Lingua   
Lista semplice
Mostra filtri
Lingua
Percorso
Data

Prima del 2013-5-10

Rimuovi tutti i filtri
Downloadable!

Mars

[2013]

So, after a total of about sixty hours working on this song, I think we have a final, workable skeleton for it. Made on tux-guitar and converted to midi, it does sound a bit 8-bit, but you'll get the idea of how it will sound. Lyrics done. Cannot wait to get playing this beast. If you wanna listen, see attached link; it's a .wav file converted from midi, which was converted from tux-guitar, so it sounds stale as hell, but you get the general idea..
I'm really proud of this track. Would love some constructive feedback. Hope you guys enjoy it; it's an anti-war song called Mars. If you like what you hear, we will be debuting this song at the student-led music festival hosted by the performance centre in May. Come check it out! And give it a share!
Your country needs you -Why?
(continua)
inviata da giorgio 10/5/2013 - 20:16
Downloadable! Video!

Da zero e dintorni

[1977]

Album : Disoccupate le strade dai sogni

Dedicata a Giorgiana Masi
Ti viene mai compagna
(continua)
inviata da adriana 10/5/2013 - 16:50
Downloadable!

Peace and Love

[2008]
Lyrics & Music by Winston Luther
Peace and lovin' we need in this world
(continua)
inviata da giorgio 10/5/2013 - 15:27
Downloadable! Video!

Quante volte si può morire e vivere

Instantsongs.it - Maggio 2013



I fatti

La notte del 25 settembre 2005 il diciottenne Federico Aldrovandi muore a Ferrara durante un controllo da parte di una volante di Polizia.

I genitori di Federico, Patrizia Moretti e Lino Aldrovandi, il 2 gennaio del 2006, aprono un blog per conoscere la verità dei fatti, portando all'avvio di un'inchiesta giudiziaria e al conseguente processo.

Il 6 luglio 2009 il giudice Francesco Maria Caruso del tribunale di Ferrara condanna per omicidio colposo a tre anni e sei mesi di reclusione i quattro poliziotti indagati. Il 10 giugno 2011 la Corte d'Appello di Bologna conferma la pena sancita in primo grado. Il 21 giugno 2012 la Corte di Cassazione rende definitiva la condanna a 3 anni e 6 mesi di reclusione per “eccesso colposo in omicidio colposo” ai quattro poliziotti Paolo Forlani, Monica Segatto, Enzo Pontani e Luca Pollastri.

*

Questa canzone nasce... (continua)
Le cinque di mattina di un settembre d'oro
(continua)
10/5/2013 - 15:12
Downloadable! Video!

Zé da Silva é um homem livre

‎[1962?]‎
Parole di Augusto Boal (1931-2009), drammaturgo brasiliano, fondatore del “Teatro ‎dell’Oppresso”.‎
Musica di Geni Marcondes (1916-2011), compositrice e direttrice d’orchestra brasiliana.‎

Originariamente nel disco autoprodotto “O Povo canta” realizzato dal ‎‎Centro Popular de Cultura, un collettivo nato nel ‎‎1961 all’interno dell’União Nacional de Estudantes (UNE) di Rio de Janeiro.‎



In poco più di due anni di attività il CPC produsse documentari, libri, spettacoli teatrali ed il disco ‎da cui è tratta questa canzone.
Poi, insieme all’intero paese, fu travolto dalla dittatura militare.‎

Sulla figura dell’autore, si veda l’introduzione a Meu caro amigo e anche Mulheres de Atenas, entrambe di Chico ‎Buarque de Hollanda.‎
Passo a vida trabalhando
(continua)
inviata da Bernart 10/5/2013 - 13:57
Downloadable! Video!

Lili Marleen [Lied eines jungen Wachtpostens]

Suono spesso Lili Marleene alla chitarra, non con l'accompagnamento militaresco con cui è stata sempre incisa, ma con un mio riarrangiamento (alla Morricone di Nuovo Cinema Paradiso) che ne accentua tantissimo la nota malinconica... e la suono piangendo. Pensa un pò che effetto riesce ancora a fare questa semplice canzone!!
Antonio 10/5/2013 - 13:11
Downloadable! Video!

