Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2016-11-3

Rimuovi tutti i filtri

Der Zoologe von Berlin

Chanson allemande – Der Zoologe von Berlin – Frank Wedekind – 1899 – Ernst Busch – 1964

Paroles de Frank Wedekind (1864-1918), écrivain, dramaturge et chansonnier, un des principaux précurseurs du Kabarett allemand. Du recueil intitulé « Die vier Jahreszeiten », publié à Munich en 1905.
Interprétée par Ernst Busch, dans « Spottlieder », disque entièrement dédié aux chansons de Wedekind, publié en Allemagne Démocratique en 1964.

La ballade Im Heiligen Land que Wedekind publia en 1898 dans la revue satirique Simplicissimus lui valut la condamnation pour lèse-majesté, et la majesté n’était rien moins que le Kaiser Guillaume II. Si bien que Wedekind, en même temps que son ami Heine, illustrateur de la revue, firent sept mois de prison. « Le zoologue de Berlin » est une réflexion sur cette mesure de censure et d'intimidation à laquelle, évidemment, Wedekind ne se plia pas…

Dialogue maïeutique

Cette... (continua)
LE ZOOLOGUE DE BERLIN
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 3/11/2016 - 22:45

Letter From the Draft Board

(1967)

Parole: poesia di Aaron Kramer
Musica di Irwin Heilner

da Broadside #83
A letter has come to me, darling
(continua)
3/11/2016 - 20:59

The Sound of War

Ricardo Gautreau
(1967)

da Broadside #80
Can't you hear the cannons roar?
(continua)
3/11/2016 - 20:27
Downloadable! Video!

La valigia dell’emigrante

E bellissima
3/11/2016 - 20:00
Downloadable! Video!

Le Déserteur

INGLESE / ENGLISH / ANGLAIS [1] - John Brunner
Broadside #50 september 1964
Boris Vian, poet, novelist, amateur jazz trumpeter and left-wing activist, died - I believe in 1959 - at the comparatively early age of 45. His best-known works are a novel about race prejudice, "J' Irai Cracher sur vos Tombes" (I will Spit on your Graves)' from which an extremely bad movie was made just before his death, and this song, a protest against the Algerian war. It was recorded very successfully by the Algerian singer Mouloudji, but was banned by the French government and withdrawn in both printed and recorded versions; we first heard it in Sweden (translated very well, I'm told), and then on discovering its origin attempted without success to locate a copy in France, Belgium or Britain. The French text was eventually supplied to us by some pacifists in Lyons; I prepared the translation and my wife Marjorie... (continua)
The Deserter
(continua)
inviata da dq82 3/11/2016 - 16:55
Downloadable! Video!

Friedenslied

1964
Eric Bentley / Hanns Eisler ‎– Songs Of Hanns Eisler

Broadside #49, agosto 1964

The starting point of this song is a Spanish lyric by Neruda. This was rendered into German by Brecht. The English words are E. Bentley's, the music is Eisler's and is sung and played by Eric Bentley on a new Folkways release, Songs Of Hanns Eisler.
Peace to the house that is mine;
(continua)
inviata da dq82 3/11/2016 - 15:55

A World of Peace

La canzone e scritta da Hilde Frateur. Dapertutto che andava per fare concerti, qualcuno del publico la dava un aiuto per fare una nuova strofa! Cosi, Hilde canta in 11 lingue sua canzone di Pace! Lei ha anche altri canzoni sul rispetto per umo e terra.

A WORLD OF PEACE muziek/tekst: Hilde Frateur & people all over the world cd Stad nr. 4

italiano / francese / olandese / siciliano/ beduino /tedesco / spagnolo / tagalog
Sto sognando di un mondo
(continua)
inviata da Hilde Frateur 3/11/2016 - 11:48
Video!

Laika

[1988]
Scritta da Nacho Cano
Nell'album intitolato “Descanso dominical”

Niente più che una canzoncina pop interpretata dall'infantile, e sinceramente imbarazzante, voce di Ana Torroja. Ma la propongo perchè è un tributo a Kudrjavka, meglio conosciuta come Laika, una cagnolina di tre anni che fu il primo essere vivente sacrificato nella corsa allo Spazio che nella seconda metà del 900 fu uno dei capitoli della Guerra (nemmeno troppo) Fredda tra Stati Uniti d'America e URSS.

