Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2017-11-13

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable! Video!

Modlitba pro Martu

Rieccoci. Modlitba pro Martu è di nuovo oggetto di repressione.

Mercoledì scorso, l'8 novembre, c’è stato a Lipník nad Bečvou (in Moravia) un incontro del presidente della Repubblica Ceca Miloš Zeman con la cittadinanza; uno dei tanti meeting che il presidente fa finanziare alle regioni e usa spudoratamente per la propria campagna elettorale – le elezioni presidenziali sono in vista, si voterà a gennaio. Un gruppo di cittadini della zona ha organizzato una protesta pacifica: si sono presentati in piazza con uno striscione e con dei cartellini rossi (per porre fine in modo simbolico alla “partita” di Zeman nella politica). Mentre qualcuno dei presentatori si accingeva a parlare sul podio, da una finestra affacciata sulla piazza s’è sentito il nastro con la canzone Modlitba pro Martu. Una canzone non a caso: un simbolo vero e proprio per il popolo ceco, una canzone che è molto di più di quel... (continua)
Stanislava 13/11/2017 - 21:40
Downloadable! Video!

Attenzione all'estinzione

Chanson italienne – Attenzione all’estinzione – Il Parto delle Nuvole Pesanti – 2004
Texte de Salvatore De Siena et Peppe Voltarelli
Musique de Salvatore De Siena, Amerigo Sirianni et Peppe Voltarelli



« Attention à l’Extinction ! », voilà un titre qui parle. Cette fois, Marco Valdo M.I. mon ami, je n’aurai pas trop à me poser de questions à propos du titre de la canzone, ni de peine à imaginer ce que peut raconter la chanson. Disons qu’à mon avis, avec un titre pareil, et sans l’avoir entendue, ni lue, elle devrait parler de la pollution et des dangers qu’elle fait courir à la vie sur Terre.

Eh bien, c’est parfait, Lucien l’âne mon ami, tu as résumé l’affaire. Dès lors, il n’y a pas lieu d’épiloguer longuement. Cependant, deux ou trois choses doivent être remarquées. La première est que la chanson commence déjà à dater – elle est de 2004.

Mais enfin, Marco Valdo M.I. mon ami, 2004,... (continua)
ATTENTION À L’EXTINCTION !
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 13/11/2017 - 20:43
Downloadable! Video!

Una bala en mi cabeza

2016
Corren malos tiempos para ser anarquista...sincronicemos la utopia
Laberintos de desidia,
(continua)
inviata da Dq82 13/11/2017 - 17:11
Percorsi: Genova - G8
Downloadable! Video!

Genova tace

2004
Maledetto Copernico
Se ti muovi lentamente non ti fermeranno,
(continua)
inviata da Dq82 13/11/2017 - 12:39
Percorsi: Genova - G8
Video!

Тaмо дaлеко / Tamo daleko

Versione principale nella pagina fino al 13.11.2017
"Soldier and Sweetheart Version"
Main version in this page until 13.11.2017

" Una delle più famose canzoni popolari serbe, ripresa anche in Croazia, e certamente derivata da un in cui venivano enunciate con accenti nostalgici e nazionalistici tutte le principali località della Serbia storica. La versione che qui presentiamo è invece il triste e desolato canto di un giovane inviato alla guerra che ripensa alla sua amata e al suo paese. Il tema eterno di chi viene mandato a fare la guerra. " Così il lontano 28 agosto 2005 per introdurre brevemente questa tra le tante versioni del Tamo Daleko, che fino a questi giorni di ristrutturazione profonda della pagina [13.11.2017] è rimasta come versione principale, senz'altro per la sua aderenza al tema generale del sito. [RV]
ТАМО ДАЛЕКО
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 13/11/2017 - 12:22
Downloadable!

Sarajevo

1997
Voodo vibes
Families worlds apart
(continua)
inviata da Dq82 13/11/2017 - 10:41
Video!

Тaмо дaлеко / Tamo daleko

Il testo in alfabeto serbo-latino (Latinica)
The lyrics in Latin Serbian characters (Latinica)
Les paroles dans l'alphabet Serbo-latin (Latinica)
TAMO DALEKO
(continua)
inviata da Riccardo Venturi 13/11/2017 - 05:28
Video!

Make Love Not War

Album: Ohne Schminke - 1985
Blumen trugen sie im Haar und trampten durch das Land
(continua)
12/11/2017 - 22:25
Video!

Spent the Day in Bed

(2017)
Album Low in High School

Primo singolo estratto dal nuovo album di Morrissey, un pezzo ironico nello stile del cantante inglese. Rifugiarsi tra le lenzuola per scappare dal lavoro che uccide, e dalle notizie fatte solo per terrorizzarci e tenerci buoni...

