perché non le hai consegnate?" sentendosi rispondere : "A chi? E quando?". (lo racconta anche nel video riportato nell'introduzione)
Lorenzo 10/9/2018 - 16:31
Downloadable! Video!

L'Internationale

On a website of ABVV (belgian trade union) I found this complete dutch translation of the french original. It seems to be a completed version of the translation of Henriette Roland Holst:
http://www.abvvmetaal-wvl.be/userfiles/file/internationale.pdf
Martin Decaluwe 10/9/2018 - 13:54
Downloadable! Video!

Universal Soldier

versione 2017

(da "Medicine Songs")

giovanni 9/9/2018 - 16:04

Le Retour de l’Alouette

Le Retour de l’Alouette

Chanson française – Le Retour de l’Alouette – Marco Valdo M.I. – 2018
Ulenspiegel le Gueux – 86
Opéra-récit en multiples épisodes, tiré du roman de Charles De Coster : La Légende et les aventures héroïques, joyeuses et glorieuses d’Ulenspiegel et de Lamme Goedzak au Pays de Flandres et ailleurs (1867).
(Ulenspiegel – III, XLII)


Dialogue Maïeutique

Encore une fois, dit Lucien Lane en balançant les oreilles, goguenard, un de ces titres codés dont il faut deviner la signification, mais je pense savoir de quoi il s’agit.

Je l’espère bien, Lucien l’âne mon ami, que tu sais ce dont il s’agit, car sa signification est évidente pour tout qui a suivi les méandres de cette fluviale légende de liberté.

Fluviale légende ?, Marco Valdo M.I. mon ami, fluviale légende ? Que veux-tu dire ?

Oh, Lucien l’âne mon ami, la chose est fort simple, mais cependant assez importante... (continua)
Au long du canal de Damme,
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 8/9/2018 - 19:21
Video!

Le mur de Berlin

Album : Tours, temples et pagodes (Post-industriels) 1993
Depuis que le mur de Berlin
(continua)
inviata da JJ 8/9/2018 - 18:46
Video!

Karel Kryl: Nevidomá dívka

Ecco, lo dicevo io che Stanislava la saprà più lunga assai :)

Grazie per il tuo bell'intervento Stanislava.

Devo ammettere che per il giusquiamo proposto da Riccardo la mia critica era un po' frettolosa, ma sopratutto a sproposito. A ripensarci (e a rileggere le sue spiegazioni) il giusquiamo ci sta a pennello nella traduzione italiana. Con i suoi fiori colore bianco sporco venato e con la sua allucinante forza velenosa entra bene nell'immagine di un posto abbandonato e intriso di desolazione, di una zona di terre incolte con tanto di muretto a mattoni in un paesaggio grigio e cupo, creata da Kryl. Ha ragione Stanislava che questi versi centrali sono la chiave di tutta la canzone, con la strasuggestiva metafora di cavalieri a cavallo che con i fiori neri portano l'amore.
Comunque su principe azzurro gli spagnoli mi sembrano più convincenti: https://es.wikipedia.org/wiki/Príncipe_azul

Ho... (continua)
Krzysiek 7/9/2018 - 19:57
Downloadable! Video!

Sul ponte di Perati bandiera nera

anonimo
sono da poco rientrato dall'Albania - effettivamente Berat non è Perati - e sono anche passato nelle zone dove combatterono gli alpini e dove morì anche mio nonno,ufficiale della Julia, a cui fu riconosciuta la medaglia d'oro per un atto di eroismo con cui mise in salvo i suoi soldati, lasciandoci la vita. Mi sono commosso nel vedere la Vojusa,diventata rossa col sangue degli alpini, e nel ricordare le strofe di questa canzone. Gli Albanesi anziani con cui ho parlato, almeno quelli che ho incontrato io, hanno ancora un buon ricordo degli italiani. Ricordavo anche altre strofe della struggente canzone, 'da mille e mille tombe s'alza un lamento sul sangue della Julia è tradimento'. Credo si riferisse al tradimento da parte di chi aveva mandato gli alpini a morire in una campagna militare totalmente disorganizzata e spacciata come una passeggiata di salute. Fu proprio allora che si ruppe del... (continua)
xavier 7/9/2018 - 03:31
Video!

