Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2014-5-5

Rimuovi tutti i filtri
Video!

Le p'tit grenier

2003
Album: Les chemins du vent

Paroles et musique : Anne Sylvestre
Orchestrations et direction musicale : François Rauber
Vous y grimpiez par une échelle
(continua)
5/5/2014 - 22:49
Downloadable! Video!

Délivrance

...e come apoteosi di questo nostro bagno emozionale di ricordi, vorrei inviare il testo originale scritto da Stivell.


dimensione intera
Flavio Poltronieri 5/5/2014 - 22:19

Song for Syria

Cold darkness death,
(continua)
5/5/2014 - 17:36
Downloadable! Video!

Where Have all the Flowers Gone

CROATO / CROATIAN / CROATE [3]
Forum "Pollitika"

La seguente versione croata, come ci informa il suo contributore Veljko, è stata usata nel forum “Pollitika” (sito croato di discussione politica) in un commento all'indomani del massacro neonazista ucraino di Odessa del 2 maggio 2014. Una canzone di pace, come si dice nel forum, usata “contro la propaganda e la violenza”. La versione della canzone in lingua croata si segnala per la sua aderenza al testo originale inglese; riportiamo qui anche l'intero commento in lingua croata.

The following Croatian version, as specified by its contributor Veljko, was used in the “Pollitika” forum (a Croatian political discussion forum), in a commentary in the aftermath of the Neo-Nazi Odessa massacre of May 2, 2014. A peace song, as it is stated in the forum, used “against propaganda and violence”. The Croatian version of the song is remarkable for being... (continua)
KUD' JE CVIJEĆE NESTALO
(continua)
inviata da Veljko 5/5/2014 - 13:14
Video!

Lâchez vos drapeaux

[1998]
Nell’album intitolato “Fieldtrip”
Fleur de lys, la feuille d'érable
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 5/5/2014 - 11:44
Downloadable! Video!

Al llegar a Barcelona [Los moros que trajo Franco]

anonimo
In effetti la musica è la stessa della canzone "El frente de Gandesa", e nelle varie esecuzioni alcune strofe dei due testi si combinano e si mescolano in vario modo. Forse varrebbe la pena di unificare le pagine o fare dei rinvi reciproci.
Questo il commento al video postato da "Archivio Libertario" su YouTube

"In origine il brano celebrava la vittoria di Guadalajara (Marzo 1937) dove i fascisti furono sconfitti dalla brigata internazionale Garibaldi comandata da Randolfo Pacciardi, Carlo Rosselli ed Ilio Barontini,in seguito diverrà l'ultimo canto di battaglia dell'eroica resistenza
contro le truppe del boia Franco e degli altri suoi complici dittatori.
Per questo fra le righe traspare l'amarezza e la disperazione dei combattenti repubblicani impegnati nello scontro decisivo della fase terminale del conflitto, sulle sponde del fiume Ebro.
[Il testo] è una semplice raccolta di strofe... (continua)
Maria Cristina Costantini 5/5/2014 - 09:57
Downloadable! Video!

Un été pour rien

1996
Album: À tâtons
elle monte dans sa chambre
(continua)
4/5/2014 - 23:37
Downloadable!

Le Soldat

(2005)
Paroles et musique de Georges Moustaki
Album: Vagabond

Una bella canzone dal penultimo album del grande Moustaki. Di origini ebraiche, Moustaki non risparmia niente al sionismo in questa canzone scritta dal punto di vista di un soldato israeliano. "Mi avevano detto che avremmo fatto fiorire le sabbie del deserto e che questo sarebbe stato il nostro paese... la vita sarà un arcobaleno dopo la nebbia e la notte... [riferimento a Nuit et brouillard di Ferrat] mi hanno detto di ammazzare, niente tregua per il nemico... tanto peggio per donne e bambini".
On m’avait dit nous allons faire
(continua)
4/5/2014 - 23:16
Video!