Ho passato la giornata a letto mentre i lavoratori rimangono schiavizzati. Ho passato la giornata a letto, non sono il mio tipo ma adoro il mio letto e vi consiglio di... smettere di guardare le notizie perché le notizie sono fatte per spaventarti e per farti sentire piccolo e solo...
Spent the day in bed
(continua)
inviata da Lorenzo 12/11/2017 - 21:46
Downloadable! Video!

War

WAR
(continua)
12/11/2017 - 21:26
Video!

Le grand étang

Paroles : Jean Tranchant - Musique : Arthur Honegger

Ces vers sont extraits d’un chant populaire du quatorzième siècle intitulé Le grand étang. [...] identifié en effectuant une recherche dans Gallica, la bibliothèque numérique de la BNF. Il a fait l’objet d’un article dans le journal Le Populaire (organe de la SFIO) du 17 janvier 1934 intitulé « Un chant révolutionnaire : Le peuple tondu ».
Sous le gibet de Montfaucon
(continua)
inviata da JJ 12/11/2017 - 18:17
Video!

Тaмо дaлеко / Tamo daleko

Adaptación chilena de canción tradicional yugoslava

Recinto: Campamento de Prisioneros Isla Dawson

Testimonio de: Jorge Grez Leuquén
Fecha de la experiencia: 2007
Mis recuerdos de la canción: Como documentalista durante algunos años registré la historia de algunos detenidos en dictadura. Fue así como en algunas de estas sesiones se revivió la canciónTamo daleko que tantas veces cantaron en Isla Dawson. Un humilde aporte desde el sur del sur.
cantoscautivos.cl


Testimonio de: Miguel Lawner
Fecha de la experiencia: marzo o abril de 1974
Mis recuerdos de la canción:
Baldovino  invita a Daniel a encabezar el coro que cantará una canción. El negro Ruiz (1) como se le conoce amistosamente, ha sido toda su vida un hombre de radio, y ahora no se despega de una pequeña grabadora que porta en su mano izquierda.

Este gordo afable, goza de gran aprecio como recitador, especialista en la poesía romántica... (continua)
Tamo daleko
(continua)
inviata da Dq82 12/11/2017 - 14:32
Video!

Richard and Linda Thompson: The Great Valerio

Caro Riccardo, anche Vladimir Vysotskij un paio d'anni prima (nel 1972)di Richard Thompson, aveva composto una canzone metaforica sull'equilibrista che si potrebbe tradurre come "La Corda Tesa" o "Il funambolo" (interpretata più volte anche dai polacchi con i titoli "Napięta lina" o "Linoskoczek"....Big Krzys ne sa sicuramente qualcosa):

Канатоходец

Он не вышел ни званьем, ни ростом.
Не за славу, не за плату -
На свой, необычный манер
Он по жизни шагал над помостом -
По канату, по канату,
Натянутому, как нерв.

Посмотрите - вот он
без страховки идёт.
Чуть правее наклон -
упадет, пропадёт!

Чуть левее наклон - всё равно не спасти...
Но должно быть, ему очень нужно пройти
четыре четверти пути.

«Он дойдет, он дойдет!» - уверяли
Трех медведей из Малайи
Морские ученые львы, -
Но упрямо и зло повторяли
Попугаи, попугаи:
«Ему не сносить головы!»

Посмотрите - ведь он
без страховки... (continua)
Flavio Poltronieri 11/11/2017 - 18:57
Esattamente 30 anni fa, il 12 novembre 1987, moriva Cornelis Vreeswijk. Questo sito contiene da anni e anni una decina di sue canzoni, forse un po' trascurate: nel trentennale della sua morte cominciamo a conoscerle un po' meglio, a partire dal suo Blues för Victor Jara.
Riccardo Venturi 11/11/2017 - 10:00
Downloadable! Video!

Refugees

Sono 46 anni che piango ogni volta che ascolto questa canzone, che nel 1971 era la mia preferita dei VDGG, insieme a "A Plague of Lighthouse Keepers" di Pawn Hearts.
Anch'io avevo 15 anni nel 1971 e anch'io andai a quel concerto a Napoli, al Teatro Mediterraneo, ma credo che fosse stato nel 1972, quando andò via la corrente e Claudio Rocchi, che era la loro spalla, aprì il concerto con la sola chitarra acustica, salvando la situazione!
Roberto Romano 11/11/2017 - 01:13
Downloadable! Video!

Henna

Non credo che dipenda dalle canzoni. In Italia l'artista e la sua arte sono la stessa cosa. Quindi se l'artista è vecchio di pari passo anche i suoi lavori, comunque sia, sono vecchi, superati. Negli Stati Uniti e in Inghilterra non è così. Rispetto fino alla fine. Vedasi Frank Sinatra, James Brown, Ray Charles e tanti altri.
Guglielmo 10/11/2017 - 21:36
Video!

Mare monstrum

Caldo è il sole sopra il mare
(continua)
10/11/2017 - 13:17
Downloadable! Video!