Zamba de la tierra

‎[1965]‎
Parole e musica di Patricio Manns
Dall’album “El sueño americano” del 1967, con Voces Andinas‎
Tersto trovato su Cancioneros.com

“Morì senz’acqua il mulino, il grano si seccò. Ora sta nascendo la spiga di ferro del ‎petrolio…”
La tierra me dio tu cuerpo
(continua)
inviata da Bernart 10/5/2013 - 13:02
Downloadable! Video!

We Are All Telling You to Stop (Occupy Song)

[2012]
Lyrics & Music by Bart Warshaw
12 String guitar and banjo: Jack Warshaw
Backing vocals: Jack Warshaw
Bass: Bart Warshaw
Edit and Mastering: Bart Warshaw
We are all telling you to stop
(continua)
inviata da giorgio 10/5/2013 - 08:16
Downloadable! Video!

Sketches of Spain

Album: Omsk (1983)
The streets of Barcelona are filled with blood and rain
(continua)
9/5/2013 - 23:55
Downloadable! Video!

For Whom The Bell Tolls

PER CHI SUONA LA CAMPANA
(continua)
9/5/2013 - 23:49
Downloadable! Video!

Tommy's Lot

Superbellissima !!!!!!
Sabrina e Marco 9/5/2013 - 20:04
Downloadable! Video!

Psicantria

Version française – PSICANTRIE – Marco Valdo M.I. A – 2013
Chanson italienne – Psicantria – Psicantria – 2010
Texte et musique de Gaspare Palmieri (Gappa) et Cristian Grassilli

Le projet Psicantria (Psychopathologie chantée) naît de la collaboration entre Gaspare Palmieri (en art Gappa), psychiatre et auteur-compositeur et Cristian Grassilli, psychothérapeute et auteur-compositeur et a comme but de faire connaître les dérangements psychiques et le « psychomonde » à travers la chanson.
PSICANTRIE
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 9/5/2013 - 18:08
Downloadable! Video!

El Ejército del Ebro

anonimo
Una strofa dal Latinoamerica degli anni 70:

La mujer de Richard Nixon
Pum purubum purubum bum bum
No cocina con carbón
Ahi, Carmela! Ahi, Carmela!‎
Pues cocina con petróleo
Pum purubum purubum bum bum
que su marido el cabrón le robó a Venezuela
Ahi, Carmela! Ahi, Carmela!‎
Bernart 9/5/2013 - 16:02
Downloadable! Video!

Recital a la paz

‎[1973]‎
Album: Recital a la vida

Album dal vivo “Luna Park, parte primera” del 1985‎
Los tímpanos explotan por la garganta rota de la felicidad,
(continua)
inviata da Bernart 9/5/2013 - 10:56
Downloadable! Video!

Io so tutto

Chanson italienne – Io so tutto – Fabrizio Moro – 2013

In Memoriam Giulio Andreotti

Au suivant ! Comme disait l'adjudant de Brel Au suivant.

Les paris sont ouverts...

Ainsi Parlait Lucien Lane

P.S. : « Je Sais Tout » fut un journal, une publication, une revue... des plus intéressantes du début du siècle dernier...[ftp://ftp.bnf.fr/010/N0102976_PDF_1_-1DM.pdf]
JE SAIS TOUT
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 9/5/2013 - 10:39
Downloadable! Video!

Recital a la libertad

‎[1983?]‎
Album “Recital” del 1983‎
Te usaron, te mintieron, te robaron,
(continua)
inviata da Bernart 9/5/2013 - 10:32
Downloadable! Video!

Backward Rituals

[2012]
Album: Paradise
Lots and lots of people and animals die in the name of religion,
(continua)
inviata da giorgio 9/5/2013 - 08:12
Downloadable! Video!