Don't Beat the Girl Out of My Boy

(2018)
Album: Hunter

«Ci hanno cresciuti con l’idea che ognuno di noi abbia un’identità sessuale ben definita, mentre io non voglio scegliere tra il maschile e il femminile che è in me», osserva la cantante e chitarrista 37enne, apprezzata anche per i suoi look in cui un’eleganza estremamente raffinata si fonde con dettagli dal gusto rock. E prosegue: «Nel processo educativo l’identità di genere viene fatta coincidere con un determinato ruolo nella società o con comportamenti specifici. Credo che se ci liberassimo di tutto ciò potremmo tutti vivere una versione più autentica di noi stessi».

Per questo ha intitolato l’album Hunter?
Mi stuzzicava l’idea di parlare di me stessa come di una cacciatrice, dato che solitamente le donne sono descritte come prede. È stato galvanizzante.

Ha detto che il disco «esplora una sessualità sovversiva, che va oltre a ciò che ci si aspetta da una donna... (continua)
Don't beat the girl out of my boy
(continua)
6/9/2018 - 23:25
Downloadable! Video!

Warszawianka 1905 roku [La Varsovienne; Варшавянка; ¡A las barricadas!]

1z1. Ásgeir Ingvarsson's Icelandic version

WARSHAWJANKA
(continua)
inviata da Rikarður V. Albertsson 6/9/2018 - 20:15
Video!

I Dreamed I Saw Joe Hill Last Night

ISLANDESE / ICELANDIC
Íslenskir textar
JOE HILL
(continua)
inviata da Rikarður V. Albertsson 6/9/2018 - 19:58

Le Roi ne rit pas

Le Roi ne rit pas

Chanson française – Le Roi ne rit pas – Marco Valdo M.I. – 2018
Ulenspiegel le Gueux – 85
Opéra-récit en multiples épisodes, tiré du roman de Charles De Coster : La Légende et les aventures héroïques, joyeuses et glorieuses d’Ulenspiegel et de Lamme Goedzak au Pays de Flandres et ailleurs (1867).
(Ulenspiegel – III, XLI)

Dialogue Maïeutique

Donc, Lucien l’âne mon ami, Je te remémore ce qui était dit dans notre dialogue maïeutique à propos de Festins de Carême, la précédente chanson de la Légende :

« Mais vois-tu, Lucien l’âne mon ami, il faut lier cette chanson à la suivante, dont je ne connais pas encore le titre, ni le texte, mais qui sera le négatif de celle-ci. Lamme incarne le bonhomme et l’homme bon, aimant la vie et la bombance, mais aussi celui qui ne fait cette guerre que contraint et forcé et encore, afin d’accéder à la paix dans les Hauts et Bas Pays et... (continua)
Manger trop de chocolat
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 6/9/2018 - 17:03
Video!

Sulla democrazia

Questa canzoncina fa parte del disco "Barbino il Menestrello Apocalittico", un concept-album sulla fine dell'umanità, un po' raccontato e un po' cantato, tutto suonato con l'ukuelele elettrico con qualche sbuffo di armonica a bocca.
Quisi può ascoltare il disco completo

E' in corso di pubblicazione un libretto con i testi delle canzoni, con diverse illustrazioni realizzate dallo stesso barbino.
Intanto si può sfogliare questo libretto online
Sulla democrazia
(continua)
inviata da Barbino 6/9/2018 - 11:16
Video!

Only A Hobo

Ce ne fossero, di canzoni così!
sandro 5/9/2018 - 21:30

Βάτραχοι (Χορός 1528-1533)

Pria concedete, o Demoni d'abisso, buon viaggio
(continua)
inviata da Dq82 5/9/2018 - 20:25

Βάτραχοι (Χορός 1528-1533)

405 a.C.
Πρῶτα μὲν εὐοδίαν ἀγαθὴν ἀπιόντι ποητῇ
(continua)
inviata da Dq82 5/9/2018 - 20:24
Downloadable!

HC

2012
Ulteriori
E' questa la musica di chi non tace
(continua)
inviata da Dq82 5/9/2018 - 20:02
Downloadable!

C.P.T.

2012
Ulteriori
Le senti quelle urla?
(continua)
inviata da Dq82 5/9/2018 - 20:00
Downloadable! Video!

San Martino del Carso

Joe Natta rende omaggio al grande poeta Giuseppe Ungaretti musicando una sua poesia.

Questo è il nuovo progetto musicale di Joe Natta dedicato alla riscoperta di Poeti, di ieri e di oggi, che più lo hanno emozionato.

Pagina ufficiale del progetto: http://www.musicaepoesia.eu

Una produzione: www.joenatta.com

Testo di Giuseppe Ungaretti
Musica di Joe Natta

Dq82 5/9/2018 - 19:17




hosted by inventati.org