Il 3 novembre del 1957 la navicella orbitante Sputnik 2, con a bordo la povera cagnetta immobilizzata e monitorata, fu lanciata dal cosmodromo di Bajkonur. L'obiettivo era ovviamente quello di testare le reazioni di un organismo animale evoluto, ma sacrificabile, in quelle condizioni estreme. La propaganda esaltò il successo dell'esperimento: venne detto che Laika era sopravvissuta il tempo sufficiente a raccogliere... (continua)
Era rusa y se llamaba Laika
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 2/11/2016 - 21:06
Downloadable! Video!

Poco di buono

LA STORIA DIETRO LE CANZONI: POCO DI BUONO

“Poco di buono”, canzone di Foce Carmosina pubblicata da Claudio Lolli nel suo “La scoperta dell’America” del 2006 e poi dai GANG​ ne “La Rossa Primavera”, è una canzone di storia.
Perché come poche altre racconta nei dettagli e ricostruisce con accuratezza documentata un episodio della Resistenza piemontese, accaduto nella notte del 23 dicembre 1944 (“Ivrea ha tremato e stanotte è Natale”): la distruzione del ponte sulla Dora Baltea, strategico in quanto vi passavano i convogli pieni di materiale bellico prodotto nelle acciaierie di Cogne e diretto in Germania. Gli Alleati avevano a lungo progettato il sabotaggio, mai realizzato per la troppa vicinanza al centro abitato. Se ne fanno carico 13 partigiani della VII brigata Giustizia e Libertà, materialmente minano il ponte Mario Pellizzari (Alimiro), il Poco di Buono della canzone e Amos Missori,... (continua)
Dq82 2/11/2016 - 17:28
Video!

Eco del mare

2015
SignorHunt

Feat. Enzo Avitabile
Eco d’o mare a tutt ‘e guagliun
(continua)
inviata da Dq82 2/11/2016 - 13:06
Downloadable!

We are Gentle Angry Women (Singing For Our Lives)

Testo di Pete Seeger
Pubblicata originariamente su Broadside #146, novembre 1983
We are a gentle, angry people
(continua)
inviata da dq82 1/11/2016 - 16:56
Video!

The Bumblebee

1965
Today Is the Highway

I bambini passano l'età dei perché, a volta nella loro semplicità i loro perché mettono in ridicolo il mondo dei grandi: "perché alcuni uomini odiano?" "perché la gente viene a chiedere i dollari, se sono fatti solo di carta?"
Broadside #47, giugno 1964
Oh why does the bumblebee fly?
(continua)
inviata da dq82 1/11/2016 - 16:42

Nothing but a Soldier

1964
Broadside #46, maggio 1964
When Iwas a baby, Black as I could be
(continua)
inviata da dq82 1/11/2016 - 16:33

Hanging on a Tree

1964
Where Have all the Flowers Gone/ Hanging On A Tree

Pubblicato su Broadside #42, march 1964

This song comes from Britain and is, of course, about South Africa.
I saw a black man hanging on a tree
(continua)
inviata da dq82 1/11/2016 - 15:02
Downloadable!

Olof Palme

1987
Big Questions

Sven Olof Joachim Palme (pron. ˈuːlɔf ˈpalˌmɛ; Stoccolma, 30 gennaio 1927 – Stoccolma, 1º marzo 1986) è stato un politico svedese, leader del Partito Socialdemocratico Svedese e primo ministro della Svezia in carica al momento della sua morte per omicidio, durante un attentato nella tarda sera del 28 febbraio 1986.
Pragmatico e deciso, condusse una vita politica coraggiosa e rischiosa in chiave internazionale, opponendosi alla guerra nel Vietnam, all'apartheid e alla proliferazione delle armi nucleari. Intrattenne buoni rapporti col blocco comunista (pur criticandone duramente il totalitarismo), con la Cuba di Fidel Castro, il Cile di Salvador Allende, manifestando una decisa opposizione diplomatica al governo dittatoriale di Augusto Pinochet, instauratosi nel paese sudamericano dopo la morte violenta di Allende durante il golpe del 1973 voluto dagli USA, e con i paesi... (continua)
Y'know?
(continua)
inviata da dq82 1/11/2016 - 14:40
Video!