Soixante-Soixante Deux

(1987)

Dal re del rock'n'roll in salsa francese una canzoncina che ci riporta agli anni dei suoi esordi, con una certezza: l'Algeria è bella sì ma vista dal Sacro Cuore...
Saluer l'drapeau en s'levant
(continua)
4/5/2014 - 23:11
Downloadable! Video!

Parce qu'on vient de loin

(2002)
dall'album omonimo

Corneille è un cantante di r'n'b nato in Germania originario del Rwanda. Nel 1994 ha 17 anni. La madre è hutu e il padre tutsi. Un gruppo armato entra nella casa di famiglia e uccide i suoi genitori, i fratelli e le sorelle. Corneille assiste al massacro, sopravvive nascondendosi dietro a un divano. Fugge in Zaire, a due giorni di cammino e trova rifugio presso una coppia tedesca amica dei genitori.

Da questa storia tragica, si può ben capire il perché dell'invito a vivere ogni giorno come se fosse l'ultimo, nella canzone che dà il titolo al suo primo album.
Nous sommes nos propres pères
(continua)
4/5/2014 - 22:38
Video!

J'ai vu

(1990)
Album: Religion
J'ai vu Berlin, Bucarest et Pékin comme si j'y étais.
(continua)
4/5/2014 - 22:25

Spartaco incatenato

Il canto del prigioniero politico (sui motivi della serenata "Rimpianto" di Toselli).

Spartacus Picenus, Canti comunisti, Milano, Edizioni del Calendario del Popolo, 1967
(Come un sogno d'or
(continua)
inviata da DoNQuijote82 4/5/2014 - 19:45

Alla faccia del padrone

[2009]
Album :La Rosa e l'Urtiga

(F. Romano)

Il ballo, la musica per marcare la differenza tra la povertà e la miseria più disperata, per urlare al mondo di essere vivi, di essere uomoni e non bestie da fatica. Alla faccia del padrone.
La strada coperta da salici e pioppi
(continua)
inviata da DonQuijote82 4/5/2014 - 15:19

Hoppla! Wir leben!

Chanson allemande – Hoppla! Wir leben! – Walter Mehring – 1927

Texte de Walter Mehring.
Musique de Edmund Meisel (1894-1930)

C'est la chanson qui porte le titre au célèbre spectacle théâtral « Hop là, wir leben ! , ein Vorspiel und fünf Akte », écrit par d'Ernst Toller (1893-1939), écrivain, dramaturge et révolutionnaire allemand, juif, qui s'est suicidé le 22 mai 1939 à New York (comme le jeune révolutionnaire protagoniste de l'opéra), où il était réfugié pour échapper aux nazis. Le drame, mis en scène par Erwin Piscator, fut représenté en 1927 à Hambourg et à Berlin.

« Hop là, wir leben ! » est l'histoire d'un militant communiste spartakiste qui, à son retour à la liberté après des années d'internement dans un asile judiciaire, trouve une société inhumaine et corrompue et ses camarades d'antan intégrés dans le système. Il voudrait tuer l'un d'eux, devenu ministre, mais il est précédé... (continua)
HOP LÀ ! NOUS VIVONS !
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 4/5/2014 - 10:46
Video!

Come i nostri vecchi

Non mi faccio,
(continua)
inviata da adriana 4/5/2014 - 08:00
Downloadable! Video!

Vitti na crozza

Scrivo da Pietraperzia e chi si occupa di musica mi ha riferito che la canzone narri le vicende del brigante Testalonga, nato a Pietraperzia.
Concetta 4/5/2014 - 04:23
Video!

Ma colère

(2014)

In questa nuova e orecchiabile canzone Yannick Noah prende decisamente posizione contro il Front National di Marine Le Pen, ribadendo che la sua rabbia è ben diversa da quella dei fascisti! Noah si è detto contento di vedere le reazioni stizzite della leader del Front National a proposito della sua canzone.
Ma colère n'est pas amnésique,
(continua)
3/5/2014 - 22:58
Downloadable! Video!