Sporco denaro

[2011]
Album : L'ora dell'ormai
Maledetto vile sporco denaro tinto di rosso sangue innocente.
(continua)
inviata da adriana 9/5/2013 - 08:12
Downloadable! Video!

All Against...

[2012]
Album: Paradise
It's not -the reason - why you are alive
(continua)
inviata da giorgio 9/5/2013 - 08:04

Go Away You Bomb

(1963)


Il primo Bob Dylan, degli anni di protesta e contestazione, riemerge con tutta la sua forza in una canzone inedita che verrà messa all’asta da Christiés il prossimo 26 giugno a Londra.

Si tratta dei versi di “I Want That Bomb”, scritta a macchina dal musicista americano nel 1963, nel pieno della Guerra Fredda. Il brano doveva far parte di un libro di canzoni contro la bomba atomica e la proliferazione delle armi nucleari che però non venne mai pubblicato. La canzone è stata messa in vendita da Izzy Young, fondatore del centro per il Folklore del Greenwich Village a New York e organizzatore del primo concerto di Dylan. Secondo Christiés, il raro documento viene valutato fra le 25 e le 35 mila sterline.
(ansa)

The Independent
Go away you bomb get away go away
(continua)
inviata da Lorenzo 9/5/2013 - 00:09
Downloadable! Video!

L'inno del malato immaginario

Chanson italienne - L'inno del malato immaginario – Psicantria – 2010
Texte et musique de Gaspare Palmieri (Gappa) et Cristian Grassilli

Vois-tu, Lucien l'âne mon ami, cette chanson s'intitule en italien : «  L'inno del malato immaginario », ce qui devrait se traduire par « L'Hymne du malade imaginaire »... et de fait, c'est la chanson d'un hypocondriaque... Cependant, comme tu le vois, je l'ai traduit, ce titre, par « Le Malade Imaginaire » et comme tu le penses bien, je le vois à ton sourire et à ton œil rieur, c'est une référence directe à Molière.

Comment aurais-tu pu faire autrement ? Impossible de passer à côté. D'ailleurs, cette scène où Toinette, la servante, déguisée en médecin, consulte ce pauvre Argan qui se croit malade... Je t'en rappelle le texte tel que Molière l'avait écrit :

« ARGAN.- Il dit que c’est du foie, et d’autres disent que c’est de la rate.
TOINETTE.- Ce sont... (continua)
LE MALADE IMAGINAIRE
(continua)
inviata da Marco Valdo M.I. 8/5/2013 - 22:53
Downloadable!

Feel The Shame

[2012]
Album: Paradise
No sports -with animal cruelty
(continua)
inviata da giorgio 8/5/2013 - 21:03
Downloadable! Video!

L'Italia è di tutti

[2013]
Parole e musica di Fabrizio Moro
Dall’album “L’inizio”
Tra la sconfitta e la vittoria il nostro paese ha la sua grande storia
(continua)
inviata da DoNQuijote82 8/5/2013 - 21:03
Downloadable!

I Piss

[2012]
Album: Paradise
I believe we can stand up to evil
(continua)
inviata da giorgio 8/5/2013 - 15:30
Downloadable!

You Lie

[2012]
Album: Paradise
The media is always being used
(continua)
inviata da giorgio 8/5/2013 - 14:55
Downloadable! Video!

La de los raros derechos

‎[1977]‎
Parole di José Antonio Muñoz, voce recitante degli Aguaviva.‎
Musica di José “Pepe” Nieto (1942-), compositore spagnolo.‎
Dal disco “No hay derecho”‎
Testo trovato su Cantemos como quien respira, il bellissimo ‎blog di Fernando Gonzalez Lucini.‎

La canzone che apre un disco (il penultimo prima dello scioglimento di questa importante ‎formazione spagnola) dedicato al periodo grigio della cosiddetta “transición democrática”, in ‎Spagna, il paese che dalla dittatura stava passando a “raros derechos”. Tempi difficili e sanguinosi ‎perché, morto Franco, i suoi accoliti non mostravano di voler farsi da parte e, anzi, preparavano in ‎grande stile il proprio riciclaggio nelle nuove istituzioni (vedi la parabola politica del democristiano ‎Adolfo Suárez, da falangista a primo presidente della monarchia parlamentare dopo Franco) e la ‎polizia e le organizzazioni paramilitari fasciste... (continua)
ARGUMENTO
(continua)
inviata da Bernart 8/5/2013 - 13:17
Video!