Working Class Hero

Versione degli Eld Attack Krossa.



Questa è stata una sorpresa. E non è nemmeno niente male.
leoskini 31/10/2016 - 19:24
Downloadable! Video!

Il poeta

la giustizia sociale non ha colori o fedi politiche è trasversale nel cuore di chi ama. Giusto inserirla
fabbregas 31/10/2016 - 16:51
Downloadable!

Stríðum gegn stríði

SOTA SOTAA VASTAAN
(continua)
inviata da Juha Rämö 31/10/2016 - 14:25
Video!

Attraverso l'acqua

2016
Lotto infinito

Testo di Enzo Avitabile e Francesco De Gregori.
Musica di Enzo Avitabile.

“Attraverso l’acqua” che canti con Francesco De Gregori racconta il dramma dei migranti di Lampedusa…
Ho scritto questa canzone a Lampedusa in occasione della presentazione del film di Johnathan Demme “Music Life” sulla mia vita. Il brano è cresciuto man mano, si è allargato fino a diventare un brano che racconta non solo il dramma di chi approda su quell’isola, ma anche la nostra migrazione, la migrazione della nostra anima. Siamo tutti immigrati perché cerchiamo questa sponda d’oro, questa terra di nessuno. Lampedusa è così la terra della speranza, il simbolo della salvezza, mentre il mare è sia fonte di vita ma anche un ostacolo da superare. Insieme a Francesco De Gregori cantiamo questo canto di accoglienza... (continua)
Pecché m’addimane si songo italiano,
(continua)
inviata da Dq82 31/10/2016 - 08:31

Nuclear Neurosis Blues

Bobby Evans
(1965)
da Broadside #70 maggio 1966

Words: Bobby Evans
Traditional Yodel Tune
Now the President came upon the scene
(continua)
30/10/2016 - 21:25

Letter From Vietnam

KIRJE VIETNAMISTA
(continua)
inviata da Juha Rämö 30/10/2016 - 08:42
Downloadable!

Stríðum gegn stríði

October 30, 2016 07:36
LET'S FIGHT AGAINST WAR
(continua)
30/10/2016 - 07:37
Downloadable! Video!

‎4. Reich

NELJÄS VALTAKUNTA
(continua)
inviata da Juha Rämö 29/10/2016 - 14:47

Ballad Of The Green Berets (A Parody)

anonimo
Ancora un'altra parodia, di Leda Randolph
(questa rischia di essere una delle canzoni più parodiate della storia...)
da Broadside 69

"Feeling that someone just had to came up with another set of words to that song I gave it a try and wound up with the following." L.R.
MEN WHO DIE
(continua)
28/10/2016 - 18:57
Video!

How Far We Have Come?

(1965)

da Broadside #65 dicembre 1965

Parole e musica di Bill Frederick, sul quale poche informazioni sono reperibili in Rete.
Nei primi anni 60 era un giovane studente in chimica ed obiettore di coscienza al servizio militare in Vietnam.
Contribuì alcune sue canzoni su Broadside Magazine. Si veda anche Just Another Day
Questa fu pubblicata sul # 61 del 15 agosto 1965.
Nel 1967 le canzoni di Bill Frederick vennero raccolte nel disco intitolato “Hey, Hey… LBJ! Songs of the U.S. Anti-War Movement”

Una completa storia degli Stati Uniti, dallo sterminio dei nativi all'imperialismo.
When our fathers came to this golden land
(continua)
28/10/2016 - 18:01
Video!

Ensam kvar

English adaptation by Riccardo Venturi
October 28, 2016, 08:51
YOU ARE ALONE
(continua)
28/10/2016 - 08:51




hosted by inventati.org