La ballata del Pinelli

Versione greca degli Encardia, gruppo molto interessante.

Maria Cristina Costantini 3/5/2014 - 19:25
Video!

Frente al Cabo de Palos (o ¿Qué será?)

anonimo
Durante la Guerra Civile Spagnola, il 6 marzo 1938 la Marina Repubblicana affondò l'incrociatore franchista "Baleares"; dell'episodio si parla in questa canzone anonima, composta su una canzone popolare, forse una filastrocca per bambini risalente alla fine del 1800.
Alcune parole o l'ordine delle strofe variano nelle diverse versioni.
Frente al cabo de Palos
(continua)
inviata da Maria Cristina Costantini 3/5/2014 - 17:48
Downloadable!

F. Aldrovandi

2012
Nebbia bassa
feat. Steno (Nabat)
25 settembre, circa le 6, chiamarono la polizia
(continua)
inviata da DoNQuijote82 3/5/2014 - 16:34
Downloadable! Video!

Pane e libertà

2012
Nebbia bassa
feat. Modena City Ramblers



Giuseppe Di Vittorio, nato a Cerignola-Puglia-l'11 agosto 1892, è stato un politico, sindacalista e antifascista italiano. Fra gli esponenti più autorevoli del sindacato italiano del secondo dopoguerra, a differenza di molti altri sindacalisti non aveva origini operaie ma contadine, nato in una famiglia di braccianti, il gruppo sociale più numeroso alla fine dell'ottocento in Puglia.
I suo genitori lavoravano la terra dei marchesi Rubino-Rossi di Cerignola. Costretto a fare il bracciante,a causa della morte del padre per un incidente sul lavoro nel 1900, dopo aver imparato a leggere e a scrivere sommariamente, teneva un quaderno in cui annotava termini ignoti che udiva, mettendo da parte faticosamente i soldi per acquistare un vocabolario.
Già negli anni dell'adolescenza, a 12 anni circa,aveva iniziato una intensa attività politica e sindacale... (continua)
Giuseppe Di Vittorio contadino
(continua)
inviata da donquijote82 3/5/2014 - 15:26
Video!

Economical Slavery

Lyrics from https://groups.yahoo.com/neo/groups/supportingmistyinroots/conversations/topics/289

Jah!

Oggi i cieli hanno battuto il record del caldo alla mia città, pomeriggio la temperatura ha raggiunto 38,9 gradi C, he, he

E la palma sul balconcino gode, he, he...
Wealth and poverty
(continua)
inviata da Krzysiek Wrona 3/5/2014 - 08:46
Percorsi: Ghetti
Downloadable! Video!

Treasures

Formidable Steve
Il testo trovato qui http://www.songlyrics.com/seasick-steve/treasures-lyrics/
When I walk down your street
(continua)
inviata da krzyś 3/5/2014 - 03:09
Percorsi: Ghetti
Downloadable! Video!

ZOMO na Legnickiej

Su questa pagina, i volti delle persone morte sotto la junta de "el general" Jaruzelski. Si stima che solo nel periodo delle leggi marziali (dal 13 dicembre 1981 al 22 luglio 1983), persero la vita circa un centinaio degli oppositori del regime. Ma le persecuzioni durarono fino al 1989 e anche dopo quella data, molti, ormai rovinati in salute, non sono riusciti a godere una vita normale in un paese "libero" e "normale". Fra le foto del sito c'è anche la foto di Jacek Stefański, un ragazzo che suonava il flauto da dio, ma è stato massacrato di botte nell'agosto del 1983 dagli "soliti ignoti", perché eseguiva per strada la melodia di "Mury"(Estaca), che allora fu anche il segnale della radio clandestina "Radio Solidarność" di Gdańsk (Danzica). Forse bisognerebbe aggiungere che, ovviamente, nella stragrande maggioranza dei casi, i colpevoli non sono stati trovati o se l'hanno svignata con le... (continua)
Krzysiek Wrona 3/5/2014 - 00:06
Downloadable!