Miedo

‎[1978]‎
Parole di Basilio Martín Patino ‎‎(1930-), regista cinematografico spagnolo, celebre per i suoi documentari antifranchisti realizzati ‎nel pieno della dittatura.‎
Musica di Teddy Bautista (1943-), musicista, poi ‎per molti anni direttore della SIAE spagnola (nel 2011 è stato costretto alle dimissioni, travolto da ‎uno scandalo di malversazioni e cattiva gestione)‎
Nell’album di Rosa León intitolato “Tiempo al tiempo”‎
Testo trovato su Cantemos como quien respira, il bellissimo ‎blog di Fernando Gonzalez Lucini.‎



‎El miedo è la condizione costante in cui fu costretta a vivere la maggioranza degli spagnoli dagli ‎anni della Guerra civile fino alla morte del caudillo Francisco Franco. A parte la poesia di Galeano ‎appena citata ed alcune canzoni di Raimon, mi pare che non ce ne siano altre che descrivano così ‎bene come questa quello stato alterato della coscienza…‎

Basilio... (continua)
Porque nací con el miedo
(continua)
inviata da Bernart 8/5/2013 - 11:44
Downloadable! Video!

A Chance

[2012]
Album: First Rehearsal (new line-up)
They're killing the Earth and we pay the price
(continua)
inviata da giorgio 8/5/2013 - 09:25
Downloadable! Video!

Ποιος τη ζωή μου

il mio grazie per tutte le belle canzoni e traduzioni in greco e italiano...

Maria Cristina
7/5/2013 - 22:20
Downloadable! Video!

A Roque

‎[1975]‎
Poesia di Mario Benedetti, dalla raccolta “Cotidianas” pubblicata nel 1979‎
Musica di Daniel Viglietti, dal disco “A dos voces” del 1985‎
Recitata dallo stesso Benedetti su di una melodia di Viglietti intitolata “Daltónica”.‎

Dedicata a Roque Dalton (1935-1975), poeta e scrittre e militante rivoluzionario salvadoregno, ‎assassinato dai suoi stessi compagni di lotta perché erroneamente creduto un infiltrato.‎
Llegaste temprano al buen humor
(continua)
inviata da Bernart 7/5/2013 - 14:40
Downloadable! Video!

Canto de esperanza

‎[1972]‎
Versi del poeta spagnolo Luis ‎López Álvarez (1930-), dalla raccolta “Los Comuneros”‎
Musica del gruppo folklorico Nuevo Mester de Juglaría, dal disco “Los Comuneros” del 1976‎

Una raccolta poetica ed un disco dedicati alla cosiddetta “Guerra de las Comunidades de Castilla”, ‎quando tra il 1520 ed il 1522 i “comuneros” di Toledo e Valladolid insorsero contro Carlo ‎d’Asburgo, autoproclamatosi re di Spagna dopo la morte di Isabella La Cattolica. E come fanno ‎tutti i nuovi governi e monarchi e dittatori all’atto del loro insediamento, anche Carlo I introdusse ‎nuove imposte e questo scatenò subito la rivolta. Dopo un anno di disordini, riorganizzate le truppe, ‎il re e i suoi nobili si mossero contro i ribelli e li sbaragliarono il 23 aprile del 1521 a Villalar. I capi ‎dei comuneros, Juan de Padilla, Juan Bravo e Francisco Maldonado, furono catturati e decapitati. ‎Toledo, l’ultima roccaforte ribelle, cadde poco tempo dopo, nel febbraio del 1522.
Mil quinientos veintiuno
(continua)
inviata da Bernart 7/5/2013 - 14:09




hosted by inventati.org