Ho continuato la mia strada

Grazie Roberta, purtroppo il link non funziona più. Grazie Andrea, anche se è passato un anno non perdo la speranza che tu la possa trovare e condividere :)
Peppe - Ercolano I
Giuseppe Ascione 9/11/2017 - 22:02

A Christmas Ghost-Story

[Christmas Eve 1899]
Versi di Thomas Hardy, nella raccolta “Poems of the Past and the Present” pubblicata nel 1901
Poesia messa in musica da John Pierre Herman Joubert, compositore sudafricano classe 1927, e poi anche da Garth Baxter, compositore statunitense classe 1946

Una delle molte poesie di Thomas Hardy che si riferiscono alla seconda delle cosiddette “guerre boere”, combattute in Sudafrica in ‎due riprese (1880-1881 e poi 1899-1902) tra gli inglesi e i coloni di origine olandese, detti boeri.‎
Originariamente il testo si concludeva dopo 8 versi, ma l’attacco che Thomas Hardy subì dopo la pubblicazione della poesia sulla Westminster Gazette lo indusse a rafforzare la sua posizione assolutamente contraria a quella guerra coloniale. Così aggiunse una quartina in cui, nel paragone tra il soldato ucciso (è il suo fantasma a parlare) ed il Cristo crocifisso, Hardy non risparmiava un attacco alla Chiesa come entità che da duemila anni benedice le guerre e nasconde la vera causa dell’assassinio di Gesù Cristo.
South of the Line, inland from far Durban,
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 9/11/2017 - 16:06

Embarcation

[Southampton Docks: October 1899]
Versi di Thomas Hardy, nella raccolta “Poems of the Past and the Present” pubblicata nel 1901
Musica di John Pierre Herman Joubert, compositore sudafricano classe 1927

Una delle molte poesie di Thomas Hardy che si riferiscono alla seconda delle cosiddette “guerre boere”, combattute in Sudafrica in ‎due riprese (1880-1881 e poi 1899-1902) tra gli inglesi e i coloni di origine olandese, detti boeri.‎
Here, where Vespasian's legions struck the sands,
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 9/11/2017 - 14:48
Video!

In Time Of "The Breaking of Nations"

AL TEMPO DELLO « SFACELO DELLE NAZIONI »
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 9/11/2017 - 14:28
Downloadable! Video!

Cantiga da velha mãe e dos seus dois filhos

La canzone è stata solo interpretata da Godinho.
Parole e musica sono di Branco
Il sottotitolo del brano è "Mãe Coragem"
Il disco "Margem de certa maneira" è del 1972.
B.B. 9/11/2017 - 13:41
Downloadable! Video!

Till Jack

9 novembre 2017 13:14
A JACK
(continua)
9/11/2017 - 13:14
Video!

Let the Boots Do the Talking

[1999]
Brano che dà il titolo ad un EP di questa band anarco-punk scozzese

Canzone antifa piuttosto esplicita, della serie “I fascisti non devono parlare” e peggio…
E non manca una condivisibile giustificazione storica, la “Battaglia di Cable Street” del 4 ottobre 1936 a Londra…

La “Battaglia di Cable Street” avvenne la domenica del 4 ottobre 1936 a Cable Street nell'East End di Londra. Quel giorno decine di migliaia di anti-fascisti (ebrei, socialisti, anarchici e comunisti) cercarono di impedire lo svolgimento di un corteo della British Union of Fascists, il partito fascista britannico capeggiato dal “baronetto” Sir Oswald Ernald Mosley, un ultra-conservatore che durante alcuni viaggi in Italia si era invaghito di Mussolini. Proprio nel 1936 Mosley si era sposato in seconde nozze con la nobildonna Diana Mitford e il matrimonio si era svolto, in gran segreto, nella residenza di Goebbels... (continua)
Oi!
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 9/11/2017 - 12:57
Video!

Bully Boys

[1980]
Scritta da Frances Sokolov, in arte Vi Subversa (1935-2016), cantante e chitarrista, fondatrice di questa anarcho-punk band di Brighton.

Quando parlava della violenza fascista, Vi Subversa sapeva bene di cosa stava parlando: era ebrea, figlia di rifugiati a Londra dall’Europa dell’est sotto il giogo hitleriano.

“Ma non piangere, non versare una lacrima, non è tempo di essere vittime. I picchiatori fascisti sono (di nuovo) qui, non ti resta che infilarti il tuo giubbotto nero e reagire...”
The bully boys are coming
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 9/11/2017 - 10:29
Video!

Which Side Will You Be On?

[1978]
Scritta da Joop de Vries
Il brano che intitola un 7” di questa punk band di Rotterdam
when this country is another Vietnam
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 9/11/2017 - 08:20

Scomposizione e tariffario di Giulio Regeni, ricercatore

[9 novembre 2017]
Lyrics by Ahmed il Lavavetri
Music by Wolfgang Amadeus Mozart
(se musica non c'è, tanto vale puntare in alto)
Giulio Regeni da solo vale
(continua)
9/11/2017 - 00:49




hosted by inventati.org