Lettre Ouverte

"Lettre Ouverte" di Pedro Aledo si trova nel disco del gruppo Vents d'Est "Ballade pour une mer qui chante" pubblicato nel 1996

Danse
Pour tous ceux qui autour de cette mer
S'efforcent d'inventer la Paix.
Un chant d'amour
Qui s'élève ne peut être vaincu...
Per tu qu'as paur segur
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 2/5/2014 - 23:37
Downloadable! Video!

Madrid 1937

MADRID 1937
(continua)
inviata da Laura Branchini 2/5/2014 - 22:50
Downloadable! Video!

Argentina primer mundo

Ci ho provato, lasciando da parte le rime, peccato, ma erano inarrivabili per me. Sono riuscita bene invece, credo e spero, a trattare il "lunfardo", il dialetto dei bonaerensi, ricco di regionalismi soprattutto italiani. Non sono del tutto certa di quel "dado vuelta de la nuca". Se qualcuno vuole precisare, lo ringrazio.
Certo che questo testo sembra perfetto per la situazione attuale qui da noi, eh!
ARGENTINA PRIMO MONDO
(continua)
inviata da Laura Branchini 2/5/2014 - 22:32
Downloadable! Video!

О Володе Высоцком

Le canzoni di Bulat Okoudjava dedicate alla guerra ( Ah, guerra che hai fatto, vigliacca!, Canzone della fanteria, Lenka Korolev, Voi sentite: rimbombano scarponi) sono state le più conosciute, amate e poetiche della sua produzione. Il loro punto di forza è una totale immedesimazione col sentimento popolare, con il codice morale ed estetico di una intera generazione di russi. Vorrei ricordare che suo padre venne fucilato e sua madre fu imprigionata nei lager staliniani ed egli stesso fu ferito in guerra dopo essere partito volontario all'età di diciassette anni, nel 1941.
SU VOLODIA VISSOTSKI
(continua)
inviata da Flavio Poltronieri 2/5/2014 - 21:16
Video!

Campo di Fiori

Krzysiek Wrona 2/5/2014 - 16:54
Video!

Houmani حومانــــــي

Testo e musica di Hamzaoui Med Amine & KAFON
Il testo trovato qui
spero che sia questo : )
لمحبّــة صنعك يــا ربّـــي .. و الكـــره زمــان صنعتّو الـنّاس
(continua)
inviata da Krzysiek Wrona 2/5/2014 - 14:12
Downloadable! Video!

Rabbits' Hill Pt. 1

2012

Concept album based on the 1972 book "Watership Down" by Richard Adams. "Rabbits' Hill" is the literal English translation of the Italian title, "La Collina dei Conigli".
Worldwide distribution by Frontiers Records and Edel Music AG.
Japanese edition by King Records released 24.10.2012.
Japanese edition contains 2 bonus tracks:
13. Hampshire Landscape (03:28)
14. Prince with a 1000 Enemies (Andre Matos vocals only version) (04:12)

per vedere l'introduzione al libro si veda The Warren Of Snares
1. Dawn of Times
(continua)
inviata da DonQuijote82 2/5/2014 - 07:04
Downloadable! Video!

We're Not Gonna Take It

Twisted Sister
We're not gonna take it
(continua)
inviata da Anonymous 2/5/2014 - 04:37
Downloadable! Video!

Hop-là,nous vivons!

Chanson française – Hop-là nous vivons – Jean Ferrat – 1969
Paroles: Henri Gougaud

Ce sera le troisième Ho(pp) là, nous vivons ! des CCG... Il importait de ne pas le rater... Même si le rapport avec Ernst Toller n'est pas des plus clair...
Les deux autres sont Holà, nous vivons ! et Hoppla! Wir leben! [L.L.]
Avec nos dents nickelées
(continua)
inviata da Lucien Lane 1/5/2014 - 18:55

Le bonhomme Misère

[1868]
Versi di Jean-Baptiste Clément
Su “Les chansons de Jean-Baptiste Clément” (Parigi, 1885) non ci sono indicazioni relative all’autore della musica.

Dedicata a Charles Ferdinand Gambon (1820-1887), importante militante della causa repubblicana.
Rimasto orfano da piccolo, Gambon fu allevato dalla nonna in campagna, dove conobbe la miseria dei contadini. Divenuto avvocato e poi giudice e deputato, fu perseguitato dal regime per le sue posizioni fieramente antimonarchiche e spedito per 10 anni in un bagno penale su di un’isola bretone.
Tornato in libertà, si mise a fare l’agricoltore. Nel 1869 si rifiutò di pagare le imposte che sarebbero state destinate alle spese militari e così molti suoi beni gli vennero pignorati, compresa una mucca che lui difese strenuamente contro gli esattori. Quest’episodio di resistenza divenne famoso tanto che lo chansonnier e goguettier Paul Avenel gli... (continua)
Haro!
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 1/5/2014 - 18:35
Video!

Kantate von Krieg, Frieden und Inflation

Chanson allemande – Kantate von Krieg, Frieden und Inflation – Walter Mehring – 1929

Texte de Walter Mehring
Musique di Hanns Eisler

C'est la chanson qui ouvre le spectacle théâtral intitulé « Der Kaufmann von Berlin » écrit par Walter Mehring et mis en scène pour la première fois le 6 septembre 1929 à Berlin par Erwin Piscator, avec Ernst Busch voix soliste, un chœur, l'orchestre du Weintraub Syncopators et les décors de Lazlo Moholy-Nagy.

« Der Kaufmann von Berlin » contient des chansons comme celle-ci dans laquelle sont expliqués les moments historiques à travers lesquels l'Allemagne inexorablement glissa dans les bras du nazisme, avec au milieu la dévastatrice période d'hyperinflation qui atteignit son sommet en 1923, crise due au paiement des dommages réclamés par les nations victorieuses de la Grande Guerre… La France et la Belgique occupèrent militairement le bassin de la Ruhr pour assurer les réparations . En novembre de 1923, un dollar était échangé contre 4.210.500.000.000 marks allemands…
GUERRE, PAIX ET INFLATION – CANTATE
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 1/5/2014 - 17:36
Video!

Michè

Ieri sera facendo zapping sono capitata sul programma "chi l'ha visto?". Parlavano di Magherini; ho sentito un particolare che non conoscevo. Nel rapporto dei carabinieri è stato scritto che Magherini girava a torso nudo (cosa peraltro smentita da testimoni oculari). Gli estensori del rapporto però hanno scritto: "a d'orso nudo". Certamente il delitto contro la lingua italiana non è il peggiore fra quelli commessi da costoro..tuttavia anche questo particolare dice qualcosa..
Silva 1/5/2014 - 17:26

Into the Streets May First

[1934]
Versi di Alfred Hayes (1911-1985), scrittore e poeta inglese, l’autore de I Dreamed I Saw Joe Hill Last Night.
Musica di Aaron Copland (1900-1990), grande compositore americano.

Canzone vincitrice del concorso “Workers Music League/New Masses” indetto nel 1934 in occasione della festa del Primo Maggio. Copland decise di mettere in musica questo testo come reazione all’avvento del nazismo in Europa. In seguito, pur non sconfessando questa sua opera, non la incluse mai nel proprio catalogo ufficiale. Ciò nonostante, all’epoca della “caccia alle streghe” anticomunista, anche Copland fu preso di mira dal senatore McCarthy.
Into the streets May First!
(continua)
inviata da Bernart Bartleby 1/5/2014 - 13:51




hosted by inventati.org